bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo
  • Master70brescia: apoteosi 8 uomini zero fighe :-) w la qualit :-)
  • Freeda: buona serata a tutti :*
  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  31314
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
1  
Chi riuscito a diventare "normopeso"?Chi lo rimasto?Diete dimagranti riuscite

Author CicciFata CicciFata 11/11/10 - 19:59
IPID: 4091FB6BC8
La mia esperienza l'ho raccontata molte volte e a molte persone....non solo nel sito, nel mondo, perch quando vedo una persona sovrappeso non resisto a non chiederle se ha mai seguito qualche dieta, quando sento la parola "dietologo" chiedo delucidazioni su come dove e perch, se sento la parola "palestra" Domando....
domando sempre perch l'incubo del grasso me lo porto nel cuore prima che sul corpo, il cibo un pensiero quotidiano sia nella sua presenza che nella sua assenza.
La mia non una mania (cio lo solo in alcuni periodi) curiosit e successivamente condivisione, ho sempre condiviso il mio percorso perch in un periodo della mia vita pesavo 20kg pi di ora, in un altro periodo 10 di meno, quindi le persone che mi vedono di tanto in tanto domandano e raccontano, siamo tutti sulla stessa barca insomma
Quindi io ero una normopeso, anzi io sono diventata una "magra" termine che non mi era stato pi rivolto dalla tenera et di 8 anni ho visto il prima il dopo e il poi e a periodi alterni vedo nuovi prima nuovi dopo e nuovi poi, so perfettamente che un problema che non risolvi ma che al massimo sopisci.

Quindi donne dalle diete quasi riuscite, dagli interventi quasi risolutivi, dagli sport abbandonati, dai sondini tolti ecc ecc condividete con me, molte di noi avranno imparato che rimanere magre o pi magre cmq pi difficile che dimagrire...cerchiamo di capire il perch

Author ThatOne 11/11/10 - 23:03
IPID: 73CE3ED328
CicciFata
La mia esperienza l'ho raccontata molte volte e a molte persone....non solo nel sito, nel mondo, perch quando vedo una persona sovrappeso non resisto a non chiederle se ha mai seguito qualche dieta, quando sento la parola "dietologo" chiedo delucidazioni su come dove e perch, se sento la parola "palestra" Domando....
domando sempre perch l'incubo del grasso me lo porto nel cuore prima che sul corpo, il cibo un pensiero quotidiano sia nella sua presenza che nella sua assenza.
La mia non una mania (cio lo solo in alcuni periodi) curiosit e successivamente condivisione, ho sempre condiviso il mio percorso perch in un periodo della mia vita pesavo 20kg pi di ora, in un altro periodo 10 di meno, quindi le persone che mi vedono di tanto in tanto domandano e raccontano, siamo tutti sulla stessa barca insomma
Quindi io ero una normopeso, anzi io sono diventata una "magra" termine che non mi era stato pi rivolto dalla tenera et di 8 anni ho visto il prima il dopo e il poi e a periodi alterni vedo nuovi prima nuovi dopo e nuovi poi, so perfettamente che un problema che non risolvi ma che al massimo sopisci.

Quindi donne dalle diete quasi riuscite, dagli interventi quasi risolutivi, dagli sport abbandonati, dai sondini tolti ecc ecc condividete con me, molte di noi avranno imparato che rimanere magre o pi magre cmq pi difficile che dimagrire...cerchiamo di capire il perch



bel thread....Katia, ti auguro di ricevere molte risposte
uff....

