bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?
  • Silver_Surfer: Ma la neve brutta... fredda 😂✌
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • ezanfi1980: ....la neve, Silver....la neve
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • Silver_Surfer: ...chi era il latitante ezanfi?
  • ezanfi1980: Blueyes alla fine ha ricominciato a piovere anche qui e nel giro di un'ora il bianco era tutto sparito😭😭
  • ezanfi1980: ....Silver...... 😔 sempre il solito...erano due anni che latitava!!

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  31260
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
<< 1  2  3  >>
Attivit fisica.

Author ThatOne 06/11/10 - 00:39
IPID: 59F7C24F78
ThatOne | last edit: Sat, 06 November, 2010 - 00:47 | total edit: 1
CicciFata
Oggi questo post mi carica, grazie ragazzi.
Allora: venerd ho incontrato una nuova endocrinologa, mi serviva una visita urgente e il mio professore si pu prenotare solo un anno per l'altro.
Premetto che sono in sovrappeso quindi non ho particolari problemi di "carico" sulle articolazioni ancora. Premetto anche che sono iperinsulimica ecc ecc, la cosa spiegata da Lilith e proprio per questo prendo una dose massiccia di metformina (la dose massiccia perch mi da coadiuvante per non riprendere peso) Non faccio sport da 5 mesi e prima di questi mesi facevo acquagym discontinuamente, quindi sono circa due anni che non faccio davvero sport.
L'endocrinologa mi ha caldamente consigliato di pensare a sospendere il glucophage perch alcuni studi dimostrerebbero che anticipa l'insorgere del diabete alimentare anzich ritardarlo. Mi ha detto che lo sport mi aiuterebbe davvero e ha accennato al fatto che un'attivit fisica costante risolverebbe di molto il problema. (Ora capisco che il mio prodigioso dimagrimento dipeso pi dalla dieta controllata e lo sport giornaliero che da altro, all'epoca pensavo che fosse tutto merito del glucophage....per con 13 kg ripresi misa che non cos ) Mi ha consigliato di fare qualcosa di aerobico, dove si suda parecchio e si fatica e per la prima volta mi sono sentita dire che l'acquagym serve a poco <<Non si fa molta fatica e fa male anche alla cervicale, il massaggio dell'acqua?Vero ma a questo punto meglio spendere i soldi per dei massaggi veri e propri>> e per la prima volta mi sono anche sentita dire che spinning va benissimo (la mia dietologa di 3 anni fa mi diceva esattamente il contrario)
E quindi a chi dare retta? A me stessa, cerco di risalire sulla bike appena due volte a settimana e per il resto...nuota nuota nuota....
Speriamo di trovare la voglia....Su su devo solo resistere un mese



spinning ? se solo sovrappeso forse ok, ma quando ho chiesto al mio istruttore in palestra 2 anni fa, mi ha detto"se vuoi morire si, ottimo" pesavo 105 kg...cosi' come sia lui che l'ortopedico e chiropratico mi dissero che cammianre per 40-.45 min al giorno o giorni alterni, a passo veloce, disfa del tutto le ginocchia di un obeso....
20 min max di camminata, cyclette (che non lo spinning) e salire e scendere scale ad oltranza, o una leggera pendenza da salire e riscendere tutti i gg per 20 min..o nuotare...

mah..valli a capire, ce ne fosse uno d'accordo con altri...
uff....

Author chrysalis 06/11/10 - 08:09
IPID: 50B875B868
chrysalis | last edit: Sat, 06 November, 2010 - 08:10 | total edit: 1
Mah...io sono andata in palestra negli ultimi 2 anni (escluse le estati), facevo soprattutto cardio (3 volte la settimana per pi di un'ora) e non ho visto dimagrimento ma solo un po' rassodamento.

Non sono contro l'attivit fisica, anzi vorrei tornarci ma quest'anno per il momento non posso.

Anche il mio istruttore diceva che sforzi eccessivi hanno l'effetto contrario, mi parl di una ragazza con problemi di insulina che aveva risolto con mezzora al giorno tutti i giorni.

Devo dire che in palestra non ho conosciuto bbw n bhm anzi ero di gran lunga la pi grossa, io stessa ci ho messo anni per prendere il coraggio...E' vero che ci sono parecchi fissati e che mi veniva l'orticaria a sentire uomini scambiarsi diete a base di insalate e integratori e le donne che definivano obesa Jennifer Lopez...
Una volta si parlava di una (che non conoscevo) che era passata da 130kg all'anoressia praticamente e le donne tutte a dire che ora per stava veramente bene, l'istruttore di cui sopra disse "Era pi bella con 130 kg che pelle e ossa come ora che rischia la salute". Le donne fecero una faccia orripilata...

