bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?
  • Silver_Surfer: Ma la neve brutta... fredda 😂✌
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • ezanfi1980: ....la neve, Silver....la neve
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • Silver_Surfer: ...chi era il latitante ezanfi?

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  31258
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
<< 1  2  3  4  5  [7]  >>
diario alimentare

Author Lilith 13/11/10 - 23:16
IPID: 1047B0D6F7
chrysalis
CicciFata
l'esperienza su campo che serve a capire sapere comprendere ce l'abbiamo solo noi quindi possiamo essere un buon sostegno l'un l'altra sia sul versante pratico che psicologico.



E' proprio questo che intendevo, perch di "tabelle" per la dieta ognuno di noi ne ha una collezione, diete sane ed equilibrate ma non ti dicono come superare i momenti critici.

L'esperienza ma anche semplicemente la condivisione con altre persone che ci sono passate/ci stanno passando conta molto. Io con i dietologi non ho mai avuto dialogo: entravo, mi pesavo, predevo la dieta settimanale e me ne andavo.
La differenza con la Weight Watchers era proprio che l'animatore era un ex grasso, aveva vissuto sulla sua pelle gran parte degli stati d'animo e sapeva cosa vuol dire sentirsi giudicati dagli altri per il peso.



compilare un diario alimentare ha un senso solo se lo confronti con uno specialista che ti indica gli errori alimentari, altrimenti una esercitazione in puro stile contabile.

Fai gli errori, li annoti diligentemente, ma siccome non sai che sono errori rischi di continuare a ripeterli...

Alla weight watcher il diario alimentare si confronta, infatti con l'esperto.

E' quella di Alice2 la vera esperienza di diario alimentare: dopo aver scritto, la lettura, il confronto, l'analisi sul perch di certe scelte e non di altre, la proposta di feed-back per riprendere le redini dell'alimentazione seguendo invece percorsi pi corretti.

Noi, per quanto grandi lettrici ed esecutrici di diete, siamo di fatto inadatte a commentare un diario alimentare per moltissimi motivi:

1) siamo ancora cicce, ergo: qualcosa nelle nostre teorie del fai-da-te non funziona, se no saremmo dimagrite permanentemente;

2) siamo portatrici di un milione di teorie tutte in contrasto fra loro. C' chi dice che siamo fisicamente vocati al vegetarianesimo e chi si sente onnivoro sin nelle midolla; chi afferma con sicurezza che la frutta nello stomaco fermenta e chi, invece si ostina a dire il contrario. C' chi declama le virt della metformina e chi invece la stigmatizza perch il suo specialista dice che pericolosa. Chi parla di calorie in maniera doviziosa e chi invece convinta che le calorie siano una forzatura madornale che non ha una sua logica vista all'interno di un sistema biochimico come il corpo umano... Non ne usciremo mai... non ci riescono nemmeno i medici, figurarsi noi!

3) in virt del punto due, non esiste tra noi nessuno, universalmente accettato da tutti e tutte come competente ed affidabile, che possa sciogliere nodi ed evidenziare con sicurezza gli errori che commettiamo mangiando, anche perch noi non siamo tutti uguali e se per me, tanto per fare un esempio, una dieta iperproteica ottima, per un altra veleno. Quindi un errore alimentare mio non detto che sarebbe altrettanto errato nella dieta di un'altra persona... (vi ricordo che la teoria dell'alimentazione coerente coi gruppi sanguigni sta sempre pi acquisendo grande credito, e che quel che va bene per una persona del gruppo zero, sarebbe un grave errore alimentare per una persona del gruppo A); tra l'altro i pochi medici e paramedici che sono intervenuti qui spesso lo hanno fatto con una supponenza irritante perch stigmatizzavano il comportamento e le affermazioni altrui ma non si mettevano in gioco parlando di se, delle proprie esperienze e spiegando che ci stavano a fare qui in com (spesso ho avuto la sensazione che qualcuno approdasse qui alla ricerca di potenziali "clienti": come serbatoio per dietologi, nutrizionisti, senologi, ginecologi eccetera bibivu una com abbastanza appetibile);

4) nonostante i tre precedenti punti, penso che se un gruppo decide liberamente di confrontarsi questo sia giusto e sacrosanto. Io mi trovo nella non voglia di condividere con voi il mio diario alimentare e non per pudore, ma perch dopo averlo fatto per iscritto sul mio quaderno (mi serve per evitare errori e riproporre alimenti che invece mi permettono di ottenere risultati pi efficaci) dove lo scarabocchio alla meno peggio poi mi romperebbe da morire dovere PURE ricopiare qui quel che ho scritto... io sono come persefone che al terzo giorno di registrazione del diario alimentare si scorda il perch s'era ripromessa di scriverlo ordinatamente tutti i giorni....


