bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣
  • Freeda: ... e a giudicare dalla presenza soverchiante e caparbia di visite maschili ai profili maschili... direi che quasi quasi togliamo definitivamente il disturbo... :D
  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo
  • Master70brescia: apoteosi 8 uomini zero fighe :-) w la qualità :-)
  • Freeda: buona serata a tutti :*
  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn

Forums

Group: Visitors

  >  Forum Principale Forum Principale  >  35213
Please Login
Please Login
17,534 Topics
128,771 Posts
1  2  >>
fino a che punto entriamo nelle diversità?

Author dea-verde 27/02/16 - 11:08
IPID: 51D4DFF702
Prendo spunto da uno dei più bei film che abbia mai visto
e che più mi abbia fatto piangere: "the Danish girl".

E' la storia vera del primo transgender della storia, il
primo che abbia mai tentato l'intervento di transizione
da un sesso all'altro.
Se ve lo siete persi, guardatelo assolutamente, è mozzafiato
e strappacoronarie.

Detto questo, che atteggiamento abbiamo di fronte al diverso
di qualsiasi natura esso sia?
Abbiamo l'atteggiamento tipo "sol che mi lasci stare e non mi dia problemi,
faccia quel che voglia", oppure abbiamo sentimenti di negazione assoluta,
oppure vogliamo cercare di capirlo dall'interno in ogni modo rischiando
anche di essere travolti dal suo dolore ma anche dalla valanga di gioia che
questa cosa nuova può portare?

Argomento pesante e troppo articolato lo so. Poi entriamo anche nel week end, quindi
non è abbastanza leggero da aver voglia di dibatterlo...però, ci provo. ;)

Partendo da me..ero posizionata, per via della mia educazione, sulla modalità "sol che non tocchino me, facciano quel che vogliano".
Poi mi son svegliata. Ho cominciato a infilare la testa nella sofferenza di qualcuno perchè anche io ero causa del problema, e da lì non mi è più bastato guardare, girandomi e basta.
Adesso lotto per i diritti di ogni diversità, anche se questa diversità non mi interessa direttamente, ormai non posso
più esimermi dal farlo.
vai e prenditelo.

Author marco2002photo marco2002photo 27/02/16 - 11:33
IPID: 504AF0A635
R:
Io personalmente sono per la soppressione immediata dei diversi!
Di qualsiasi tipo, razza o specie!
Perché alla fine ci faranno diventare tutti gay!

Ecco, detto questo, secondo me il punto è: che diritto abbiamo di impedire, ostacolare, favorire il cambiamento di
un altro essere umano?
L'atteggiamento almeno per quanto mi riguarda è neutro, ognuno sceglie ciò che vuole.
non sono certo io che devo preoccuparmi per scelte di altri.
Nel caso riguardassero persone a me molto vicine, l'unica soluzione è accettare e andare avanti...

Ma mi viene il dubbio che forse non ho ben compreso la tua domanda perché la mia risposta è troppo semplice.
marco 2002 - moderatore Forum Principale

Author ale73_b 27/02/16 - 12:21
IPID: E636FC6EB0
R: R:
Il concetto di diversità include e sottintende quello di tolleranza...personalmente ritengo che qualunque differenza vada accettata e anche difesa, laddove venga attaccata, discorso che include i gay (oggi vedrò il film, dea), i trans e in generale tutte le minoranze. Troppo facile pensare che "la tua libertà finisce dove inizia la mia" o "fai ciò che vuoi, ma non toccarmi"...è solo con l'impegno di tutti, in ambito sociale, politico e umanitario, che le diversità non saranno più valutate come tali

d'altronde è anche vero che non sono mai stata toccata da vicino da problemi di questo genere, probabilmente se ne fossi coinvolta in prima persona non sarei cosi lucida...ma ho amiche e amici gay, frequento persone extracomunitarie e riesco a mantenere discussioni anche con chi ha credo politici diversi dal mio. Ciò che invece non tollero proprio è la chiusura mentale di chi si erige a giudice e pretende di sapere anche ciò che non conosce

Ma in tutto questo, non siamo forse anche noi bbw una "specie diversa" per la società? e allora io mi batterei in prima linea per te che sei gay, per lei che ha subito l infibulazione, per loro che desiderano un figlio e devono andare all estero per realizzare il proprio sogno e per me che sono una bbw!



Author dea-verde 27/02/16 - 13:05
IPID: 51D4DFF702
R: R: R:
Oooh..il mio discorso è ben più ampio...
io ad esempio ho cominciato a ragionarci sù per via della diversità addirittura di specie. Per intenderci, perchè noi uomini abbiamo diritto alla vita assolutamente, mentre altre specie no?? (che addirittura facciamo nascere apposta per essere sfruttate e uccise)
La diversità può essere vista su vari livelli.
vai e prenditelo.

