bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • stefano91: sarebbe?
  • Denix: Non ho capito...qualcuno ha creato un sito "parallelo" ...funzionante?
  • stefano91: ciaoooooo https://www.youtube.com/watch?v=dcxsheROd3E
  • masino1967: rosabianca, :*
  • rosabianca: Ciao a tutte/i :) Veramente, Mas, il sole pi che scaldare l'anima, qui, nel profondo sudest, frigge il cervello! :D Ciao, pupo, una scialuppa ripiena di nutella tutta per te! :P
  • seasparrow: ci vuole una scialuppa di salvataggio
  • masino1967: Buon giorno argonauti senza fantasia :) C' un sole che scalda anche l'anima oggi. Baci abbracci e cornetti alla nutella ma solo a chi ha vento di fantasia e scialuppe di curiosit!
  • seasparrow: ciao a tutte/i (V o F)
  • seasparrow: inserito sul forum
  • masino1967: s, morto a febbraio

Forums

Group: Visitors

  >  Forum Principale Forum Principale  >  35214
Please Login
Please Login
17,554 Topics
128,893 Posts
1  
OMOLOGAZIONE

Author marco2002photo marco2002photo 28/02/16 - 12:31
IPID: 31F0E49A09
C' tanto materiale in questo breve filmato, che ci riguarda, che ci fa riflettere e che risponde a tante domande
sul nostro modo di pensare e vedere le cose.
E' da stupidi pensare che non siamo influenzati, che noi certe cose le sappiamo gi...
Sar anche vero che le sappiamo, ma ci non significa che ci stanno ugualmente condizionando.

https://www.facebook.com/203737476337348/videos/383159445125919/



marco 2002 - moderatore Forum Principale

Author dea-verde 29/02/16 - 15:02
IPID: 2D825349F7
R:
Forse la mia potr essere una risposta troppo semplice per un argomento cos complesso, ma
penso che, come in tutti i tempi, le risorse che ci vengono date, possono essere usate in maniera
proficua e intelligente o meno.
La scelta sta a noi e siamo noi il problema in caso ce ne sia uno.
vai e prenditelo.

Author ciaociaociao 29/02/16 - 15:18
IPID: 4F679F5956
R:
Consideriamo pure che il pi grande strumento di omologazione che esista internet. Non a caso "il popolo dei social" la pensa quasi sempre al 100% nello stesso modo.
Avete presente il messaggio sui cookies? Bene, grazie ai cookies se a te piacciono le moto ti vengono fuori annunci e pubblicit sulle moto, non c' niente di male. Ma grazie ai cookies tu invii informazioni sui siti che guardi, sui video che scegli , su ogni scelta che fai quando navighi. Per questo chi sceglie le pubblicit da mostrarti perch sa cosa ti piace, sa anche di cosa hai paura, da cosa sei terrorizzato, cosa ti fa eccitare, cosa ti fa ammosciare, ecc...
Le immagini pubblicitarie giuste accanto ad un articolo di giornale fanno si che tu sarai portato/a/* ad apprezzare o detestare quell'argomento. Un'immagine che ti terrorizza vicino ad un articolo sul nucleare o sugli immigrati, far si che la paura per quelle cose aumenter.

Non fantascienza, perch nella fantascienza c' sempre un governo centrale che costringe la gente al pensiero unico, ma siamo noi che ci diamo in pasto al grande cervellone dicendogli tutto di noi e comunicando aspetti di noi che non ci sogneremmo di comunicare neanche ad un amico o al nostro partner. E' un po come avere il profilo su 10 social network e scrivere tutto quello che facciamo, e poi lamentarci perch il governo ci spia.

E da quando ho cominciato a rendermi conto di questa cosa, ho anche capito come tanti miei comportamenti venivano (e vengono ancora) condizionati molto pi di quanto me ne renda conto.

^top^
previous topic  1    next topic

Last Logged-in Users
LaMiki
 LaMiki
(595 hits)
marcello58
 marcello58
(14,311 hits)
daclia1976
 daclia1976
(11,883 hits)
jonny80
 jonny80
(1,097 hits)
Fiamma2016
 Fiamma2016
(913 hits)

Users On-Line

We have 165 users
1 member
164 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2018
 Page created in 0.1349 Secs
89.70% mysql, 10.30% php
 21 mysql queries  

ERROR !!


an e-mail has been sent to the staff
we are sorry for this problem