bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣
  • Freeda: ... e a giudicare dalla presenza soverchiante e caparbia di visite maschili ai profili maschili... direi che quasi quasi togliamo definitivamente il disturbo... :D
  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo
  • Master70brescia: apoteosi 8 uomini zero fighe :-) w la qualit :-)
  • Freeda: buona serata a tutti :*
  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  27964
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
<< 1  2  3  4  >>
cambiamenti

Author Lilith 13/08/08 - 23:24
IPID: 7DE644D37B
AzZuRrA
Onestamente io non capisco perch vediate in maniera cos negativa un intervento chirurgico. Non l'unica soluzione, tra le tante, quella che io ho deciso di adottare, quella che vedo pi adatta a me semplicemente




vorrei chiarire alcune cose (penso sia necessario...):

1) il mio post non rappresenta una critica negativa: cercavo invece di capire attraverso quale percorso eri arrivata alla decisione chirurgica: mi interessava molto la tua risposta.

2) ho preso spunto dal tuo messaggio iniziale per avviare una riflessione di tipo generale. Sono molto contenta, ad esempio, che sia intervenuta Luceblu portando la sua esperienza.

3) Io vedo l'intervento chirurgico come estrema ratio cio come risoluzione a cui arrivare se proprio non ci sono altre strade da percorrere: ho la sensazione (ma una sensazione tutta mia, eh?) che intervenire chirurgicamente sia, per il corpo, una violenza. Per sono assolutamente d'accordo sul fatto che sia indispensabile intervenire se la vita della persona seriamente messa a rischio.

Devo per mettere in conto due cose importanti:

1) la maggior parte delle persone che si operata dice che lo rifarebbe tranquillamente e che la qualit della sua vita migliorata. E di questo non si pu non tenere conto.

2) io sono allergica agli anestetici: rischio la vita. Posso sostenere interventi solo se intubata con biossido d'Azoto. L'unica volta in cui mi sono operata in anestesia totale per eliminare una banale cisti, sono andata in shock anafilattico e ne ho pagato le conseguenze per circa un anno. Che fossi allergica l'ho scoperto solo andando direttamente sotto ai ferri... e non c' modo, ancora, allo stato attuale della Medicina Moderna di verificare l'allergia "prima" dell'intervento o di fare dei vaccini per scongiurare il pericolo. Per cui per una come me una operazione simile decisamente "out".


Infine: conosco diverse persone operate di bendaggio allo stomaco. Buona parte di esse dimagrita solo in fase iniziale, poi, essendo tutte mangiatrici compulsive, hanno trovato il modo di aggirare gli ostacoli e di continuare a rimpinzarsi di dolciumi semplicemente adottando strategie diverse. In questo caso (che non il tuo) mi dici a che serve il bendaggio se "prima" non si affrontata la causa interna che spinge a cercare il cioccolatino continuato?

Ho conosciuto a Piancavallo un ragazzo che pesava 190 kg: era reduce da un periodo di 2 anni di bendaggio, grazie ai quali abbinando una forte attivit fisica giornaliera era riuscito a pesare 90 kg. Poi il bendaggio gli si infettato e l'ha dovuto togliere. Risultato: in due anni ha preso 100 kg, mangiando come un pazzo. Evidentemente il suo stomaco non si era abituato a porzioni inferiori.

Il problema, in questi casi, proprio insito nel funzionamento del cervello: evidentemente lo sblocco del limite autoimposto ha scatenato la ricerca compulsiva del cibo.

Non so se sia per questione genetica.
Se sia perch manca qualche proteina che blocchi per tempo i nuclei cerebrali della fame.
O se sia una vera e propria patologia psichiatrica da studiare a fondo.

Non lo so.

Certo che non siamo tutti uguali, e che le vere cause, ancora, non vengono studiate. Temo sia pi lucroso fronteggiare il problema proponendo le soluzioni chirurgiche che affrontare, da parte del mondo della medicina e della psichiatria, le reali cause organiche e/o psicosomatiche.

