bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • english italiano

the WALL

  • seasparrow: e' meglio cosi' piuttosto che peggio di cosi'
  • jonny80: Va be, meglio pochi ma buoni 😜
  • Denix: Sempre il solito insomma @connemara
  • connemara: Rientro dopo un po'.. ed in effetti sempre gli stessi online.. e sempre tanti i visitatori.. è sempre gli stessi montatori seriali...
  • Freeda: ... a foza di guardarmi sempre alle spalle XD
  • Freeda: rivolgo un disperato appello agli oltre 130 utenti online: REGISTRATEVI!! la lista dei loggati è la stessa da giorni ed è inquietante... il Montatore mi ha fatto venire il torcicollo, a forza di guard
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣
  • Freeda: ... e a giudicare dalla presenza soverchiante e caparbia di visite maschili ai profili maschili... direi che quasi quasi togliamo definitivamente il disturbo... :D
  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo

Forums

Grupo: Visitors

Categor�as:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  27173
Iniciar sesi�n
Iniciar sesi�n
952 Temas
10.774 Mensajes
1  2  >>
Esenzione ticket per gli obesi

Autor Lilith 29/03/08 - 17:12
IPID: 435B53C308
Ho saputo che è possibile avere l'esenzione ticket sulle indagini sanitarie condotte su persone obese.
Me lo ha spiegato un nutrizionista che è anche medico di base.

In pratica il medico curante deve farvi una richiesta di visita dietologica da effettuarsi presso una USL della vostra città che si occupa di disturbi alimentari: la causale della visita dev'essere per "obesità morbigena".

Sarà il medico stesso ad indirizzarvi presso quale USL andare a fare questa visita. A Palermo si effettua al CE.DI.AL. presso l'Ospedale Ingrassia, nei pressi di Villa Igiea. Il CE.DI.AL. non è un servizio di dietologia, ma di psicologia e si occupa di Disturbi del comportamento alimentare.

A questo punto si effettua la visita: lo scopo è quello di farsi riconoscere ufficialmente nello status di obeso affetto da obesità morbigena (che vuol dire "Obesità che induce a malattie ad essa connesse"): in questo modo si ottiene l'esenzione ticket per tutte quelle indagini cliniche che sono connesse all'obesità. E' ovvio che se ho una tonsillite e devo fare un antibiogramma, non avrò l'esenzione per questo tipo di analisi!
Ma se devo controllare i trigliceridi o il colesterolo, oppure se devo andare a fare una MOC per verificare lo stato delle mie ossa lì posso fruire dell'esenzione.
Fin quando l'obesità non regredisce. Se regredisce, ovviamente l'esenzione viene revocata, com'è giusto che sia.

Il nutrizionista mi ha detto che si può anche fare riconoscere l'invalidità, se l'obesità è di tipo molto grave ed invalidante.

In ogni caso, le amiche (e gli amici) di bibivu che sono a dieta e sotto controllo sanitario, sanno bene quanto costi farsi controllare periodicamente, e daltronde è necessario farlo, ed anche con una certa periodicità, per cui se ci sono degli strumenti che possono alleviare le difficoltà, ben vengano.

E' un diritto.






«La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole.» (Marcello Marchesi)

Autor carnosa 29/03/08 - 17:25
IPID: 41AB88307F
però l'obesità morbigena deve avere un BMI pari o superiore a 50.. quindi vale solo per questo grado di obesità, ho inteso bene?
Laura

Autor Lilith 29/03/08 - 18:09
IPID: 435B53C308
Nè il nutrizionista né il medico mi hanno detto che ci fosse un livello di BMI indicativo.
Tra l'altro è considerata grave l'obesità con BMI superiore a 40.

Io credo che riferirsi in modo rigido al BMI sia una solenne sciocchezza, perchè non siamo tutti uguali: a parità di altezza e peso due persone possono non avere la stessa taglia, perchè una delle due ha ossa più robuste e muscoli più massicci. E meno massa adiposa.

E' esemplare il caso di mia sorella ed una sua amica: entrambe della stessa altezza, con la stessa taglia. Mia sorella pesa ben 15 Kg in più perchè al confronto dell'altra ha una corporatura più robusta dal punto di vista osseo e muscolare. Paradossalmente, l'altra sembra più cicciotta.

Invece credo di aver capito che l'equipe che valuta il paziente verifica se le sue funzionalità motorie sono impedite dal fatto di essere grasso: se fa fatica a prendere oggetti caduti sul pavimento, se ha difficoltà ad allacciarsi le scarpe, se facendo una rampa di scala di corsa ha subito il fiatone, e così via dicendo...


«La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole.» (Marcello Marchesi)

Autor diddla diddla 29/03/08 - 23:16
IPID: 56F8953D24
Io sono stata all'ospedale Ingrassia per una visita al centro dei disturbi alimentari.
Premetto che ho chiamato diverse volte e che mi è stato detto di portare base del medico curante senza specificare cosa bisognava scrivere.....
Arrivata li,dopo 1h e 30minuti.....lamentatami del ritardo assurdo sono stata ricevuta dal psicologo
( il psicologo non faceva nulla...dentro il suo studio sghignazzava con i colleghi e si sentiva che commentava le foto del viaggio di nozze appena conclusosi a San Francisco).
Cmq dopo essermi accomodata,guarda ricetta e mi manda via perchè non era scritta in modo corretto........potevo benissimo riportarla corretta anche il giorno dopo.
Mi spiace ma credo che abbia dimostrato poca professionalità.......
Stati attenti dove e chi vi segue....