In Sicilia, lavorare e sfottere sono attivit che stancano. Meglio farle a pancia piena...

Author chrysalis 14/11/10 - 01:00
IPID: E3BDE78DE5
Lilith

compilare un diario alimentare ha un senso solo se lo confronti con uno specialista che ti indica gli errori alimentari, altrimenti una esercitazione in puro stile contabile.

Fai gli errori, li annoti diligentemente, ma siccome non sai che sono errori rischi di continuare a ripeterli...

Alla weight watcher il diario alimentare si confronta, infatti con l'esperto.



Ma no, non necessario controllarlo minuziosamente ogni settimana, serve prima di tutto a te stessa per tener d'occhio le calorie (o i punti) della giornata, il controllo serve quando non sai bene come calcolare o se ti sembra tutto ok ma non hai perso peso.






Lilith
Noi, per quanto grandi lettrici ed esecutrici di diete, siamo di fatto inadatte a commentare un diario alimentare per moltissimi motivi:

1) siamo ancora cicce, ergo: qualcosa nelle nostre teorie del fai-da-te non funziona, se no saremmo dimagrite permanentemente;



Non sono le mie teorie a non funzionare o le tabelle delle diete ma il fatto che non le seguo!



Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author Bonny 14/11/10 - 17:44
IPID: 62373B3318
Io abito in svizzera e quindi seguo la weitgh watchers qui. Il diario alimentare solo uno degli strumenti che aiutano verso un nuovo sistema di alimentazione. Come dice bene TheOne la dieta sacrificio...non tanto perch non puoi mangiare ma perch devi capire cosa sia pi sano per te e devi cambiare punto di vista verso te stessa. Chi perde peso perch deve ha gi perso in partenza. Bisogna recuperare l'amore verso di s e poi tutto il resto pian piano viene. Ma bisogna anche fare fatica, fare la spesa, comprare cibi freschi, non mangiare sempre le stesse cose, ampliare i propri gusti,...infatti sempre pi esperti parlano di igiene alimentare e non di dieta....perch non c' pi il concetto della privazione o della limitazione ma della consapevole scelta di alimenti pi sani.... un duro lavoro ma quando ci si comincia a voler bene tutto viene pi facile....
Bonny

Author chrysalis 16/11/10 - 14:06
IPID: B6198C578F
Eh s, nelle tue parole c' molto dell'impronta della Weight Watchers. Continuo a pensare che sia il metodo migliore finora conosciuto.
Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author Alice2 16/11/10 - 14:38
IPID: C8C1883422
Boh a me sconcerta sta tua affermazione.
Se il medico e la dietista che mi seguono usano un linguaggio simile sono della Weight Watchers?
chrysalis
Eh s, nelle tue parole c' molto dell'impronta della Weight Watchers. Continuo a pensare che sia il metodo migliore finora conosciuto.


Author chrysalis 16/11/10 - 14:47
IPID: B6198C578F
chrysalis | last edit: Tue, 16 November, 2010 - 14:48 | total edit: 1
Alice2
Boh a me sconcerta sta tua affermazione.
Se il medico e la dietista che mi seguono usano un linguaggio simile sono della Weight Watchers?
chrysalis
Eh s, nelle tue parole c' molto dell'impronta della Weight Watchers. Continuo a pensare che sia il metodo migliore finora conosciuto.




Alice ma tu devi contestare tutto per spirito di contraddizione? Rilassati un momento, magari se rileggi tutto il contesto ti accorgi che se ho definito la W.W. il metodo migliore che abbia mai conosciuto non vuol dire che TUTTI gli altri siano completamente sbagliati.

Il tuo medico e la dietista ti dicono che devi imparare a mangiare in modo sano e imparare ad amare te stessa?
Ottimo, ma questo non nega che siano anche i principi della W.W. e che io ne abbia un'ottima opinione

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author assopigliatette assopigliatette 16/11/10 - 15:08
IPID: C4E0DE0D9A
topococcola


QUANTE CALORIE ?