Author Alice2 12/11/10 - 00:33
IPID: 67C8AB6C57
In poco tempo ho preso 40 kg, anche per compulsione alimentare.
Non sono mai riuscita a fare una dieta per pi di 3 gg. Movimento fisico neppure.
Non sono bastate i mille consigli del tipo
"guarda che se continui cos..."
Ora da 15 gg ho un regime alimentare stretto.
Non una vera e propria dieta
La paura, il vero deterrente.
La paura di contrarre malattie invalidanti o di morire per infarto.
Non una paura maturata da chiss quali fantasie ma dal rimando concreto del medico del centro di malattie metaboliche che mi segue valutando i risultati di analisi, controlli etc...
Eppure la stessa paura che non mi porta a demonizzare la mia ciccia e neppure a sfidare il mondo intero: mi va di esserci ciccia o meno ciccia.
CicciFata
La mia esperienza l'ho raccontata molte volte e a molte persone....non solo nel sito, nel mondo, perch quando vedo una persona sovrappeso non resisto a non chiederle se ha mai seguito qualche dieta, quando sento la parola "dietologo" chiedo delucidazioni su come dove e perch, se sento la parola "palestra" Domando....
domando sempre perch l'incubo del grasso me lo porto nel cuore prima che sul corpo, il cibo un pensiero quotidiano sia nella sua presenza che nella sua assenza.
La mia non una mania (cio lo solo in alcuni periodi) curiosit e successivamente condivisione, ho sempre condiviso il mio percorso perch in un periodo della mia vita pesavo 20kg pi di ora, in un altro periodo 10 di meno, quindi le persone che mi vedono di tanto in tanto domandano e raccontano, siamo tutti sulla stessa barca insomma
Quindi io ero una normopeso, anzi io sono diventata una "magra" termine che non mi era stato pi rivolto dalla tenera et di 8 anni ho visto il prima il dopo e il poi e a periodi alterni vedo nuovi prima nuovi dopo e nuovi poi, so perfettamente che un problema che non risolvi ma che al massimo sopisci.

Quindi donne dalle diete quasi riuscite, dagli interventi quasi risolutivi, dagli sport abbandonati, dai sondini tolti ecc ecc condividete con me, molte di noi avranno imparato che rimanere magre o pi magre cmq pi difficile che dimagrire...cerchiamo di capire il perch


Author CicciFata CicciFata 12/11/10 - 17:52
IPID: F53BC82511
Alice2
In poco tempo ho preso 40 kg, anche per compulsione alimentare.
Non sono mai riuscita a fare una dieta per pi di 3 gg. Movimento fisico neppure.
Non sono bastate i mille consigli del tipo
"guarda che se continui cos..."
Ora da 15 gg ho un regime alimentare stretto.
Non una vera e propria dieta
La paura, il vero deterrente.
La paura di contrarre malattie invalidanti o di morire per infarto.
Non una paura maturata da chiss quali fantasie ma dal rimando concreto del medico del centro di malattie metaboliche che mi segue valutando i risultati di analisi, controlli etc...
Eppure la stessa paura che non mi porta a demonizzare la mia ciccia e neppure a sfidare il mondo intero: mi va di esserci ciccia o meno ciccia.




Mi hai fatto riflettere su una cosa Alice....ultimamente negli interventi che leggo infatti lo sfondo sembra il grasso, il grasso che non accettiamo, combattiamo o orgogliosamente portiamo, come se il nostro grasso in minore o maggiore quantit identificasse noi stesse.
Credo che sia una cosa gi detta, ma la ripeto, forse normale sia cos in una community del genere ma fondamentalmente penso che sia un problema che ognuna di noi si porta dietro nel nostro quotidiano.
Il grasso nell'affermazione di noi stesse.
Pur essendo io una persona abbastanza ossessionata dall'argomento in alcuni periodi della mia vita, in perenne lotta nell'accettazione di me stessa, perfettamente consapevole che si porter sempre molto grasso addosso soprattutto nel cervello, sento che al contempo il grasso non influisca pi cos tanto nell'identificazione di me stessa, cio fa parte di me ma non mi identifica, io non sono il mio grasso ma il mio grasso che me.
Sembra una cosa banale, tutte salteranno su dicendo MACERTOOOOOO secondo me non una cosa scontata e da ci che sento dire mi sono fatta l'idea (del tutto personale) che molte siano incastrate in questo meccanismo mefistofelico senza rendersene neanche troppo conto.
Forse anche tu sei sulla mia stessa sponda e il fronte opposto fa paura, fa paura anche a me so come ci si sente e non voglio tornare a essere cos indipendentemente dal mio peso.
E bisogna avere paura sempre, sembra brutto detto cos ma nella consapevolezza delle conseguenze del grasso si ha paura delle stesse e anche se non si vuole e non si riesce a dimagrire questa paura ci porter a fare controlli e analisi sulle patologie che hanno nel grasso un fattore di rischio, perch non tocca nascondersi troppo dietro un dito l'incidenza di queste malattie per noi + probabile.
Parlo bene, sono stata due anni senza ripetere gli esami e le visite che annualmente faccio perch voglio sentirmi una ragazza" normale" come le mie amiche che al massimo sono andate da dentista e ginecologo....poi per fortuna la "paura" tornata e sono tornata in me...