Author sexyoversize sexyoversize 27/02/16 - 13:16
IPID: E0A43B9FB3
R:
sexyoversize | last edit: Sun, 28 February, 2016 - 00:04 | total edit: 1
Inizio col dire che io con la diversità ci lavoro ormai da 19 anni e che quello che doveva essere un mestiere "di passaggio" per qualcos'altro è poi diventata la mia prigione e la mia casa confortevole per la vita perciò sono piuttosto di parte, è un ambito che conosco bene sotto differenti angolazioni.

Anche io sarei dell'idea che "ognuno è libero di fare ciò che vuole" della propria vita, del proprio corpo, della propria sessualità ma nel momento in cui una scelta che dovrebbe essere personale diventa lo strumento sociale di discriminazione e di impedimento nello svolgimento delle più semplici cose della vita o dell'esercizio dei propri diritti individuali allora E' UN DOVERE sociale prendere provvedimenti a tutela di queste persone e dei loro diritti, appunto.

Intanto c'è da specificare che "DIVERSO" di per sé individua una minoranza perché se fosse la maggioranza non sarebbe diversità ma la regola più comunemente condivisa; quindi tendenzialmente, a meno che non si tratta di delinquenti (sotto vari piani, dagli inquinatori agli assassini), le minoranze vanno tutelate perché da sole non ce la fanno, è la regola elementare dei numeri. Se poi si aggiunge il fatto che spesso le minoranze in oggetto sono anche costituite da "categorie deboli" come disabili, anziani, bambini, cioè gente che non può o non riesce a difendersi da solo, allora ancor più deve essere posta l'attenzione.

Poi ci sarebbe da interrogarsi sul perché il diverso ci sia indifferente, ci faccia paura o ci irriti.
Quando si è bambini (e lo so perché ho avuto modo di osservare in diverse situazioni l'infanzia a contatto con la disabilità) il diverso ci attrae, ci incuriosisce. Il bambino è senza malizia, vede un particolare o una situazione che non conosce e ci si approccia con l'unico intento di sapere di che si tratta... certo, a volte non usa tatto, ma lo fa privo di sovrastrutture e condizionamenti. Che cosa è successo nel frattempo da quell'approccio a quello che siamo noi?
Sono fermamente convinta che sia colpa/responsabilità degli adulti se si è passati da quell'innocenza all'indifferenza, la paura o la rabbia. Ed è per questo che sono a favore dell'inserimento dei disabili nelle scuole, per esempio, non solo per tutelare il diritto del disabile di viversi l'esperienza scolastica (non necessariamente didattica) ma soprattutto perché è un'ottima occasione per "allenare" i nostri figli - adulti di domani - alla diversità, ad accoglierla invece di averne paura, a comprenderla invece di esserne indifferente.
E vale per tutto, non solo per la disabilità. I bambini guardano a noi, a come reagiamo alle cose, e le loro opinioni sono fortemente influenzate dal nostro esempio, buono o cattivo che sia.

Nel 2016, con la scolarizzazione obbligatoria fino ai 16 anni, con i mezzi di comunicazione di massa a disposizione di tutti e la circolazione veloce delle informazioni, non è accettabile che ci si debba crogiolare nell'ignoranza e nelle credenze errate (es: se ho un amico gay divento gay pure io oppure se giochi con le bambole e sei un maschio diventi omosessuale, se giochi con la palla e le macchinine e sei una femmina di sicuro sarai una lesbica) per giusficare il proprio atteggiamento discriminatorio!

Cristina

p.s.: ottimo topic, assolutamente non cupo, e soprattutto meglio nel weekend perché così uno ha tempo per scrivere e magari si evita qualche stronzata di troppo dovuta alla fretta e al caos settimanale :D






quel sottile velo che mi divide dal mondo....

Author marco2002photo marco2002photo 27/02/16 - 16:38
IPID: 504AF0A635
R:
Interventi come quello di Cristina SexyOversize mi rendono orgoglioso di appartenere a questa community!

Non solo mi fa capire quanto siamo diversi (e anche questa volta il termine "diversità" diventa prezioso) rispetto alle altre community o pagine fb che trattano il nostro tema, ma quanta ricchezza ci sia in tutte queste migliaia di pagine scritte in 15 anni di Bibivu.

Grazie di cuore
marco 2002 - moderatore Forum Principale

Author inchiostro 28/02/16 - 12:25
IPID: 922B3922E5
Il fatto è tutto nella parola diversità che da sola premette l'esclusione. Io ho sempre vissuto tra etero, gay e lesbiche senza pormi alcun problema perché non ho mai pensato alla diversità quanto alla risorsa di persone con diversi punti di vista e varietà di orizzonti.
Una volta, alcuni anni fa mi trovai con una parte della mia comitiva storica con cui uscivo on giorno si e l'altro pure e quel giorno era ospite mio un amico dalla Spagna; a un certo punto della serata questo amico mi prende in disparte per chiedermi se ciò che aveva notato fosse vero e cioè che alcuni uomini della comitiva erano effettivamente gay. Mi guardai intorno per fare la conta di chi c'era e chi non c'era e poi con un sorriso dissi all'amico "a parte me e te, caro XXXXX, qui sono tutti gay e lesbiche ma è un caso, non ci sono tutti perché mancano alcume persone etero e altre no ma, in fin dei conti, questi sono i miei amici e io non ci avevo fatto mai caso a quanti fossero etero e quanti no.
Ecco, così, semplicemente.
Hay barcos que buscan ser mirados para poder hundirse tranquilos.