E' un po' come la depressione: alle case farmaceutiche fa comodo orientare la ricerca in medicina sul contenimento della depressione attraverso i farmaci. Agire sugli effetti. Ma... e le cause? PERCHE' una persona entra in depressione? cosa comincia a non funzionare pi nella chimica del cervello? e perch?

E per noi obesi: ci affanniamo (GIUSTAMENTE) ad arginare gli effetti devastanti dell'obesit ma ancora il perch scattino questi meccanismi perversi di tipo dismetabolico o psicologico in alto mare. E nel frattempo un certo tipo di industria ci prospera su.

Spero tu abbia compreso che non stavo criticando la tua decisione, ma stavo contribuendo con una riflessione di tipo diverso.


La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole. (Marcello Marchesi)

Author AzZuRrA 14/08/08 - 00:23
IPID: 96010CD9FF
Purtroppo parlare per iscritto molto spesso non fa comprendere il tono del discorso che si sta facendo. Se cos non fosse sarei riuscita ad esprimere con maggior chiarezza che la mia non era affatto una risposta risentita nei tuoi confronti. Non ho avvertito una critica nel tuo intervento ma anche io ho tratto spunto da esso, forse generalizzando un po' troppo, per rispondere a tutte quelle persone che vedono un intervento chirurgico come "il demonio".
Credo ci sia un importante precisazione da fare alla base.
Hai parlato di quel ragazzo che ha ripreso i suoi kg dopo aver tolto il bendaggio. Il discorso estremamente pertinente. Ho detto e ripetuto non solo in questo post, ma anche in altre occasioni, parlando dello stesso argomento, che un intervento bariatrico non la bacchetta magica che risolve tutti i problemi.
Non basta fare un intervento per dimagrire, lo testimoniano i migliaia di fallimenti che si riscontrano nel tempo. Ma se un bendaggio non funziona, o un qualsiasi altro intervento di tipo gastrorestrittivo, che ha bisogno di un'elevatissima compliance del paziente, non funziona, non sempre dipende dall'intervento, semplicemente il nostro cervello che non funziona ancora nel modo corretto.
La terapia psicologica ed il supporto di un nutrizionista sono fondamentali, per non dire determinanti; l'intervento una grossa spinta che necessaria a molte persone per iniziare a camminare. E' ovvio che se a questo non far seguito il resto, sar stato inutile sottoporsi allo stress di un intervento.
C' un dato di fatto: facendo due conti matematici e semplici, riesci ad immaginare quanto tempo dovrebbe stare a dieta una persona che ha da perdere pi di 50 kg ed a quale ritmo? Perderebbe le speranze anche un santo...
Non si fa un intervento di chirurgia bariatrica perch cos posso continuare a mangiare gelato e nutella quanto mi pare, si fa perch voglio cambiare il mio stile di vita, perch voglio stare meglio. Non la soluzione, solo la strada per trovarne una adeguata di soluzione.
Ora, che ci siano casi limite come il tuo, per cui non puoi sottoporti ad anestesia o come senza dubbio ce ne saranno di altri, io non lo metto in discussione, ma sono eccezioni. Per il resto chi sente di dover ricorrere ad un aiuto, grande o piccolo che sia, pu farlo tenendo in considerazione che non un punto d'arrivo ma solo l'inizio di un percorso.
C' da dire che nel tempo mi capitato di sentir parlare di medici poco scrupolosi che sottopongono persone alla chirurgia anche quando non ce n' bisogno, anche senza un valido supporto psicologico a sostegno del percorso. Ecco, cos facendo queste persone inficiano il lavoro di tanti altri che invece si pongono con scrupolo dinanzi ai loro pazienti.
Quando tre anni fa feci il bendaggio, il mio chirurgo mi disse chiaro e tondo in faccia che non avrebbe funzionato, che non era l'intervento adatto a me, ma io ho voluto fare di testa mia, per paura di interventi che consideravo invasivi, per non aver avuto fiducia in quello che lui mi proponeva. Ora mi trovo con un pacco di esperienza in pi ma con ancora tanti kg da perdere ed un intervento da rifare.
Certo non potevo sapere come sarebbe andata, n come andr da adesso in poi, di certo per s che non credo di essere arrivata una volta che avr fatto l'intervento, ma solo di essere ripartita...
Spero che anche il mio pensiero sia chiaro e ti assicuro che, anche se spesso uso toni forti, non sono un attacco nei tuoi confronti; semplicemente troppo spesso ormai vedo gente che si piange addosso ma di concreto non fa nulla per stare meglio, nascondendosi davanti a mille parole e siccome s bene come ci si sente con un'altra persona sulle spalle, dico a ragion veduta che le soluzioni sono tante, l'importante e volerle trovare.
.....siamo virgole in discorsi inutili......