Author Alice2 12/11/10 - 18:55
IPID: 3FAD709E21
Alice2 | last edit: Fri, 12 November, 2010 - 19:03 | total edit: 1
Non so che dirti...
Se guardo indietro, vedo la mia rabbia e la mia frustrazione se penso al mio grasso, al mio corpo lontana dalla mia immagine abituale (magra).
Ma vedo anche la rabbia che nascondeva il mio "me ne frego di quello che pensate della mia ciccia".
Ma, al di l delle oscillazioni, ho passato anni ossessionata dal mio corpo grasso: sono diventata sempre pi chiusa, sempre pi diffidente, sempre pi incapace di cogliere occasioni, anche lavorative, di divertirmi, di vivere serenamente il rapporto con il mondo maschile (ivi incluso l'uomo che ho accanto).
Ma dopo l'ultima visita medica, un bel po' di lacrime versate, mi son detta che non ne potevo pi, che avrei fatto di tutto per "completarmi", per sciogliere alcuni miei nodi, prima di ogni cosa.
E credimi sono letteralmente incapace di capire cosa fare, tanto ho da "recuperare"....

CicciFata
Alice2
In poco tempo ho preso 40 kg, anche per compulsione alimentare.
Non sono mai riuscita a fare una dieta per pi di 3 gg. Movimento fisico neppure.
Non sono bastate i mille consigli del tipo
"guarda che se continui cos..."
Ora da 15 gg ho un regime alimentare stretto.
Non una vera e propria dieta
La paura, il vero deterrente.
La paura di contrarre malattie invalidanti o di morire per infarto.
Non una paura maturata da chiss quali fantasie ma dal rimando concreto del medico del centro di malattie metaboliche che mi segue valutando i risultati di analisi, controlli etc...
Eppure la stessa paura che non mi porta a demonizzare la mia ciccia e neppure a sfidare il mondo intero: mi va di esserci ciccia o meno ciccia.




