bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?
  • Silver_Surfer: Ma la neve brutta... fredda 😂✌
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • ezanfi1980: ....la neve, Silver....la neve

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  L'angolo dei BHM L'angolo dei BHM  >  15422
Please Login
Please Login
277 Topics
2,436 Posts
<< 1  2  3  
la scoperta di essere FFA...

Author Lilith 15/02/05 - 15:33
IPID: 3FFF98F104
[FONT=courier new]


per Trall:

riguardo alla parola "democrazia": non era riferita a te in particolare, ma al fatto che qui appena uno esprime un'opinione viene aggredito malamente. E chi aggredisce di più pare abbia più diritto a parlare.

E' raro che io mi faccia pippe mentali, leggo attentamente tutto e ovviamente interpreto a modo mio. Come te, che interpreti a modo tuo. A me sembra che le pippe mentali spesso te le faccia di più tu. Ma ovviamente non sarai della stessa idea... se non la penso come te, se mi reputi decerebrata, è un tuo fatto personale.

Se hai idee geniali su cosa come e quando dovremmo comunicare qui o altrove, bene: scrivi un manuale! Lo studiamo on line e poi sosteniamo un esame finale sotto una commissione esaminatrice formata da un unico commissario: te.

Magari potresti intitolarlo:
"Guida all'esercizio delle pippe mentali secondo Trall, a partire dalla corteccia cerebrale sino alle estremità delle falangette delle mani, ovvero come digitare stronzate senza che il sottoscritto si appalli"

Ti piace come titolo?

Ah! a proposito: non mi sono mai permessa di entrare nel merito dei tuoi giudizi, esprimendomi aggressivamente come fai tu. Rispetto le tue idee anche quando non sono d'accordo con te, cosa che pare tu non sia in grado di fare.

Comunque: francamente mi hai scocciato [&o[]>]o]
</font></font></font>
Nessuno mi può giudicare: nemmeno tu! (yeah!)

Author marcello-lib 15/02/05 - 16:00
IPID: AE2EDED4D9
[citazione]:

Cercate di non innervosirvi e di non soffrire troppo di queste contraddizioni che sono insite nella natura umana vostra e mia.
Accettiamole e metabolizziamole senza scannarci.
</font>