Autor Lilith 30/03/08 - 03:02
IPID: 435B53C308
Diddla: avevo già saputo che i medici dell'Ingrassia sono poco garbati, ma quel che importa è il riconoscimento burocratico dello status di obesità morbigena. Per il resto poi una si fa seguire da persone di fiducia.
«La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole.» (Marcello Marchesi)

Autor carnosa 31/03/08 - 09:37
IPID: 75658472FA
ho chiesto questo perchè avevi scritto: la causale della visita dev'essere per "obesitá morbigena".
e la morbigena va dal BMI 50 in su...
so che per esempio a Genova, riconoscono qualche punto di invalidità anche per le obesità meno gravi (a me fu riconosciuta di 2°) ma sono pochissimi punti, quindi praticamente inutili....... ahimè...
Laura

Autor Lilith 31/03/08 - 20:04
IPID: 435B53C308
Io non arrivo a 50 come BMI ed i medici mi hanno detto di fare questa procedura.... probabilmente è cambiata qualcosa ultimamente... non so. Poi, sai, ci sono indicazioni che provengono dal Ministero della Salute ma ogni regione può organizzarsi a modo suo: soprattutto quelle a statuto speciale per cui è possibile che in Sicilia ci siano alcune differenze rispetto alla tua regione.
Io comunque, visto che ho avuto questa informazione, ho pensato che fosse giusto passarla, anche perchè qui in com ci sono persone che hanno il BMI molto alto...
«La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole.» (Marcello Marchesi)

Autor Altherea 11/09/08 - 16:40
IPID: 275B53AE50
non da esperta di obesità ma da esperta di invalidità..

Si considera obesità morbigena chi ha un BMI superiore a 40, si può richiedere un riconoscimento di invalidità presentando all'ausl di competenza, apposita domanda, con allegato certificato medico (che attesti lo stato fisico del pazienze e che specifichi che si chiede invalidità civile!) stato di famiglia (o autocertificazione), carta d'identità e codice fiscale.

L'ausl, tempo due mesi, risponde con un appuntamento a cui presentarsi con tutte le cartelle cliniche, mediche, esami etc che attestino l'invalidità.

A volte danno subito il responso, a volte ci mettono due mesi prima di recapitarvi il responso che può essere:


da o a 34% ------> non invalido

da 34% al 46% -----> assistenza protesica gratuita

dal 46% al 67% ----> assistenza protesica gratuita
iscrizione liste speciali di collocamento

dal 67% al 74% -----> assistenza protesica gratuita
iscrizione liste speciali di collocamento
esenzione ticket

dal 74% al 100% -----> assistenza protesica gratuita
iscrizione liste speciali di collocamento
esenzione ticket
Pensione invalidità (purchè non superiate i limiti di reddito)

100%+accompagnamento ----> quanto sopra + il pagamento dell'invalidità indipendentemente dal vostro reddito



Autor Magie 12/09/08 - 21:34
IPID: 4F0940515F
Magie | editado: sáb., 13 septiembre, 2008 - 22:52 | veces editado: 1
per quanto riguarda la mia esperienza le cose sono leggermente diverse:

1. si richiede la visita per l'accertamento dell'invalidità e la asl entro 2 mesi ti dà l'appuntamento

2. il tempo che intercorre dalla visita all'arrivo del verbale a casa è variabile.
Se l'invalidità non richiede l'erogazione di una pensione d'invalidità i tempi sono più celeri, altrimenti il verbale passerà al ministero delle finanze (di solito per questa operazione ci vogliono 3 mesi) e poi tornerà alla asl di competenza che provvederà a mandarlo a casa di colui che ha richiesto tale accertamento.

io per avere la visita c'ho messo 10 gg, ma per avere il verbale a casa c'ho messo 14 mesi! parliamone.......

Autor Altherea 14/09/08 - 20:37
IPID: 5A354ACBEF
ciao,
io lavoro in un patronato, quindi di domande di invalidità ne presento una media di 5 sei al mese... come ho scritto anche io, dal momento della presentazione della domanda all'appuntamento intercorrono almeno due mesi.

Se si ha diritto al pagamento, la documentazione non passa dal ministero delle finanze, ma viene effettuato tramite l'inps, è l'ausl stessa (c'è un ufficio apposito) che tramite i relativi documenti reddituali ne valuta il pagamento o meno.

Sui tempi di attesa del verbale, è molto variabile, tutto dipende dallo stato di salute del paziente stesso, a volte infatti lo rilasciano nell'immediato.

^top^
tema anterior  1  2  >>  pr�ximo tema

Last New Users
Dolcesguardo41
 Dolcesguardo41
(342 hits)
Freeda
 Freeda
(332 hits)
PizzaGolosa
 PizzaGolosa
(327 hits)
LaMiki
 LaMiki
(261 hits)
micino
 micino
(107 hits)

Users On-Line

Tenemos 140 usuarios
12 registrados
128 Huespedes

record el 13/09/17: 212

mira lista completa
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.2396 Secs
94.15% mysql, 5.85% php
 21 mysql queries