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author momalia 06/11/10 - 10:35
IPID: D7E599D5F7
... per me il nuoto l'unico sport praticabile senza conseguenze traumatiche ... mi fa stare bene ... mi sgonfia moltissimo ... mi "stanca" il giusto per migliorare la mia qualit del sonno ...
... vero che devo stare attenta a non fare la Federica Pellegrini de noartri ... ovvero siccome non ho uno stile perfetto, se nuoto a rana per troppo tempo, mi fanno male schiena e articolazioni gambe ... per se ogni volta che ricomincio, lo faccio con calma e bene ... devo dire che ne sento i benefici immediatamente ...
... quanto contribuisca al dimagrimento non sono in grado di stimarlo ... ho la sensazione che non sia veramente determinante ... fatto sta che comunque sia movimento ...
... anche no

Author Lilith 06/11/10 - 11:46
IPID: FBFB00722D
beh... con lo sport non si perde peso perch alla massa grassa si sostituisce massa muscolare (pi pesante) per di fatto si ripristina la funzionalit muscolare e il suo corretto bilancio energetico.
Ho scoperto solo pochi anni fa che i recettori per l'insulina stanno sia sulla superficie delle cellule del tessuto adiposo che su quella delle fibre muscolari: se arriva glucosio va depositato in entrambi i tessuti, nei muscoli si formano lunghe catene di glicogeno che poi, quando il muscolo in movimento, vengono demolite per mettere a disposizione le molecole di glucosio che forniscono l'energia necessaria alla contrazione muscolare. Pi il muscolo in attivit, pi tende ad attirare il glucosio presente nel sangue per ripristinare le sue riserve energetiche.

In ogni caso il lavoro in piscina un vero trattamento di bellezza: al movimento associa anche l'idromassaggio, per cui tonifica i muscoli e al tempo stesso modella il corpo.

Ho per letto diverse controindicazioni per lo stile "rana": pare che sia deleterio per chi soffre di problemi alle articolazioni delle ginocchia, mentre il dorso e lo stile libero vanno benissimo.

Bisogna vincere la resistenza interiore a farlo... io per esempio non sopporto di perdere un sacco di tempo nel "post" attivit (lavare i capelli, asciugarli...) e trovo il nuoto orribilmente noioso e solitario.
Amo gli sport "naturali" quelli in cui cammini, o ti impegni in un'impresa: scalare una montagna, navigare in canoa o in canotto un corso d'acqua, fare immersioni subacquee o passeggiate in mountain bike in natura... ma, diciamo la verit, chi vive in citt dovrebbe sobbarcarsi di lunghi spostamenti comunque non quotidiani per poter fare uno sport tra quelli che ho citato.

Non mi resta che camminare...
In Sicilia, lavorare e sfottere sono attivit che stancano. Meglio farle a pancia piena...

Author CicciFata CicciFata 06/11/10 - 15:57
IPID: 4091FB6BC8
Io posso fare solo sport in solitaria o talmente faticosi da azzerare la mia socialit perch altrimenti....ve lo confesso....passo pi tempo a chiacchierare che a faticare Anche perch sono incredibilmente scoordinata e piuttosto buffa nei movimenti, quindi passo tutta la lezione a far battute anche su ci

Nota particolare per il nuoto: rilassante da morire, i rumori attutiti sotto l'acqua e il rumore delle bolle una delle cose che mi distende di pi, io nuoto sempre a velocit medio/bassa senza mai pause e penso sia il modo migliore.
Credo anche che la rana sia deleteria per tutti a lungo andare, indipendentemente dalla maestria nel movimento perch cmq per prendere aria tocca inarcare la schiena....io dopo 15 vasche devo lasciar perdere in qualunque caso per il maldischiena che si affaccia....

Spinning croce e delizie! Ho sempre sentito pareri molto contrastanti in merito, cosa che non sento per il ciclismo in generale e la cosa quella . Anche secondo me non l'ideale sia per lo sforzo eccessivo sia per il tipo di movimento ecc ecc, ma come tutte le cose basta non esagerare e i benefici sono davvero tanti

Author chrysalis 07/11/10 - 13:42
IPID: DF64C5AA3D
momalia
... per me il nuoto l'unico sport praticabile senza conseguenze traumatiche ... mi fa stare bene
(...)
... quanto contribuisca al dimagrimento non sono in grado di stimarlo ... ho la sensazione che non sia veramente determinante ... fatto sta che comunque sia movimento ...