Non sono sempre le contraddizioni dentro di noi che ci fanno soffrire ma quelle che vediamo all'esterno che sono cosa ben distinta da ciò che abbiamo dentro. La verità è che non sempre riusciamo a fregarcene dei pareri altrui quando ci riguardano in prima persona. Sarebbe una cosa bellissima se riuscissimo a fare spallucce ogni vota che si viene svalutati, ma il fatto è che le cose che si ripetono continuamente poi stancano ed ammazzano quel poco di serenità che con molta fatica ci conquistiamo giorno dopo giorno.
Sarebbe il caso di lasciare perdere gli acronimi una volta e per tutte e dire che stiamo parlando di persone che nessuno si fossilizza su di un tipo fisico. A mio modestissimo avviso tra chi solletica il proprio immaginario sentimentale erotico con il tipo magro o con il tipo grasso in via esclusiva (e sottolineo esclusiva) non ci sono assolutamente differenze di sorta. cambia solo l'oggetto di questo esclusivismo, ma nulla di più. Vorrei sottolineare che la questione in ogni caso è di quelle che mi levano il sonno... Ci sono cose ben peggiori nella vita e peggiore manifestazione di indifferenza verso il mondo esterno è proprio quella di isterilirci e scannarci per decidere in quale sottoinsieme dell'intero mondo-universo, dobbiamo metterci. A lungo andare queste discussioni finiscono per diventare un tentativo nemmeno troppo ben riuscito di auto-ghettizzazione. Ciò detto vorrei a fare alcune precisazioni:
La community dalla quale vengo non è a tema, anzi credo di non aver mai visto nulla di più generalista e dispersivo.
Se mi sono iscritto a BBW non è perché sono plump o che altro schifio, né perché mi piacciono in via esclusiva le donne grasse; a me piacciono le donne che piacciono sia dal punto di vista esteriore che interiore, solo che ho canoni di esteriorità ed interiorità quanto mai vasti che di certo non sono in linea con quelli della TV e dei mass-media, tutto qui.
Mi sono deciso ad iscrivermi perché il canale "come stai" mi indicava la presenza di belle persone che non esitavano a mettere in gioco anche il lato più fragile a differenza di tanti altri posti dove invece si tirano fuori solo i denti ed i muscoli e ci si metteva la maschera del vincente.
Purtroppo mi sono reso conto che anche qui (e non potevo sperare che fosse altrimenti) ci sono i cosiddetti "prestazionisti" che per strani meccanismi di autodifesa o chissà che ergono barriere tra se stessi e gli altri e che non fanno altro che cazzeggiare o sciorinare al mondo intero che non ha chiesto loro nulla, la loro prestanza sessuale... e così ricadiamo di nuovo nel muscolare anche se si tratta di muscoli di cartone... vabbé, de gustibus. Chiusa la parentesi.
I miei piccoli dolori e le mie "frustrazioni" per dirla alla maniera di Lilith (benché odio questo termine) nascono non tanto dall'essere stato in passato rifiutato dalla donna né in quanto BBW né in quanto magra... Sono stato disturbato dalle mal celate recite che hanno spinto tali persone verso di me facendomi grandi apprezzamenti e dicendo che ero una persona da conoscere e poi non ne hanno voluto nemmeno a brodo e non mi hanno dato la benché minima possibilità di tendere loro una mano. Quando si chiudeva si chiudeva. (ed erano loro stesse a decide il come il dove ed il perché, che il più delle volte restava per me un motivo oscuro).
Vorrei vedere del resto chi di voi non sarebbe disturbato all'idea di essere trattato da "cane da compagnia" e poi essere scartato non appena si profila all'orizzonte lo "charming prince". Ma lasciamo perdere, questi sono problemi miei che non interessano nessuno... Però siccome credo che nella vita certe cose siano successe a tutti anche se sotto forme differenti, gradirei che non mi si facesse passare per quello frustrato, dato che i frustrati non piacciono davvero a nessuno. Gradirei che prima di dare la patente del frustrato ad una persona ci si fermasse a pensare un attimo chiedendosi "Ma davvero non mi sono mai trovato in una situazione del genere? E se no cosa avrei fatto come avrei reagito?"
Si tenga conto poi che qui siamo in una canale pubblico dove la gente legge... e a volte prende tutto per oro colato e davvero non vorrei essere preso per sfigato da perfetti sconosciuti che leggessero questi post, solo in virtù di un giudizio su una confidenza fatta pensando di poter parlare serenamente di senza timori di sputtanarsi, ma purtroppo non sempre e così. La colpa non è degli altri, ma è mia che ancora non ho capito un paio di cosette fondamentali:
1) che internet finisce per diventare una cassa di risonanza in cui le impressioni e le sensazioni diventano a volte esasperate.
2) che la parte più vera d se stessi non andrebbe mai data in pasto al pubblico pagante o meno che sia, perché la verità è una cosa assai delicata che non tutti sanno maneggiare con cura.

Chiedo cortesemente a tutti di non aggiungere altre manifestazioni di livore o di sufficienza nei confronti di altre persone che non si sono viste in faccia.
Dico molto sinceramente a Lilith che sono dispiaciuto per la sua uscita sulla frustrazione altrui (che in alcuni casi sarebbe davvero esagerato). Ma chiaramente non posso nemmeno recriminare più di tanto se non mi rendo conto da solo che la patente di sfigato se la becca sempre chi si espone di più.
Mi rendo conto che questa rischia di diventare davvero una discussione che non spunta da nessuna parte. E chiedo scusa a tutti per tutte le volte che sono stato poco chiaro e che l'ho buttata troppo sul personale.
Pe fa la vita meno amara... me so comprato sta chitara...

Author ^Mia^ 15/02/05 - 19:18
IPID: 4AD89919CF
scrivo io:
"Cercate di non innervosirvi e di non soffrire troppo di queste contraddizioni che sono insite nella natura umana vostra e mia.
Accettiamole e metabolizziamole senza scannarci."
scrivi tu:
"Non sono sempre le contraddizioni dentro di noi che ci fanno soffrire ma quelle che vediamo all'esterno che sono cosa ben distinta da ciò che abbiamo dentro."