ALIMENTO QUANTITA' QUANTO PESA CALORIE
AFFETTATI-CARNI
Bresaola 1 fetta 5 grammi 7.5 kcal
Mortadella 1 fetta 15-20 grammi 61- 85 kcal
Pancetta affumicata 1 fetta sottile 5 grammi 16.8 kcal
Prosciutto crudo 1 fetta 10-15 grammi 25.8- 43 kcal
Prosciutto cotto 1 fetta 10-15 grammi 41- 58 kcal
Salame cacciatore 1 fetta sottile 5 grammi 21 kcal
Salame felino 1 fetta sottile 5 grammi 18.7 kcal
Salame Milano 1 fetta sottile 5 grammi 19.6 kcal
Salame nostrano 1 fetta sottile 5 grammi 18.5 kcal
Speck 1 fetta 5 grammi 15 kcal
BEVANDE
Birra chiara 1 bicchiere 200 grammi 68 kcal
Birra doppio malto 1 bicchiere 200 grammi 160 kcal
Coca- Cola 1 bicchiere 200 grammi 78 kcal
Latte intero 1 bicchiere 200 grammi 128 kcal
Latte parzialmente scremato 1 bicchiere 200 grammi 98 kcal
Latte totalmente scremato 1 bicchiere 200 grammi 72 kcal
Succo di frutta 1 bicchiere 200 grammi 90 - 120 kcal ( dipende dal tipo di frutta)
Vino bianco da pasto 1 bicchiere 125 grammi 88 kcal
Vino rosso da pasto 1 bicchiere 125 grammi 105 kcal
CONDIMENTI
Aceto 1 cucchiaino 5 grammi praticamente nulle
Brodo 1 cucchiaio raso 15 grammi 13 kcal
Burro 1 cucchiaino 5 grammi 37kca 1 cucchiaio 10 grammi 75 kcal
Margarina 1 cucchiaino 38 kcal un cucchiaio 76 kcal
Maionese 1 cucchiaio raso 14 grammi 108 kcal
Olio (di ogni tipo) 1 cucchiaino 45 kcal un cucchiaio 90 kcal
Panna da cucina 1 cucchiaio raso 14 grammi 56 kcal
Panna montata 1 cucchiaio raso 10 grammi 67 kcal
DOLCI
Cacao in polvere 1 cucchiaino 5 grammi 22 kcal
Marmellata 1 cucchiaio raso 21 grammi 45 kcal
Miele 1 cucchiaio raso 21 grammi 61 kcal
Nutella 1 cucchiaino colmo 12 grammi 45 kcal
Zucchero o fruttosio 1 cucchiaino 5 grammi 20 kcal
un cucchiaio 20 grammi 40 kcal
FARINE
Farina di frumento
tipo 00 1 cucchiaio colmo 17 grammi 57 kcal
Farina di grano integrale 1 cucchiaio colmo 20 grammi 64 kcal
Farina di mais 1 cucchiaio colmo 20 grammi 73 kcal
Farina di patate 1 cucchiaio colmo 21 grammi 69 kcal
Farina di avena 1 cucchiaio colmo 11 grammi 43 kcal
FRUTTA
Albicocca 1 media 50 grammi 14 kcal
Amarene 1 tazza 250 grammi 102 kcal
Ananas in fette 1 fetta 50 grammi 20 kcal
Arachidi 1 2 grammi 12 kcal
Arancia 1 media 150 grammi 51 kcal
Banana 1 media 150 grammi 99 kcal
Castagne arrostite 1 6-7 grammi 11- 14 kcal
Ciliegie 1 tazza 200 grammi 76 kcal
Mandorle 10 7 grammi 50 kcal
Mela sbucciata medio-piccola 150 grammi 67 kcal
Melagrana 1 grande
1 piccola 270 grammi
150 grammi 172 kcal
94 kcal
Nocciole 10 12 grammi 60 kcal
Noci secche 1 3-5 grammi 20 - 33 kcal
Pera 1 media 140 grammi 60 kcal
Pesca 1 piccola
1 grande 150 grammi
250 grammi 40 kcal
67 kcal
Prugna 1 40-60 grammi 12 - 18 kcal
PANE-PASTA-PRODOTTI DA FORNO
Biscotti comuni 1 6 grammi 45- 54 kcal
Brioche 1 60 grammi 200 kcal
Crakers integrali 1 pacchetto 28 grammi 115 kcal
Crakers normali 1 pacchetto 28 grammi 130 kcal
Crakers salati 1 pacchetto 28 grammi 121 kcal
Fetta biscottata 1 32 grammi 31 kcal
Grissini 1 5-8 grammi 22- 34 kcal
Pan Carr 1 fetta 23 grammi 80 kcal
Pangrattato 1 cucchiaio colmo 15 grammi 50 kcal
Riso 1 tazza
1 cucchiaio colmo 200 grammi
8 grammi 674 kcal
27 kcal
VERDURA
Carota 1 media 100 grammi 10 kcal
Cavolfiore 1 medio 400 grammi 100 kcal
Cetriolo 1/2 medio 100 grammi 14 kcal
Olive verdi 1 media intera 5 grammi 7 kcal
Patata 1 media piccola 110-120 grammi 93- 100 kcal
Piselli freschi 1 tazza 150 grammi 77 kcal
Pomodori 1 medio
2 piccoli 100 grammi
100 grammi 17 kcal
Zucchina 1 piccola 100 grammi 11 kcal




stando a sta tabella mediamente io sarei intorno alle 1100 kcal + pasta e pane che non son riportati (100gr di pasta al sugo e 150gr di pane al giorno)

namo bene...
a pummarola 'ngopp!