La cosa pi importante che ti faccia star bene, che ti trovi a tuo agio.

Un'attivit sportiva che non piace prima o poi viene abbandonata.

Il solo fallimento consiste nel non tentare pi

Author Historia 08/11/10 - 10:07
IPID: F4F4BAB3A7
Il nuoto non noioso! Uffa!

Dovete vederlo come sfida se non con voi stessi. Siete voi, l'acqua, il fiatone,le braccia che non rispondono pi e magari le gambe che vi fanno male.. e le vasche da fare per finire l'allenamento.
Bisogna avere una grandissima forza per partire anche quando ti manca il fiato.
Certo, guardare le piastrelle sul fondo pu risultare noioso. Ma la soddisfazione di aver portato a termine quello che vi eravate prefissati immensa.
Gli stimoli? cercare di aumentare un po' le vasche... o diminuire il tempo in cui si fanno.(magari contando le bracciate, e cercare di diminuirne il numero...insomma... con la fantasia si pu fare molto!)
Fare ogni tanto una vasca veloce. vi accorgerete se avete una tecnica "forte" o se invece dovete lavorarci ancora...
Leggete qualche sito e provate a fare qualche allenamneto blando... vi accorgerete che non poi cos noioso il nuoto.

Per il fatto che le donne purtroppo siano un po' restii per le operazioni di post nuotata... non posso dire niente:avete ragione!
Ma lasciate alla prima difficolt?

L'importante non tanto lo sport che si sceglie. Ma fare attivit fisica.
E non lo dico per dimagrire, anche se magari potrebbe avere come effetto secondario anche quello, ma perch l'attivit fondamentale per stare meglio...

Ciao !

La guerra l'unica lezione che l'uomo non vuol imparare dalla storia.

Author persefone persefone 08/11/10 - 10:26
IPID: CB3B09697F
Historia
Il nuoto non noioso! Uffa!

Be', un pochino s...farsi almeno un'ora in solitaria tu e l'acqua, per quanto bello, pu risultare noioso a lungo andare.
Io ho abbandonato la piscina per un motivo davvero futile (il cloro mi distrugge i capelli: lo so, cinque minuti di vergogna) per per ovviare al problema noia in piscina avevo adocchiato questi oggettini: http://www.shoppydoo.it/prezzi-lettori_mp3-mp3_subacquei.html
Sono Donna Summer nel corpo di Ave Ninchi

Author ThatOne 14/11/10 - 12:46
IPID: 331E526138
vi posto alcuni link, dopo una ricerca in internet su quale sia la migliore attivit fisica per chi sovrappeso od obeso. Saltano sempre fuori nuoto, ciclismo e camminare..uno l'ho trovato davvero interessante, ripropone i temi trattati da Lilith..

Io salgo e scendo scale ripetutamente, tutti i giorni, dietro consiglio medico, di un allenatore di calcio femminile (diplomato Isef) e di un chiropratico, meglio che camminare (per le mie articolazioni delle ginocchia che da anni portano un sovraccarico non indifferente).. ad ogni modo l'acqua a me non attira molto, quindi mi sono reglata una bicicletta, credo inizier presto a sfrecciare per le vie del mio paese con quella ...si salvi chi pu

http://www.my-personaltrainer.it/attivita-fisica-obesita.htm
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il costo dell'esercizio fisico per gli obesi

Di fondamentale importanza capire quali sono i problemi che comporta lo stato di obesit nell'attivit fisica. Andando ad analizzare come reagiscono all'esercizio fisico, emerge che il rendimento dei soggetti obesi nettamente inferiore a quello dei coetanei magri, causa di ci il pi elevato costo metabolico dell'esercizio, conseguente al trasporto di una massa corporea maggiore. Durante l'esercizio fisico lavorano con percentuali pi alte di frequenza cardiaca massima ed anche la pressione arteriosa eccessivamente elevata rispetto ai magri di pari et, questo per le maggiori resistenze periferiche da vincere. Gli obesi sono sottoposti ad un aumentato stress articolare soprattutto a carico degli arti inferiori, presentano delle masse muscolari non adeguate, rese meno toniche dalla minore propensione al movimento ed hanno un maggiore consumo di ossigeno. A questi si aggiungono i problemi dovuti alla ridotta stimolazione del sistema nervoso, che si evidenziano nella deficitaria coordinazione, nella minore capacit di risoluzione dei compiti motori e nella rallentata capacit di apprendimento motorio

