bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • Silver_Surfer: Buona giornata ✌
  • ezanfi1980: ...buon soleggiatomafreddoloso giorno, che l'ozio e la nullafacenza sia con voi...o per lo meno con me di sicuro!!
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • connemara: A parte qualcuno..... ^_^
  • seasparrow: e' meglio cosi' piuttosto che peggio di cosi'
  • jonny80: Va be, meglio pochi ma buoni 😜
  • Denix: Sempre il solito insomma @connemara
  • connemara: Rientro dopo un po'.. ed in effetti sempre gli stessi online.. e sempre tanti i visitatori.. sempre gli stessi montatori seriali...
  • Freeda: ... a foza di guardarmi sempre alle spalle XD

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  27973
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
<< 1  2  3  4  5  [12]  >>
La scintilla

Author chrysalis 22/08/08 - 21:41
IPID: 23755FF790
talya
secondo me ogni consiglio, aiuto o suggerimento perfettamente inutile... ognuno trova la propria strada quando pronto dentro e nemmenos e ne accorge, per qualunque cosa....





E' vero, ognuno trova la propria strada per vie misteriose e spesso indecifrabili, ma sono anche convinta che il dialogo sia sempre un arricchimento.

Per vedere le cose da un altro punto di vista, per scoprire come altri hanno affrontato le stesse difficolt magari reagendo diversamente, per non sentirti solo in questa battaglia.

E per capire che la battaglia non contro di te n contro il tuo corpo ma per te, per il tuo corpo.

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author Miranda 23/08/08 - 09:10
IPID: DF996A3E59
ognuno e' libero di pensarla come crede....

ma io stessa che svolgo per mestire certe discipline esoteriche
sbalordisco quando sento associare....i pianeti o altre forze inspiegabili
a un problema medico.

ma stiamo scherzando ???

il viaggio perlustrativo dentro noi stesse e' molto duro e pericoloso
da fare senza un aiuto medico si rischia di impazzire e ve lo dico per esperienza.Non bisogna mai dimenticare di rimanere con i piedi perterra
anche quando si decide di cercare dentro la nostra anima cosa ce' che non va che non ci permette di dimagrire.

ragazze care... pianeti ed energie o il sentirsi carina per qualcuno o per indossare un vestitino sono tutti paliativi che possono andare bene per una che deve perdere 3-5 kg...oppure lasciano il tempo che trovano...il perdere appunto solo qualche kilo per riprenderli e spesso con gli interessi.

Per chi e' vittima della consolazione da cibo come noi obesi o anche chi e' meno grasso ed e' solo un po' paffuto...se non e' FORTMENTE MOTIVATO
non ce la fara' mai a rimanere a dieta per lunghi periodi.
LA DIETA si puo' affrontare solo se abbiamo una forte motivazione...
come uno spavento se stiamo male ..ma molto male...
oppure il raggiungere un grande obbiettivo...tipo indossare il tanto desiderato abito da sposa che segna la nostra esistenza.

INOLTRE..se viviamo una condizione di dispiacere per cui il cibo e' diventato il nostro rifugio segreto dalle agonie quotidiane....se non ci sbarazziamo di cio' che ci fa soffrire ce lo possiamo scordare di riuscire a mantenere un regime alimentare adeguato.

UlTIMO appunto..inoltre, se abbiamo la sfortuna di essere nate con un carattere troppo sensibile e troppo fragile e nel tempo abbiamo delegato al cibo il ruolo di abbraccio consolatore...la dieta sara' un problema che ci poteremo nella tomba, perche' il cibo non e' una persona che prima o poi ci abbandona...o un animale che prima o poi ci lascera'..o un espressione che ci lacera' sole....il cibo C'E' SEMPRE quando abbiamo bisogno di una carezza nell' anima....
triste....
eppure e' cosi.
del vizio e delle debolezze sono prigioniera.

Author chrysalis 23/08/08 - 14:37
IPID: 82AC2BF10A
Miranda

ma io stessa che svolgo per mestire certe discipline esoteriche
sbalordisco quando sento associare....i pianeti o altre forze inspiegabili
a un problema medico.



