bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
Visualizza tutti i Banners
  • english espa�ol

the WALL

  • Er_Padella: Daglielo molle,daglielo duro,falle tremare le chiappe del culo e daglielo molle e daglielo duro falle tremare le chiappe del culo
  • seasparrow: ciao a tutte/i (V o F) pochi
  • Silver_Surfer: ...un cessimento 😂✌
  • TheSimon: Si dice spesso "meglio pochi ma buoni"... sarà sempre vero? Di iscritti, su bibivu, ce ne sono migliaia. Ma quanti sono ancora attivi? Ci vorrebbe un censimento... :-)
  • rosabianca: Buongiorno a tutti/e. :) Il problema del sito è che siamo pochi iscritti e anche poco attivi, gli utenti on line raramente superano la decina. Ci sono troppi social e gruppi più attivi di questo...
  • cerco_TE: Buongiorno bibivuine
  • seasparrow: ciao a tutte/i (V o F)
  • Er_Padella: "ldilà del tema fondante, il gruppo è un'occasione di incontro, di dialogo e di divertimento per centinaia di ragazzi e ragazze in Italia e nel Mondo" (cito dalla homepage).
  • Er_Padella: Per chi vuole incontrare potrebbe essere un sito di incontri...
  • seasparrow: sito di incontri e' la battuta del millennio

Forums

Gruppo: Visitors

Categorie:  >  Canali Canali  >  Notizie Notizie  >  35199
Fai il LogIn
Fai il LogIn
2.775 Topics
8.648 Messaggi
Importante referendum

Autore dea-verde 19/02/16 - 06:43
IPID: CB926AF5AE
Siete al corrente del Referendum TRIVELLE del 17 aprile, ??
Mattarella firma il decreto

Comunicato stampa: fonte Legambiente:
“Parte la sfida, ce la metteremo tutta per convincere gli italiani a votare perché il futuro dell’energia passa dall’innovazione e dalle rinnovabili

Ci aspettiamo dal Governo una nuova strategia energetica coerente con gli accordi di COP21”

“Ce la metteremo tutta per informare i cittadini sul quesito e sull’importanza della partita in gioco, anche se siamo consapevoli della difficoltà di affrontare questa partita in soli due mesi. E’ l’occasione per fare informazione sulla mancanza di una politica strategica sull’energia nel nostro Paese e parlare del futuro energetico”. Così Rossella Muroni, presidente di Legambiente, dopo la firma del presidente della Repubblica Mattarella del decreto che fissa per il 17 aprile il referendum popolare contro le trivellazioni in mare.

L’appello, prima al Governo poi al Capo delle Stato, perché si decidesse per un election day, che accorpasse in un’unica data il referendum popolare sulle trivelle e le elezioni amministrative, è rimasto inascoltato. Per Legambiente parte, dunque, la sfida referendaria.

“Insieme a tutte le organizzazioni favorevoli a questo referendum e a tutti i nostri circoli e le nostre strutture sul territorio - prosegue Muroni - organizzeremo la mobilitazione. Con un tempo così ridotto a disposizione e con un quesito ridotto all’osso, sarà un grande sforzo, ma daremo il massimo per cercare di convincere gli italiani a votare. Saranno due mesi di intenso lavoro per parlare del futuro dell’energia, che non passa dalle trivelle e dalle fonti fossili ma dalle rinnovabili e dall’innovazione, nell’interesse delle famiglie e del clima”.

I cittadini sono chiamati a pronunciarsi sull’abrogazione della legge sulle trivellazioni limitatamente alle parole “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”. Ad oggi, la Corte Costituzionale ha infatti dichiarato ammissibile solo il quesito relativo al fatto che i titoli già rilasciati per le trivellazioni vadano fatti salvi fino all’esaurimento del giacimento.

Legambiente ricorda, inoltre, che è tuttora aperta la questione di altri due quesiti pendenti per conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale. Se questa li ammettesse, gli italiani sarebbero chiamati di nuovo alle urne sullo stesso argomento, “per la testardaggine del governo nel difendere le trivelle e la sua confusione nella gestione del futuro dell'energia”

Chi non si mobilita consegna la risorsa turistica italiana ai soli sfruttatori del petrolio e con inquinamento certo del mare (mai pubblicizzato, sott'acqua) ! Pensateci... grazie.

Il succo della domanda sarà: Vuoi fermare le trivellazioni (quando scadono le concessioni che ora hanno.. e anche se c'è ancora gas e petrolio) RISPONDI SI ! Ne abbiamo in abbondanza per 50 anni di gas e petrolio anche se si fermano tutti (e si parla solo di quelle intorno all'Italia)

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1973572196202307&set=a.1556415097918021.1073741845.100006486371515&type=3&theater


vai e prenditelo.

^top^
 
commenti: 1
 

Ultimi Utenti Modificati
fabio74
 fabio74
(3.800 hits)
beppolo73
 beppolo73
(325 hits)
Redcat
 Redcat
(2.488 hits)
plenio71
 plenio71
(121 hits)
strangedays
 strangedays
(1.456 hits)

Users On-Line

Abbiamo 119 utenti
4 registrati
115 visitatori

record il 13/09/17: 212

vedi lista completa
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2018
 Page created in 0.0188 Secs
32.98% mysql, 67.02% php
 19 mysql queries  

ERROR !!


an e-mail has been sent to the staff
we are sorry for this problem