Sono d'accordo marcè con quanto aggiungi, ma sono anche dell'idea che è proprio nel vedere le contraddizioni nostre, anche solo ad intermittenza e senza eccedere nel rigido moralismo, che riusciamo appunto a capire, lasciar perdere e perdonare le debolezze e le mancanze altrui.
Anche queste, come virtù e punti di forza, sono patrimonio comune ed unanime.
Poi, naturalmente, ci viene chiesto di analizzare la questione, di prendere le distanze e di discernene; se riteniamo che l'interlocutore sia non proprio "al di sotto" ma troppo "altro" da quello che pensiamo, sentiamo e facciamo, è giusto opporre rifiuto e distanza.
Ci sono persone oggettivamente pericolose e di influenza negativa su di noi e col tempo ci si ferra a ricoscere anche quelle, prendendo provvedimenti.
Ci sono persone che per un certo periodo va bene che siano nella nostra vita, ma in altri momenti no.
Ci sono persone che ci turbano, nel bene o nel male, con il loro modo di fare, il loro linguaggio, i loro sistemi cognitivi/comunicativi e non riusciamo ad andare oltre; a volte si avverte invece il bisogno di andare proprio oltre per qualche esigenza personale che poi ci rivela qualcosa di nuovo a noi stessi attraverso quella stessa persona (per)turbante...
Non ci sono regole, la cosa non è mai del tutto esente da fregature, ma bisogna cercare di non prendersela troppo ;)
ciao :)

"Ogni parola è un pensiero;non si può dire lo stesso di ogni frase"(S.T.Lec)

Author Lilith 16/02/05 - 06:02
IPID: 3FFF98F104
R:
[FONT=courier new]


Caro marcello_lib,

ho letto gli ultimi post e sono davvero ammirata dalla chiarezza, semplicità e profondità dell'intervento di ^Mia^, forse, in modo molto chiaro è riuscita a dire quello che da un po' non riesco a dire... e cioè che rilevo un tasso di insofferenza serpeggiante che si traduce in post sempre più duri verso i rappresentanti dell'altro sesso.

Quando ho scritto <<Mi sa che il tasso di dolore e frustrazione circolante in questo sito sia più elevato di quanto non appaia>]>] la frase non andava letta da sola ma con il suo seguito:
<<Al punto che si rischia di irrigidire il tutto, sclerotizzandolo in prototipi di comunicazione: "se dici questo e quello, ok, va bene, se no sei fuori">]>].

Non mi riferivo, evidentemente, a te. Perchè te la sei presa?

Cosa è la frustrazione se non sentirsi impotenti di fronte a qualcosa che non possiamo governare? e come non restare imponenti di fronte al rifiuto ed all'abbandono da parte di chi non vuole aver rispetto di noi quantomeno spiegandoci con onesta "perchè"?

Il senso di rabbia e di delusione che può provare un Uomo grasso di fronte alle presunte amiche affascinate ma che non si compromettono mai sentimentalmente o sessualmente è molto simile a quello che prova una donna grassa che si sente scartata da chi non la trova sufficientemente "decorativa" o preferisce averla come amica del cuore. Credo che tutti ci siamo passati, in un modo o in un altro, ed ognuno ha trovato la sua strada e la sua soluzione.

Il mio riferimento a rabbia e frustrazione però non era rivolto a questo. Era piuttosto una testimonianza di insofferenza verso chi mostra atteggiamenti rabbiosi e li riversa nei posts investendo senza cura e senza rispetto chi gli capita sotto gli occhi. Mi chiedo sempre se la rabbia nasca da fatti personali e poi viene riversata acriticamente qui oppure se si tratta di insofferenza di fronte alla piccineria di ragionamento altrui: in questo secondo caso chi sente di essere "avanti" si stufa nel leggere questioni a suo avviso incoerenti ed irrazionali e sbotta.

Spero di averti chiarito il mio pensiero e ti prego di accettare le mie scuse se ti sei sentito inavvertitamente "toccato" ma francamente non era nemmeno nelle mie più lontane intenzioni.