Miranda...quella dei pianeti era una battuta per dire che la scintilla tutti l'abbiamo provata ma facciamo fatica a capirne l'origine e soprattutto come sollecitarla!




Miranda
LA DIETA si puo' affrontare solo se abbiamo una forte motivazione...
come uno spavento se stiamo male ..ma molto male...
oppure il raggiungere un grande obbiettivo...tipo indossare il tanto desiderato abito da sposa che segna la nostra esistenza.



Esatto, con scintilla intendevo motivazione...



Miranda
se abbiamo la sfortuna di essere nate con un carattere troppo sensibile e troppo fragile e nel tempo abbiamo delegato al cibo il ruolo di abbraccio consolatore...la dieta sara' un problema che ci poteremo nella tomba,


L'ineluttabilit del destino?

Se cos fosse io che sono stata gi un beb sovrappeso dovrei abbandonare ogni speranza di farcela?

Che faccio, mi ritiro nel mio antro con una scorta di cibo fino alla fine dei giorni?

E' una visione un tantino pessimistica persino per me che non sono la figlia di Tonino Guerra!

Probabilmente tu, come me e come tantissimi, hai tentato e sei caduta molte volte ma io mi rifiuto di pensare che non potr mai cambiare nulla.

In meglio ovviamente.

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author Miranda 24/08/08 - 01:11
IPID: 07D9D37443
perdonami....
ma io per scintilla intendo quel qualcosa che scatta in noi che vien da se e ci spinge verso una forza inconsapevole che magicamente ti aiuta e ti risolve il problema.

io per ..forte motivazione intendo un qualcosa che ci da la forza consapevole di iniziare un cammino duro e torutoso,sapendo che sara' lungo e difficile e non sospinto da un breve e passeggero entusiasmo....direi che il concetto e' simile ma diverso.

capisco la battuta dei pianeti.....
ci si attacca a tutto pur di non sprofondare nella depressione al cospetto della parola dieta.... ma contro il destino non ce' nulla.
un giorno lessi nel mio oroscopo che non sarei mai riuscita a risolvere il mio problema di peso e mi venne da ridere pensando che sarebbe stato impossibile e bastava solo un po di buona volonta' e la dieta era un gioco da ragazzi...
un giorno mi dissero che avevo una fattura a morte e che sarei morta strangolata dal mio stesso cibo grassa e infelice...non puoi immaginare le risate che mi sono fatta...
un altro giorno lo psichiatra mi disse che se non mi sarei allontanata da certi tipi di problemi non ce l avrei mai fatta...
l endocrinologo lo disse pure lui per questioni di ormoni...
cosi come diversi dietologi..migliorare si...ma risolvere completamente sarebbe stato difficilissimo....
il personal trainer schifato asseri' che il grasso e' una dura sfida..se poi e' grasso vecchio e datato non se ne parlava proprio a tentare al partita...
...eppure...
io non sono pessimista e non mi abbatto sperando che qualche benedetto giorno qualcosa possa invece cambiare le cose...
ma sono consapevole che per una serie di fattori emotivi e fisici
magra non lo saro' mai piu' a meno che non mi rinchiudano in galera ad acqua e pane per tre anni.

del vizio e delle debolezze sono prigioniera.

Author chrysalis 24/08/08 - 11:33
IPID: 72BE3A687B
Miranda
perdonami....
ma io per scintilla intendo quel qualcosa che scatta in noi che vien da se e ci spinge verso una forza inconsapevole che magicamente ti aiuta e ti risolve il problema.

io per ..forte motivazione intendo un qualcosa che ci da la forza consapevole di iniziare un cammino duro e torutoso,sapendo che sara' lungo e difficile e non sospinto da un breve e passeggero entusiasmo....direi che il concetto e' simile ma diverso.



N l'uno n l'altro, non dico che la scintilla sia la bacchetta magica che ti durante la dieta ti rende immune dalle frustrazioni e dalla fame, ma in certi momenti - per una misteriosa (almeno per me9 coincidenza di fattori - sei in grado di affrontarle senza soccombere e se una volta cadi non ti dai la croce ma ti rialzi e riprendi da dove hai lasciato.