Author chrysalis 14/08/08 - 13:12
IPID: 86B273A5F9
chrysalis | last edit: Thu, 14 August, 2008 - 13:24 | total edit: 1
AzZuRrA

Ma se un bendaggio non funziona, o un qualsiasi altro intervento di tipo gastrorestrittivo, che ha bisogno di un'elevatissima compliance del paziente, non funziona, non sempre dipende dall'intervento, semplicemente il nostro cervello che non funziona ancora nel modo corretto.



Intendi che c' chi, pensando di aver risolto con l'intervento, non presta attenzione a come mangia dopo?

Beh un po' quello che dicevo di quella mia conoscente, pensava che l'intervento le permettesse di mangiare liberamente "schifezze" e non aveva imparato a nutrirsi in modo sano.






AzZuRrA
l'intervento una grossa spinta che necessaria a molte persone per iniziare a camminare.



Hai ragione, non l'avevo vista cos.

E in fondo hai coraggio perch non certo facile.

Ma soprattutto stai facendo qualcosa PER TE invece di piangerti addosso.


Azzurra, volevo chiederti solo una cosa.

Tu dici di non essere una "mangiona" nel senso che non senti il bisogno di grandi quantit di cibo e ti capisco perch per me lo stesso.

Sono andata a leggere qualche notizia su questo tipo di intervento, per non ho capito se tu non mangi tanto come pu aiutarti ridurre la capacit dello stomaco?




Un abbraccio grande, facci sapere!

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author AzZuRrA 14/08/08 - 14:15
IPID: 9082C29A5C
Questo intervento un intervento importante nella cura dell'obesit perch insieme alla porzione di stomaco che viene asportata, viene portata via anche una ghiandola la quale la responsabile della produzione di un ormone che ci induce il senso di appetito. Come dice anche Luceblu, non solo si sente l'esigenza di mangiare di meno, ma passa anche la voglia di mangiare determinati cibi. Cos si aiuta sia chi ha problemi con le grandi quantit, che chi ne ha con le cose che mangia per come sono condite magari o per la loro composizione.
Per quel che riguarda le persone, anche se pu sembrar strano che qualcuno affronti un intervento per poi non cambiare il suo tipo di alimentazione, ti assicuro che succede pi spesso di quanto tu possa immaginare. S convinti che perch ci si operati si possa mangiare di tutto, ma non cos. Per poi dire alla fine che l'intervento non funziona....

.....siamo virgole in discorsi inutili......

Author Lilith 15/08/08 - 01:49
IPID: 54A2E802F5
AzZuRrA
Spero che anche il mio pensiero sia chiaro e ti assicuro che, anche se spesso uso toni forti, non sono un attacco nei tuoi confronti



No, no, tranquilla: sei stata sempre disponibile e gentile nei tuoi discorsi, e non mi sono sentita affatto attaccata.

Piuttosto... continuo a non capire.... Ma se, come affermi tu, non sei una mangiona, a che serve ridurre le dimensioni dello stomaco e togliere la ghiandola che regola l'appetito?

Io per esempio, mangio in modo normale, quantitativamente parlando. Non faccio fuoripasto, e se proprio mi vien fame prendo un frutto o uno yoghurt magro, eppure eccomi qua nella sfolgorante bellezza dei miei 118 kg!
Penso che se facessi intervento simile non dimagrirei di un etto.

Per concordo perfettamente con te quando dici che l'importante cominciare a camminare e fare concretamente qualcosa per se stesse.