L'importanza dell'esercizio fisico nella cura dell'obesit

L'esercizio fisico praticato razionalmente, in maniera programmata e con continuit, oltre alla perdita dell'eccesso ponderale, apporta nel tempo degli adattamenti fisiologici molto importanti nella terapia dell'obesit. Tutti i tessuti, organi e sistemi si adattano agli stimoli esterni, ma con tempi diversi gli uni dagli altri. Gli adattamenti pi immediati sono quelli a carico dell'apparato locomotore, con l'aumento del tono e della massa muscolare per una migliorata sintesi proteica, di seguito migliora la qualit del tessuto tendineo, c' un aumento dell'idratazione, del collagene e della quota glicoproteica. Migliorando il metabolismo delle ossa e delle cartilagini, anche il tessuto osseo e le superfici articolari vanno incontro ad adattamenti. A livello osseo migliora il metabolismo del calcio, il che porta ad un aumento della densit ossea e della capacit di resistenza meccanica. Le articolazioni sono meglio nutrite e lubrificate dal liquido sinoviale (presente in ogni articolazione), dando luogo ad un positivo inspessimento delle cartilagini articolari. Adattamenti a pi lungo termine ma di fondamentale importanza si verificano a carico dell'apparato cardiocircolatorio e respiratorio. Aumenta la capacit contrattile del muscolo cardiaco, di conseguenza aumenta la gittata cardiaca e diminuisce la frequenza cardiaca a riposo. Aumenta il trofismo dei vasi che acquisiscono maggiore elasticit, migliora la capillarizzazione quindi c' l'aumento del sangue in periferia e soprattutto una diminuzione delle resistenze periferiche e della pressione arteriosa. Migliora la capacit respiratoria, grazie all'aumento dell'ampiezza degli atti respiratori, dovuti ad una migliorata mobilizzazione della gabbia toracica. Aumentano gli scambi gassosi al livello degli alveoli polmonari, aumenta la capacit di trasporto dell'ossigeno nel sangue e la capacit di cederlo in periferia agli organi.

L'esercizio per il calo ponderale

C' da stabilire con che intensit di lavoro praticare l'attivit fisica. Bisogna capire che non utile per il calo ponderale un lavoro breve ad alta intensit, poich stanca velocemente e non incide efficacemente sulla spesa energetica che risulta ridotta. I substrati energetici utilizzati con questa intensit provengono solo in minima parte dai grassi ed in massima parte dal glicogeno muscolare ed epatico. L'intensit di lavoro da ritenersi ideale per il calo ponderale, quindi per bruciare i grassi un'intensit bassa, all'interno della soglia aerobica, tra il 60 e il 70% della propria frequenza cardiaca massima. A questo livello si produce inoltre un lieve incremento del tono muscolare ed inizia l'adattamento cardiovascolare. Il tempo da dedicare ogni volta all'attivit fisica deve essere non meno di 30-45 minuti, per una frequenza settimanale di minimo tre volte, alternando un giorno di riposo ed uno di lavoro. Questo ritmo di lavoro applicabile a qualunque attivit si decida di praticare. Per migliorare la qualit e la velocit di dimagrimento, questo lavoro aerobico pu essere integrato con un'attivit anaerobica di potenziamento muscolare, soprattutto dei grossi gruppi muscolari. Con un incremento delle masse muscolari c' un importante aumento del metabolismo basale, quindi aumenta la capacit di combustione delle riserve energetiche dell'organismo (in special modo i grassi). Altro aspetto positivo del potenziamento muscolare la maggiore stabilizzazione delle articolazioni, in particolare per gli arti inferiori che sono i pi stressati dal carico corporeo.