Miranda

un giorno mi dissero che avevo una fattura a morte e che sarei morta strangolata dal mio stesso cibo grassa e infelice...

un altro giorno lo psichiatra mi disse che se non mi sarei allontanata da certi tipi di problemi non ce l avrei mai fatta...

l endocrinologo lo disse pure lui per questioni di ormoni...

cosi come diversi dietologi..migliorare si...ma risolvere completamente sarebbe stato difficilissimo....

il personal trainer schifato asseri' che il grasso e' una dura sfida..se poi e' grasso vecchio e datato non se ne parlava proprio a tentare al partita...



A parte l'oroscopo, queste parole sono la dimostrazione come persone che dovrebbero essere qualificate per aiutarci ad affrontare e sostenere la lunga strada per liberarci dal sovrappeso, siano invece degli emeriti imbecilli.

Alzi la mano chi non ne ha conosciuto qualcuno!





Miranda
io non sono pessimista e non mi abbatto sperando che qualche benedetto giorno qualcosa possa invece cambiare le cose...
ma sono consapevole che per una serie di fattori emotivi e fisici
magra non lo saro' mai piu' a meno che non mi rinchiudano in galera ad acqua e pane per tre anni.


Il primo dietologo da cui sono stata a 16 anni (prima sempre Weight Watchers ma di mala voglia, non era una mia scelta) indic per la mia altezza un pesoforma tra i 44 e i 47 kg.

Io lo guardai e gli risposi "Certo, nella tomba..."

Anche se il mio ideale di donna perfetta la taglia 42 so benissimo che non un traguardo obiettivo e non mi pongo ora il punto di arrivo, ma un passo alla volta.

O meglio, appena ri-partir e comincio a credere di non voler aspettare ancora troppo nel limbo...

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author selenedilunaxxxlll 25/08/08 - 00:08
IPID: B1FCD177C7
Voglio parlarvi della mia esperienza, a proposito di sovrappeso. Salto i primi anni in cui esistito il solito problema della bambina robusta, incontro un medico esperto in terapie naturali e psicoanalisi che nell'89 mi fa fare un digiuno di 11 giorni. Lo so che i digiuni non si fanno ma in quel momento quel medico mi sembrato credibile ed io gli ho dato retta, fine del digiuno 72 kg, da quel momento sono lievitata, nel giro di 6 anni da 72 a 130 kg. Ho cominciato nel 97 una dieta rigidissima che mi ha portato circa a 90 kg, da allora, con lo stesso medico e l'aiuto di uno psicoterapeuta sono aumentata e diminuita circa 40 kg, nel2004 Weight watchers che si conclusa con un grandissimo blocco perch per mesi non sono diminuita pur restando a dieta, cos basta diete, il mio peso ricomincia a lievitare.
Lo scorso anno mi sono fermata ed ho detto : Basta alle diete, dopo pochi mesi ho smesso di ingrassare ed hanno smesso anche coloro che con me hanno detto stop alle diete. Sto sperimentando, il peso diminuisce utilizzando determinate regole che non sono le diete e di cui ho parlato in un altro post, se ci sono dei grandi blocchi emotivi aumenta. Riesco a risolvere questi blocchi (L'ultimo si risolto con un rimedio omeopatico) e ricomincio lentamente a perdere peso. Ho poi trovato una vasta bibliografia relativa alle diete e alla loro pericolosit, nonch all'impossibilit di essere seguita da parte di nessuno.
Comunque da maggio ad adesso non ho seguito diete, non ho avuto cibi proibiti e ho perso 4 kg. Li ho recuperati dopo l'assistenza fatta a mia madre e liti varie con i miei fratelli con cui in genere mi relaziono poco perch abito in un'altra citt, li ho adesso di nuovo eliminati dopo che sono tornata a casa, mi sono messa tranquilla e mi sono presa quel rimedio omeopatico a cui accennavo prima.
Quello che importante che smettendo di fare diete la bulimia finita, quando ho bisogno di un cibo consolatore un piccolo gelato o un piccolo dolce, poi ho imparato degli esercizi per consolare la bambina che in me e che cerca il cibo.
Insomma sono diventata naturopata essenzialmente per questo: per guardare il problema dall'interno e da settembre dell'anno scorso non sono pi ingrassata ma cominciato un leggero dimagrimento.
E' vero, io oggi peso 136 kg e sono alta 1,50 ed in teoria ci potrei stare 100 anni per perdere il mio peso superfluo, ma in questo anno ho fatto tanti passi e capito tante cose e, spero, che da questo momento il processo si acceleri.
Un bacio
Linda