Author iltempocheverra^ iltempocheverra^ 28/02/16 - 12:49
IPID: 82E0D496F4
Guarderò il film in questi giorni sicuramente e trovo l'argomento del post molto interessante....
Mi sono stupita nel leggere il titolo, la parola "entriamo" mi lasciava perplessa, mi veniva spontaneo sostituirla mentalmente con " rientriamo" nella diversità ma... mi sbagliavo,un termine non esclude l'altro.Ammettere l'esistenza della diversità penso sia un atto di rispetto e negarlo potrebbe tradursi in una (magari in buona fede) discriminazione.
E' anche vero che detto questo,sorge spontanea la domanda"diverso da chi?":-) mi sto incartando,quindi senza girarci intorno,diverso dalla maggioranza delle persone ma....se il termine non ha una accezione negativa ,diversi lo siamo tutti,in modi e misure differenti. Se parliamo di diversità come orientamento sessuale,non riesco a pensare ad un solo motivo per il quale dovrebbe turbarmi di chi si innamora o cosa fa in camera da letto una persona.Non nego però che se qualcuno a me vicino fosse omosessuale soffrirei per le difficoltà che è destinato ad incontrare,ma penso solo per quello.
Il termine "entriamo" ci sta tutto perché (questo è il senso che gli ho dato io) nella stragrande maggioranza dei casi la diversità genera sofferenza,così le cose si complicano perché le cose che ci spaventano diventano due : il diverso ed il timore di lasciarci sovrastare dalla sofferenza dell'altro.D'impulso alla domanda del post rispondo che non temo la diversità e non la rifuggo(sofferenza compresa)ma....non è facile ,so che in un attimo una situazione può sbattermi in faccia che la teoria è una cosa e la pratica(specie se riguarda le persone a te vicine)può riservare delle sorprese su noi stessi.

Author espansione 29/02/16 - 02:26
IPID: D7356686C9
Un po' tardi come orario e la stanchezza incombe inesorabile ..ma..a proposito della tematica mi vengono in mente concetti antichi ed altri meno in cui si sostiene che la suddivisione in classi sociali (in cui vi sono diversità di genere bianco / nero ricco/povero abile / diversamente abile e via dicendo ) è una invenzione delle classi dominanti che dalle diversità traggono benefici, preconcetti, rivalità dominazione economica( parliamo delle colonizzazioni, schiavismo, deportazioni di massa etcc.. sei diverso( schiavo di colore etcc al mio servito e non ti pago o attualizzando ti pago molto meno vedi raccolta pomodori etc.
Qualcuno parlò della "morte della famiglia" anche essa cresta dai potenti per passare ad una società libera davvero( in nome della famiglia si creano comportamenti costumi etcc) sei bambino giochi con pistola e guerra sei bambina con bambole e padelle ( non il contrario ) anzi se vedi un bambino che gioca con le bambole il genitore si preoccupa .. Oddio mi viene su" ricchione"
Se bimba gioca ci pistole o meccanico " mi viene su un maschiaccio ".
Quindi mi chiedo come mai dopo secoli di oscurantismo adesso il potere sdogana la diversità ( la troviamo ovunque, cinema, fiction, cartoni animati , moda) .. Solo xche è funzionale al potere .
È come se fosse in atto una campagna mondiale che dica poiché siamo troppi nel mondo "per non riprodursi" ci si può "accoppiare " tra diversi l'importante è non riprodursi al massimo adozioni e... mi raccomando pochi diritti ai diversi
Andrò a vedere il film e vi dirò cosa ne penso( .....)


Author ale73_b 29/02/16 - 09:45
IPID: 2FF4467BB8
ale73_b | last edit: Mon, 29 February, 2016 - 10:10 | total edit: 1
Ho visto il film ieri e ve lo consiglio assolutamente, anche per la bravura del protagonista. Oltre il tema, sicuramente forte, secondo me The Danish girl mette l'accento sull'amore di una donna, che decide di rimanere al fianco dell'uomo che ama, è un vero inno alla capacità femminile di amare

Ritengo inoltre che le diversità ci siano sempre state ma che ora siamo tutti per fortuna giunti ad una maggiore consapevolezza. Situazioni e vite che prima venivano nascoste per vergogna e per ignoranza, adesso hanno invece la forza non solo di esternarsi ma anche di richiedere pari diritti e dignità. Per fortuna, aggiungo

^top^
previous topic  1  2  >>  next topic

Random Females
Miss_Dronio
 Miss_Dronio
(2,006 hits)
Trippoz
 Trippoz
(198 hits)
dragonfly-978
 dragonfly-978
(1,503 hits)
DENISE07
 DENISE07
(2,812 hits)
mojita
 mojita
(5,141 hits)

Users On-Line

We have 109 users
2 members
107 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.3477 Secs
95.66% mysql, 4.34% php
 21 mysql queries