Criteri di scelta dell'attivit fisica

Nella scelta di una attivit fisica bisogna tenere in considerazione il grado di efficacia di questa nella riduzione del grasso, la praticabilit e il divertimento. Il calo ponderale tanto maggiore quanto maggiori sono le masse muscolari coinvolte, questo avviene per esempio in attivit come la corsa, il nuoto e la ginnastica artistica. da tener presente che esistono delle limitazioni fisiche e psicologiche per gli obesi in alcuni sport "di terra" come la corsa, il calcio e il basket. Specialmente nei primi periodi di attivit infatti, l'obesit rappresenta un limite per l'efficienza della prestazione, quindi comporta un danno psicologico e una sollecitazione eccessivamente gravosa per le articolazioni soprattutto degli arti inferiori. Ci sono sport come il nuoto e il ciclismo che sono sempre raccomandabili poich comportano una grande spesa energetica ma non un altrettanto grande stress articolare. Con l'allenamento gradualmente viene a crescere l'efficienza fisica dell'individuo, progressivamente scompaiono i limiti fisici alla prestazione. Il peso corporeo diminuisce e migliora la composizione corporea (rapporto massa magra/massa grassa), aumentano la forza, la resistenza e migliora l'abilit motoria. Tutto ci porta all'abbattimento dei limiti psicologici spesso freno dei soggetti obesi, c' una crescita dell'autostima e della fiducia in se stessi. A rinforzare questi risultati oltre alla migliorata capacit di prestazione, contribuisce anche il miglior aspetto fisico ottenuto con l'esercizio ed una corretta alimentazione.

Bibliografia:

Reybrouck T., Vinckx J.,Van Den Berghe G., Valderschueren Lodeweyckx M.: Exercise therapy and hypocaloric diet in the treatment of obese children and adolescents , 1990;
Rowell L.B.: Human cardiovascular adjustments to exercise and thermal stress;
Dietz W.: Physical activity and childhood obesity, 1991;
Jequier E. e Tappy L.: Regulation of body weight in humans , 1999;
Wood S.C., Seeley R.J., Porte D., Jr. e Schwartz M.W.: Signals that regulate food intake and energy homeostasis , 1998;
Holloszy J.O. e Kohrt W.M.: Regulation of carbohydrate and fat metabolism during and after exercise , 1996

http://www.benessere.com/fitness_e_sport/arg00/obesita.htm
uff....

Author Alice2 14/11/10 - 13:17
IPID: 7DE644D37B
Lilith
beh... con lo sport non si perde peso perch alla massa grassa si sostituisce massa muscolare (pi pesante) per di fatto si ripristina la funzionalit muscolare e il suo corretto bilancio energetico. Ho scoperto solo pochi anni fa che i recettori per l'insulina stanno sia sulla superficie delle cellule del tessuto adiposo che su quella delle fibre muscolari: se arriva glucosio va depositato in entrambi i tessuti, nei muscoli si formano lunghe catene di glicogeno che poi, quando il muscolo in movimento, vengono demolite per mettere a disposizione le molecole di glucosio che forniscono l'energia necessaria alla contrazione muscolare. Pi il muscolo in attivit, pi tende ad attirare il glucosio presente nel sangue per ripristinare le sue riserve energetiche.

In ogni caso il lavoro in piscina un vero trattamento di bellezza: al movimento associa anche l'idromassaggio, per cui tonifica i muscoli e al tempo stesso modella il corpo.

Ho per letto diverse controindicazioni per lo stile "rana": pare che sia deleterio per chi soffre di problemi alle articolazioni delle ginocchia, mentre il dorso e lo stile libero vanno benissimo.

Bisogna vincere la resistenza interiore a farlo... io per esempio non sopporto di perdere un sacco di tempo nel "post" attivit (lavare i capelli, asciugarli...) e trovo il nuoto orribilmente noioso e solitario.Amo gli sport "naturali" quelli in cui cammini, o ti impegni in un'impresa: scalare una montagna, navigare in canoa o in canotto un corso d'acqua, fare immersioni subacquee o passeggiate in mountain bike in natura... ma, diciamo la verit, chi vive in citt dovrebbe sobbarcarsi di lunghi spostamenti comunque non quotidiani per poter fare uno sport tra quelli che ho citato.

Non mi resta che camminare...



E'vero ci che dici sulla funzione dell'attivit fisica.
idem per il nuoto, come uno degli sport da fare.
Ma anche io ho resistenza a praticarlo per i tuoi stessi motivi, ma anche perch sono in una fase della mia vita in cui ho bisogno della compagnia di altra persona anche per andare in bagno.
Non riesco pi a fare le cose da sola.

^top^
previous topic  << 1  2  3  >>  next topic

Least Visited Users
ClauXXX
 ClauXXX
(21 hits)
Orso1967
 Orso1967
(46 hits)
Carmelos
 Carmelos
(49 hits)
falco74
 falco74
(52 hits)
Tuco
 Tuco
(52 hits)

Users On-Line

We have 96 users
7 members
89 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.4530 Secs
96.60% mysql, 3.40% php
 21 mysql queries