Mi hai fatto riflettere su una cosa Alice....ultimamente negli interventi che leggo infatti lo sfondo sembra il grasso, il grasso che non accettiamo, combattiamo o orgogliosamente portiamo, come se il nostro grasso in minore o maggiore quantit identificasse noi stesse.
Credo che sia una cosa gi detta, ma la ripeto, forse normale sia cos in una community del genere ma fondamentalmente penso che sia un problema che ognuna di noi si porta dietro nel nostro quotidiano.
Il grasso nell'affermazione di noi stesse.
Pur essendo io una persona abbastanza ossessionata dall'argomento in alcuni periodi della mia vita, in perenne lotta nell'accettazione di me stessa, perfettamente consapevole che si porter sempre molto grasso addosso soprattutto nel cervello, sento che al contempo il grasso non influisca pi cos tanto nell'identificazione di me stessa, cio fa parte di me ma non mi identifica, io non sono il mio grasso ma il mio grasso che me.
Sembra una cosa banale, tutte salteranno su dicendo MACERTOOOOOO secondo me non una cosa scontata e da ci che sento dire mi sono fatta l'idea (del tutto personale) che molte siano incastrate in questo meccanismo mefistofelico senza rendersene neanche troppo conto.
Forse anche tu sei sulla mia stessa sponda e il fronte opposto fa paura, fa paura anche a me so come ci si sente e non voglio tornare a essere cos indipendentemente dal mio peso.
E bisogna avere paura sempre, sembra brutto detto cos ma nella consapevolezza delle conseguenze del grasso si ha paura delle stesse e anche se non si vuole e non si riesce a dimagrire questa paura ci porter a fare controlli e analisi sulle patologie che hanno nel grasso un fattore di rischio, perch non tocca nascondersi troppo dietro un dito l'incidenza di queste malattie per noi + probabile.
Parlo bene, sono stata due anni senza ripetere gli esami e le visite che annualmente faccio perch voglio sentirmi una ragazza" normale" come le mie amiche che al massimo sono andate da dentista e ginecologo....poi per fortuna la "paura" tornata e sono tornata in me...


Author CicciFata CicciFata 12/11/10 - 19:25
IPID: F53BC82511
Alice2
Non so che dirti...
Se guardo indietro, vedo la mia rabbia e la mia frustrazione se penso al mio grasso, al mio corpo lontana dalla mia immagine abituale (magra).
Ma vedo anche la rabbia che nascondeva il mio "me ne frego di quello che pensate della mia ciccia".
Ma, al di l delle oscillazioni, ho passato anni ossessionata dal mio corpo grasso: sono diventata sempre pi chiusa, sempre pi diffidente, sempre pi incapace di cogliere occasioni, anche lavorative, di divertirmi, di vivere serenamente il rapporto con il mondo maschile (ivi incluso l'uomo che ho accanto).
Ma dopo l'ultima visita medica, un bel po' di lacrime versate, mi son detta che non ne potevo pi, che avrei fatto di tutto per "completarmi", per sciogliere alcuni miei nodi, prima di ogni cosa.
E credimi sono letteralmente incapace di capire cosa fare, tanto ho da "recuperare"....




Una cosa fondamentalmente ha provocato sempre tristezza in me, si pu recuperare la vita presente ma il tempo sprecato dietro una rabbia inutile, dietro un congelamento, beh questo non si recupera pi....
per recuperare anche se non tutto comunque un gran passo, fatto di tanti piccoli passi.
Una cosa che aiuta molto non guardare mai la situazione totale, non affrontare mai il progetto nella sua totalit, ma solo i piccoli passi che vengono superati e affrontati. Personalmente mi scoraggio sempre dopo i primi tempi in cui affronto qualsiasi dei miei sforzi se penso alla strada che manca per riuscire, per superando le cose giorno per giorno di solito passa...

Author Lilith 13/11/10 - 23:47
IPID: 3FB400CE87
A me quello che da pi rammarico il pensare che col passare del tempo i tessuti sono diventati meno elastici e che "adesso" vincere la resistenza interna dei tessuti e dimagrire senza portarne i segni addosso (pelle che si affloscia, smagliature e altro) sempre pi difficile.

49 anni non sono 29...

questo un freno interiore che mi intristisce moltissimo...
In Sicilia, lavorare e sfottere sono attivit che stancano. Meglio farle a pancia piena...

^top^
previous topic  1    next topic

Random Females
mariposa69
 mariposa69
(1,839 hits)
Freeda
 Freeda
(300 hits)
lisalioness
 lisalioness
(6,881 hits)
CandyGirl94
 CandyGirl94
(826 hits)
dorathy
 dorathy
(604 hits)

Users On-Line

We have 102 users
5 members
97 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.3527 Secs
96.13% mysql, 3.87% php
 21 mysql queries