Author Miranda 25/08/08 - 00:54
IPID: 105D584DDD
i trucchi e gli stratagemmi che inventiamo per ingannare (aiutare) noi stesse sono davvero infiniti....
io sono cioccolato dipendente e quando cerco l assuefazione da cibo in qualche altra pietanza meno .... calorica mangio senza ritegno qualsiasi cosa e allora quando mi succede meglio mangiare subito qualcosa che contenga il cioccolato cosi non dimagrisco ma almeno faccio meno danni alla digestione....
a volte mi guardo indietro e fantozzi non e' nesssuno.....
ho provato l aroma terapia...cioe' a tenere un boccetto di profumo al cioccolato da...sniffare...invece che ingerire....ma avevo timore di ingerirlo in qualche raptus notturno e ho preferito lasciare...
ho provato il bagnoschiuma al cioccolato era una vera goduria immergersi nella vaniglia e nel cacao...mi sentivo una biscottona ....ma non ho trovato marche che non seccassero la pelle e ho dovuto scegliere se continuare a gocare al biscotto o salvaguardare l epidermide.....
poi...ultima bravata....dal parrucchiere mi son fatta anche il color cioccolato...ma per riprendere una tinta nera ci volevano qualche seduta...ero tutta soddisfatta del mio color cioccolato quando l ultima volta si e' sbagliato e ho rifatto dinuovo il nero....
ma ditemi voi....se non e' sfiga......
pero' e' divertente .. pensare a come fregare la mandibola e a rimanere dipendenti da cioccolato solo nella fantasia....
ma visto i vari tentativi...
non mi rimane che provare un bell amante color cioccolato.....
ihhihihiihhi
forza donne...

un giorno ce la faremo....

(io credo nei miracoli)
del vizio e delle debolezze sono prigioniera.

Author selenedilunaxxxlll 25/08/08 - 11:04
IPID: A6658DFDD5
Miranda
permettimi di dirti una cosa per esperienza personale.Fino a quando te lo negherai il cioccolato ti perseguiter. Prova a mangiarlo, senza limitarti, credimi al terzo giorno imparerai a mangiarne un pezzetto o due e poi lo ridimensionerai.
Tutto quello che ci vietiamo ci attira.
Linda

Author chrysalis 25/08/08 - 14:35
IPID: EA9CBC474F
selenedilunaxxxlll
Sto sperimentando, il peso diminuisce utilizzando determinate regole che non sono le diete e di cui ho parlato in un altro post, se ci sono dei grandi blocchi emotivi aumenta.

Riesco a risolvere questi blocchi (L'ultimo si risolto con un rimedio omeopatico) e ricomincio lentamente a perdere peso.



Linda non ho ben capito il tuo metodo, segui regole particolari?

Io ho notato che - nei momenti in cui ricado nel mangiare disordinatamente,
confusamente (non bulimia ma poco conta) - ho perso il controllo del mio corpo:
non riesco ad ascoltarlo, interpretare i suoi segnali...

Capire quando si ha fame e quando invece la risposta ad altri problemi, capire di cosa si ha fame : non facile come sembra.

Tra le diete mi sono trovata meglio con la Weight watchers, era la pi praticabile come regime alimentare e la migliore perch l'incontro con le altre e con animatori (bravi ed ex grassi)
poteva essere un forte sostegno psicologico.

Ora vorrei ripartire, di fascicoli della dieta WW ne ho una marea, per il resto cercher di capire
cosa desidera e di cosa ha necessit il mio corpo
e soprattutto non dimenticare mai pi che io vengo prima di tutto e tutti.

