bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?
  • Silver_Surfer: Ma la neve brutta... fredda 😂✌
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • ezanfi1980: ....la neve, Silver....la neve

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Bibivu Cultura Bibivu Cultura  >  30557
Please Login
Please Login
1,531 Topics
5,820 Posts
1  
Grandi Donne: 9) Anna Giordano

Author Lilith 22/02/10 - 12:48
IPID: FBD180E1C8
Lilith | last edit: Mon, 22 February, 2010 - 12:50 | total edit: 1
Chi non spara ad un falco in un anno cornuto tutto l' anno.

Questo barbaro monito, che affonda le sue radici nella notte dei tempi, ha visto calabresi e siciliani, ai due lati delle sponde dello stretto di Messina impegnati, per secoli, a sparare ai falchi in migrazione da sud a nord.

E' un fatto noto: dal 20 aprile al 20 maggio di ogni anno (giorno pi, giorno meno) la colonna migratoria dei rapaci che si spostano da sud a nord attraversa lo stretto di Messina: falchi pecchiaioli, falchi della regina e molti altri rapaci scendono di quota per "appoggiarsi" alle correnti e riposarsi dal lungo volo. E'questo il momento in cui sono pi vulnerabili.

Gli improvvisati cacciatori si attrezzano: alcuni, alla bell'e meglio sparano anche dalle terrazze delle case. Altri, spendono fior di soldoni per attrezzare veri e propri bunker in cui appostarsi.
O perlomeno: l'andazzo era questo sino al 1984, quando, finalmente, grazie all'opera congiunta delle diverse associazioni ambientaliste, fu possibile lottare contro questa usanza incivile, indegna di un popolo evoluto.

L'anima ispiratrice di questa lotta fu Anna Giordano, all'epoca una ragazza di aspetto fragile ma una combattente degna dell'ardore di Giovanna d'Arco.


'Anna Giordano1' 'Anna Giordano2'

All'epoca Anna militava nella LIPU (lega Italiana Protezione Uccelli) poi trov spazi pi idonei nel WWF: grazie a lei furono organizzati i campi di sorveglianza per disturbare i cacciatori e per educare la gente al rispetto per il patrimonio naturale e per i falchi, in particolare. Fu lei a non retrocedere mai, nemmeno per un attimo, dall'impegno concreto.

Fu una vera e propria battaglia civile che port a gesti gravi: i cacciatori incendiavano automobili, aggredivano i volontari, spesso venivano coinvolti i carabinieri per sedare le risse che si scatenavano: sembrava inconcepibile, alla gente, che venissse intaccato il sacro diritto alla difesa dell'onore per proteggere le migliaia di falchi che sorvolavano lo Stretto.

Oggi Anna Giordano responsabile del WWF per l'area meridionale ed stata direttrice di una riserva naturale nel territorio di Trapani

Per chi volesse saperne di pi:
1) http://archiviostorico.corriere.it/2003/aprile/23/Anna_donna_che_sfida_cacciatori_co_0_030423065.shtml

2) http://conservazioneecoregionale.blogspot.com/2010/01/fermiamo-la-strage-di-primave-malta.html

3)http://www.divietodaccesso.org/notizie/iniziative-e-notizie/administrator/index.php?option=com_content&task=view&id=433&Itemid=54

La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole. (Marcello Marchesi)

^top^
previous topic  1    next topic

Last New Users
Dolcesguardo41
 Dolcesguardo41
(302 hits)
Freeda
 Freeda
(294 hits)
PizzaGolosa
 PizzaGolosa
(315 hits)
LaMiki
 LaMiki
(254 hits)
micino
 micino
(103 hits)

Users On-Line

We have 100 users
10 members
90 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.1307 Secs
89.58% mysql, 10.42% php
 21 mysql queries