Author mordilla_38 mordilla_38 16/11/10 - 15:41
IPID: 93373C5B43
topococcola



Carota 1 media 100 grammi 10 kcal

Zucchina 1 piccola 100 grammi 11 kcal



mah... son sempre pi scettica riguardo al calcolo delle calorie.
Mentre di zucchine ne puoi mangiare quante ne vuoi, anche chili, sia a colazione, che a pranzo, che a cena, la carota molto zuccherina, per cui va evitata o almeno consumata a pranzo (questo sia secondo lemme, che secondo la dietologa che mi seguiva in precedenza).
Se valesse l'ipotesi delle calorie (e delle quantit), non ci sarebbero queste differenze, no?




ics

Author topococcola topococcola 16/11/10 - 18:36
IPID: 59F7C24F78
mordilla_38
topococcola



Carota 1 media 100 grammi 10 kcal

Zucchina 1 piccola 100 grammi 11 kcal



mah... son sempre pi scettica riguardo al calcolo delle calorie.
Mentre di zucchine ne puoi mangiare quante ne vuoi, anche chili, sia a colazione, che a pranzo, che a cena, la carota molto zuccherina, per cui va evitata o almeno consumata a pranzo (questo sia secondo lemme, che secondo la dietologa che mi seguiva in precedenza).
Se valesse l'ipotesi delle calorie (e delle quantit), non ci sarebbero queste differenze, no?








I carboidrati forniscono al nostro corpo in media 4 Kcal per grammo, i grassi ne forniscono in media 9 Kcal per grammo...le proteine 4 Kcal per grammo
Per il corpo per, sostanzialmente diverso assumere 2.000 calorie da carboidrati e 2.000 calorie da proteine. Senza contare, poi, la diversa stimolazione ormonale che ogni alimento stimola. Poi, ( la risposta alla tua domanda) entra in gioco il cosiddetto indice glicemico (in altre parole la capacit di un alimento di stimolare la glicemia), questo parametro molto alto per i carboidrati, che portano quindi pi facilmente ad un andamento altalenante della glicemia con conseguente stimolo della fame e facilit ad assimilare gli zuccheri circolanti. Da non dimenticare che l'indice glicemico varia anche con il tipo di cottura Da tutto ci si capisce com' dispersivo e "macchinoso" parlare in modo rigido di calorie legate al metabolismo basale e a quelle fornite dagli alimenti Le carote per esempio, vero che contengono pi zuccheri delle zucchine ma, contengono zuccheri semplici facilmente assimilabili, hanno poche calorie e un indice di saziet abbastanza elevato, il che le rende ideali da assumere come spuntino o come contorno, crude o cotte.
Le formule e i calcoli sono utili per avere un punto di partenza. Ognuno di noi deve confrontarlo con l'anamnesi reale di quello siamo abituati mangiare e va poi rapportato a quello che dovrebbe essere l'obiettivo finale
Si tratta di stabilire un punto di partenza, che potr essere in seguito modificato nelle quantit e nelle qualit in base ai risultati. L'alimentazione come un vestito, va provato e adattato alle nostre esigenze e alle nostre caratteristiche indipendentemente dalla filosofia di base che si vuole adottare (dieta equilibrata, a zona, lemme, la dissociata e quanto altro). L'alimentazione va rapportata ai nostri gusti, alle nostre abitudini e alle nostre caratteristiche metaboliche (oltre che alle necessit)...
Ho divagato come al solito ma, spero di aver chiarito( o complicato) il concetto


topococcola

Author mordilla_38 mordilla_38 16/11/10 - 19:54
IPID: 93373C5B43
topococcola
mordilla_38
topococcola



Carota 1 media 100 grammi 10 kcal

Zucchina 1 piccola 100 grammi 11 kcal



mah... son sempre pi scettica riguardo al calcolo delle calorie.
Mentre di zucchine ne puoi mangiare quante ne vuoi, anche chili, sia a colazione, che a pranzo, che a cena, la carota molto zuccherina, per cui va evitata o almeno consumata a pranzo (questo sia secondo lemme, che secondo la dietologa che mi seguiva in precedenza).
Se valesse l'ipotesi delle calorie (e delle quantit), non ci sarebbero queste differenze, no?