I miei fallimenti sono affare mio, le mie vittorie sono solo merito mio.











selenedilunaxxxlll
E' vero, io oggi peso 136 kg e sono alta 1,50 ed in teoria ci potrei stare 100 anni per perdere il mio peso superfluo, ma in questo anno ho fatto tanti passi e capito tante cose e, spero, che da questo momento il processo si acceleri.



Non mi sembrano vittorie irrilevanti, un passo avanti per piccolo che sia comunque pi vicino alla mta!

L'errore di chi vuole dimagrire spesso sottovalutare i piccoli progressi in vista unicamente dell'obiettivo finale.

Un abbraccio!







Miranda, il cioccolato anche la mia droga e ormai ho capito che se mi prende la crisi di astinenza devo mangiare cioccolato.

Perch se no inizio dal frutto, poi lo yogurt e via dicendo tutti gli alimenti via via pi calorici fino ad arrivare al cioccolato.

Sazia di cose che non volevo, mentre bastava assecondare quel desiderio.


Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author mordilla_38 mordilla_38 25/08/08 - 15:15
IPID: 385428EC4C
nuvola78
Io lo chiamo L'ALLINEAMENTO DEI PIANETI dato da una serie di fattori non sempre governabili... come ad esempio la forza di volont che a volte c' e a volte no.... ... ma se devo dirti tutta la verit non so nemmeno io bene che cosa mi fa scattare la molla... una serie di cose... appunto l'allineamento dei pianeti



Io invece lo chiamo "insight", termine con cui si indica un improvviso cambio di prospettiva con conseguente scoperta della soluzione del problema, l'aver trovato il tassello del puzzle che riesce a completare il quadro, come se i pezzi, dapprima sparsi, avessero trovato la strada per riunirsi e combinarsi.
Il mio pezzo l'ho trovato lo scorso giugno, quando improvvisamente ho capito che era finalmente giunto il momento di mettermi a dieta.
Nel frattempo gli altri tasselli del puzzle si erano modificati:
ho capito che la mia salute troppo importante per lasciarla sola e senza cure, che avevo portato troppo avanti la cura della mia mente per non accompagnarla alla cura del fisico, che ci si vuole bene in molti sensi e che mangiare in modo disorganizzato significa non volersi bene affatto. Da un po di anni in qua faccio solo e unicamente quello che mi fa stare bene, ed ho vicino solo e unicamente persone che mi fanno stare bene. Non ho mai voluto e tuttora non voglio dimagrire per nessuno, lo faccio per me perch sto meglio cos.
Non mi sono comunque fissata sui chili da perdere o sul peso forma da raggiungere: mi sono rivolta ad una dietologa la quale mi ha spiegato molto chiaramente che per vivere bene limportante avere un buon equilibrio tra le percentuali di massa magra, grassa e acqua, per cui il mio obiettivo raggiungere tale equilibrio. Nel frattempo i chili diminuiscono (sono a meno 31 in un anno e due mesi), ma questo so che meno rilevante rispetto agli altri valori.
So anche che la dieta non sar eterna: una volta raggiunto tale equilibrio, lorganismo funzioner come se fosse sempre stato magro ed equilibrato. Comunque ormai lo stile di vita questo e non ne soffro affatto.
La cosa importante per da dire che dietro questo cambio di atteggiamento c un profondo e lungo percorso, che stato anche doloroso sotto certi punti di vista, fatto con una terapeuta e durato 10 anni. Un cambiamento che ha coinvolto ogni aspetto della mia vita e proprio per ultimo (e dopo aver finito la terapia oramai 7 anni fa) latteggiamento verso il cibo.
Non trovo pi niente di consolatorio nel cibo, lo diventa solo se il cibo che ingerisco sano.

ics

^top^
previous topic  << 1  2  3  4  5  [12]  >>  next topic

Random Males
Bomber
 Bomber
(1,150 hits)
dalecooper
 dalecooper
(80 hits)
angelofoblivion
 angelofoblivion
(113 hits)
ludovico_il_moro
 ludovico_il_moro
(572 hits)
luca9
 luca9
(1,076 hits)

Users On-Line

We have 97 users
7 members
90 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.4676 Secs
96.76% mysql, 3.24% php
 21 mysql queries