Infine: ^Mia^, hai ragione ad invitarci ad essere semplici, e non è facile, lo sai, vero?
Da BBW posso però dire una cosa: non me la sono mai presa con gli uomini per il fatto che non volessero stare con me. Non li ho tacciati nè di opportunismo, nè di superficialità nè di cattiveria nè di disonestà. Semplicemetne non gli piacevo, non si innamoravano: ed io non sono brutta o noiosa o scema. Poi ho capito che nel terrore del rifiuto, mi nascondevo dietro paraventi: l'ironia, la supercompetenza professionale, il jolly di comitiva. Perchè evidentemente ero io stessa a giudicare severamente il mio grasso, le mie dimensioni.
Solo con grande fatica ho cercato di vedermi non come quella che sarebbe diventata magra di nuovo, prima o poi, ma come la donna carina e grassa che sono oggi. Ho cambiato tutto in funzione di questa realtà: accettandomi ho cominciato ad ammorbidirmi e ad essere più femminile. Il resto (gli apprezzamenti maschili, il mio sentirmi ed essere piacevole e seduttiva) sono arrivati da soli ed in modo naturale.
Ora, cosa rende diverso un bhm da una bbw?
Seppur vissuti con indole caratteriale e sessuale diverse le difficoltà oggettive sono uguali: nelle parole di marcello_lib ritrovo la me stessa di dieci anni fa. Lo capisco così profondamente da riprovare la stessa profonda tristezza di allora.
Qui si parlava della scoperta di essere FFA, l'ho iniziato io stessa il tread: ma credo sia inevitabile intrecciare molti discorsi che intorno a questo ruotano. Ed è un bene.... serve. Aiuta. Ognuno ci trova almeno una cosa su cui riflettere.

Io credo che per amare ed essere amati "davvero" sia necessario essere profondamente sinceri, autentici, prima di tutto con se stessi: è arte durissima, questa, e può diventare anche un'arma letale. Ma si può esercitare con gentilezza. Si impara col tempo. Tempo fa la dottoressa Graziottin, luminare nel campo della sessuologia, scriveva che i "bravi ragazzi", le "brave ragazze" faticano molto a trovare l'amore o quantomeno a cominciare il percorso che li porta verso la maturità dell'esperienza sessuale e sentimentale. Fatica ad adattarsi, fatica degli altri a doversi rapportare con qualcuno non omologo, fatica fatica fatica... Poi sulle lunghe distanze le brave ragazze ed i bravi ragazzi, forse, recuperano. Ma l'esperienza del rifiuto e della diversità li ha resi ancora più diversi... non so se più profondi o più maturi. Forse.

L'anno scorso sono stata a Piancavallo: ho fatto amicizia con alcuni BHM, con uno in particolare... sentivo in lui il bisogno di isolarsi, di evitare sofferenze, di rinunciare. Porsi a priori come amico per non doversi sentir dire "per me sei solo un amico"... erano piccole verità che trapelavano dai suoi discorsi. Eppure era un giovane uomo estremamente gradevole e simpatico, d'aspetto dolce e protettivo: lo vedevo come un uomo attraente, ma il suo costante controllo ad evitare di far trapelare la propria virilità lo rendeva quasi asessuato, e quindi distante.

Non è che le occasioni che non arrivano, non arrivano perchè si mantiene una distanza di sicurezza eccezionale per evitare sofferenze?

Sono nuova qui: non posso rileggere due anni di posts (che se molti li ho letti) e quindi scusate se ripeto discorsi già fatti, ma ci sono molti giovani uomini e donne entrati da poco, e per loro sono discorsi nuovi...

Scusate se mi sono dilungata.
</font></font></font>
Nessuno mi può giudicare: nemmeno tu! (yeah!)

Author TrallTheFAng 16/02/05 - 06:11
IPID: 2C54F0ADA0
R: la scoperta di essere koda di paglia?
lilith dice:

E' raro che io mi faccia pippe mentali, leggo attentamente tutto e ovviamente interpreto a modo mio. Come te, che interpreti a modo tuo. A me sembra che le pippe mentali spesso te le faccia di più tu. Ma ovviamente non sarai della stessa idea... se non la penso come te, se mi reputi decerebrata, è un tuo fatto personale.