I carboidrati forniscono al nostro corpo in media 4 Kcal per grammo, i grassi ne forniscono in media 9 Kcal per grammo...le proteine 4 Kcal per grammo
Per il corpo per, sostanzialmente diverso assumere 2.000 calorie da carboidrati e 2.000 calorie da proteine. Senza contare, poi, la diversa stimolazione ormonale che ogni alimento stimola. Poi, ( la risposta alla tua domanda) entra in gioco il cosiddetto indice glicemico (in altre parole la capacit di un alimento di stimolare la glicemia), questo parametro molto alto per i carboidrati, che portano quindi pi facilmente ad un andamento altalenante della glicemia con conseguente stimolo della fame e facilit ad assimilare gli zuccheri circolanti. Da non dimenticare che l'indice glicemico varia anche con il tipo di cottura Da tutto ci si capisce com' dispersivo e "macchinoso" parlare in modo rigido di calorie legate al metabolismo basale e a quelle fornite dagli alimenti Le carote per esempio, vero che contengono pi zuccheri delle zucchine ma, contengono zuccheri semplici facilmente assimilabili, hanno poche calorie e un indice di saziet abbastanza elevato, il che le rende ideali da assumere come spuntino o come contorno, crude o cotte.
Le formule e i calcoli sono utili per avere un punto di partenza. Ognuno di noi deve confrontarlo con l'anamnesi reale di quello siamo abituati mangiare e va poi rapportato a quello che dovrebbe essere l'obiettivo finale
Si tratta di stabilire un punto di partenza, che potr essere in seguito modificato nelle quantit e nelle qualit in base ai risultati. L'alimentazione come un vestito, va provato e adattato alle nostre esigenze e alle nostre caratteristiche indipendentemente dalla filosofia di base che si vuole adottare (dieta equilibrata, a zona, lemme, la dissociata e quanto altro). L'alimentazione va rapportata ai nostri gusti, alle nostre abitudini e alle nostre caratteristiche metaboliche (oltre che alle necessit)...
Ho divagato come al solito ma, spero di aver chiarito( o complicato) il concetto



hai chiarito bene, ma mi era chiaro anche prima, solo che continuo a non credere alle calorie.
Concordo con te che la dieta debba rispettare i nostri gusti e le abitudini (anche se io con la lemme non ho rispettato proprio niente di tutto ci), ma se parliamo di metodi per dimagrire, allora qua si apre un dibattito.
Finora la dieta che mi convince di pi quella su base chimica, che non parla di calorie, anzi, n di quantit, si basa sull'indice glicemico degli alimenti e su altri parametri che ora non sto qua a spiegare. Ad esempio, in questa dieta, il condimento (olio extravergine d'oliva) assolutamente libero, ne puoi assumere anche un litro al giorno, puoi friggere tutto ecc ecc, e anche questo va contro il classico pensiero sul condimento e le calorie. Il metodo di cottura invece conta: un minor tempo di cottura comporta un minor alzamento dell'indice glicemico. Come dire: pi veloce cucini, meno ingrassi.
E via tutti a tagliar le robe a pezzettini piccolissimi.
Anche in mantenimento le regole sono piuttosto diverse rispetto le altre diete: ad esempio i condimenti consentiti sono panna fresca e burro.
Anche il sale fondamentale: mangiare senza sale, diminuisce la velocit con cui gli zuccheri entrano nella cellula, attivando il pool enzimatico che poi vanno a stimolare la produzione di insulina (la causa dell'ingrassamento).

Non prendo per oro colato tutto questo, dico solo che sicuramente finora la spiegazione che pi mi convince rispetto alla marea di cagate che ci hanno propinato per anni ed anni, ma sono aperta anche a diverse spiegazioni, se si fondano su qualcosa di scientificamente dimostrabile
ics

^top^
previous topic  << 1  2  3  4  5  [7]  >>  next topic

Last Modified Users
Freeda
 Freeda
(287 hits)
poetica
 poetica
(2,237 hits)
ANGEL2
 ANGEL2
(4,396 hits)
Dolcesguardo41
 Dolcesguardo41
(300 hits)
19_luca_79
 19_luca_79
(1,238 hits)

Users On-Line

We have 100 users
10 members
90 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.4552 Secs
96.53% mysql, 3.47% php
 21 mysql queries