La parte preparatoria dei rimorsi, di solito, e' abbastanza piacevole. (Marcello Marchesi)

Author AzZuRrA 15/08/08 - 05:38
IPID: C064D96D2E
Questo dovresti chiederlo al mio metabolismo, probabilmente lui ne sa pi di me perch sono anni che tento di comprenderlo.
Non sono una che va pesante sulle quantit... io mangio al massimo 80 gr di pasta ora che ho il bendaggio, senza riuscire ad aggiungere altro e di solito la mia cucina non mai ricca di condimenti e grassi. Quando cucino in maniera pi elaborata poi cerco di compensare nei giorni a seguire. Per per esempio spesso mi capita di passare un pomeriggio intero a mangiar porcherie. Soprattutto quando sto a casa a studiare.
Quando dico di non essere una mangiona intendo dire che non sono una persona che fa grandi abbuffate ma probabilmente il mio modo di mangiare qualcosa di sbagliato ce l'ha o ce l'ha avuto altrimenti non sarei mai arrivata al mio peso.

Con la sleeve il principio eliminare anche quella fame nervosa che ti porta spesso a mangiare per noia, anche se non mangia grandi quantit di cose le calorie ci mettono davvero poco a salire.
Inoltre con un intervento come la sleeve il tuo stomaco si riduce ad una capienza di 200 ml, che banalizzato in maniera estrema vuol dire il contenuto di neanche due bicchieri di plastica, ora credo che questo sia l'unico modo di ridurre in maniera drastica le calorie senza dover necessariamente morire di fame. Quindi anche il mangiar poco a confronto sembrerebbe gi troppo.
Io non credo che non perderesti peso facendo quest'intervento ma credo lo stesso che non sia il modo adatto a te ed il motivo principale che non ci credi. Le cose in cui non si crede difficile che riescano.

Ti ripeto, io non so se sia il modo giusto, so che qualcosa si deve pur fare e quando i kg da perdere sono davvero tanti, o parti con una marcia in pi o davvero difficile arrivare al traguardo.
.....siamo virgole in discorsi inutili......

Author AzZuRrA 02/09/08 - 11:50
IPID: 2FF4467BB8
Ci siamo...
l'intervento per togliere il bendaggio stato fissato a Brescia per il 26 settembre. E cos iniziamo.
.....siamo virgole in discorsi inutili......

Author mordilla_38 mordilla_38 02/09/08 - 12:52
IPID: 385428EC4C
AzZuRrA
Ci siamo...
l'intervento per togliere il bendaggio stato fissato a Brescia per il 26 settembre. E cos iniziamo.


tantissimi auguri, stai tranquilla andr tutto bene!
ciao, un abbraccio!
ics

Author Luceblu 02/09/08 - 16:40
IPID: AF16B3FCA4

Vai tranquilla e sii serena vedrai che andr tutto benissimo perch noi da qui ti penseremo tanto tanto e il nostro pensiero ti far tanta compagnia.
Mi raccomando non mollare e stringi di denti vedrai che i risultati ne varranno la pena ...

Mille baci

Luceblu

E se non ottieni quel che speravi...non rassegnarti... non arrenderti mai ...

Author chrysalis 03/09/08 - 22:00
IPID: A148D556BD
AzZuRrA
Ci siamo...
l'intervento per togliere il bendaggio stato fissato a Brescia per il 26 settembre. E cos iniziamo.



La mia opinione su interventi di questo tipo la conosci, ma ci non toglie che ti faccia il mio in bocca al lupo!

Ti auguro che sia la soluzione giusta per te!

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

^top^
previous topic  << 1  2  3  4  >>  next topic

Least Visited Users
ClauXXX
 ClauXXX
(21 hits)
Orso1967
 Orso1967
(46 hits)
Carmelos
 Carmelos
(49 hits)
alemi72
 alemi72
(53 hits)
falco74
 falco74
(53 hits)

Users On-Line

We have 123 users
10 members
113 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.3458 Secs
95.67% mysql, 4.33% php
 21 mysql queries