R:Allora la mia ragione sta nel fatto, chi mi legge (anzi fa prima a interpretar come suo solito...col intento per farmi passare subito dalla parte del torto,vedi le code di paglia che si incendiano con la dicitura...."il tuo modo agressivo"...ghghgh...porelli....) ,cmq io parlo, qualcuno urla,esprimo opinioni e analisi basate su fatti, qualcuno si posiziona sulla difesa e accusa sulla base di niente.Che ci guadagno costoro?(sono costoro da manuale ma si considerano originali come un canto effettuato da un gregge di pecore).Sono gia stato nella cosidetta "lista dei cattivi"processato dalla "giuria cappeggiata dal gran pecoraio".Me ne hanno dette di tutti i colori,ma anche le pecore hanno diritto a belare no?ghghgh...lilith ti ho scocciato? non me ne po frega de meno io mi espirmo come cazzo mi pare le mie opinioni bruciano il culo a qualcuno a me non interessa se qualcuno qua dentro blatera "democrazia" dopo due secondi e in grado di fare il contrario.





Sajonara..
Io sono la Zanna e tu la Preda..

Author Lilith 17/02/05 - 22:55
IPID: 3FFF98F104
[FONT=courier new]


boh.

A me il culo non brucia.

bacibaci
</font></font></font>
Nessuno mi può giudicare: nemmeno tu! (yeah!)

Author ^Mia^ 18/02/05 - 09:31
IPID: 976064A86D
Lilith...
"Infine: ^Mia^, hai ragione ad invitarci ad essere semplici, e non è facile, lo sai, vero?"
mi scrivi.
No no, non facile per niente; è uno sforzo quotidiano, continuo e a volte pesante, anche se ne vale al pena sicuramente. :)

"Ogni parola è un pensiero;non si può dire lo stesso di ogni frase"(S.T.Lec)

Author Fragolina 26/02/05 - 10:41
IPID: 62DF0205C8
Cara Mia, soltanto ora ho trovato i miei vechi interventi interenti alla questione delle FFA e a volte il loro "discreto senso del pudore" nel dichiararlo.

Io mi sono sempre dichiarata FFA e i link provano che non è certo una scoperta dell'ultimo minuto, ma un desiderio, un'attrazione, forse un bisogno.....che ho da sempre, da quando avevo 14 anni.

Il mio primo ragazzino era cicciottello, non un bhm, ma sicuramente ciosso o plump.
Ricordo che spesso le mie amichette dei primi anni del liceo criticavano la mia scelta.....a quell'età si è terribili, l'immagine (e l'imaturità) sembra essere tutto.
Mi infastidivano ma non più di tanto perchè amavo il mio ragazzino ed ero convinta sia di ciò che provavo ed ero felice di frequentarlo.

Come sai i miei gusti e le mie attrazioni sono sempre andate in quella direzione anche oggi che di anni ne ho molti di più.

Grazie per avere menzionato i post con le mie risposte!!!

Un abbraccio!!!
La Figlia della Luna e delle Stelle!!!

Author donato 14/01/06 - 22:19
IPID: 7E74623496
E' incredibile............Si, proprio incredibile come vogliamo a tutti i costi sentirci diversi ,distinguerci. Ma cosa vuol dire BBw BBfa e altre sigle che ci stiamo dando o che abbiamo importato? Ok, se proprio vogliamo distinguerci dal resto della cosidetta normalita va bene! ..continuamo a darci sigle che ci aiuteranno solo a sentirci un po piu diversi. Ma prima per fermiamoci un attimo a chiederci se abbiamo proprio bisogno di sentirci ffa bbw o cosaltro e sopratutto che cosa normale e cosa non lo ?
La risposta piu logica che mi viene in mente a questora che la normalit e cio che noi stabiliamo che sia normale e non quelli che gli altri decidano con delle stupidissime ed inutili e incomprensibili sigle.......

^top^
previous topic  << 1  2  3    next topic

Least Visited Users
ClauXXX
 ClauXXX
(21 hits)
Orso1967
 Orso1967
(46 hits)
Carmelos
 Carmelos
(49 hits)
casterbear
 casterbear
(52 hits)
JohanNL
 JohanNL
(53 hits)

Users On-Line

We have 110 users
9 members
101 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.3739 Secs
96.21% mysql, 3.79% php
 21 mysql queries