bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣
  • Freeda: ... e a giudicare dalla presenza soverchiante e caparbia di visite maschili ai profili maschili... direi che quasi quasi togliamo definitivamente il disturbo... :D
  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo
  • Master70brescia: apoteosi 8 uomini zero fighe :-) w la qualit :-)
  • Freeda: buona serata a tutti :*
  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  31394
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
1  2  3  >>
Raggiungo il mio corpo, ovvero storia di un sondino.

Author persefone persefone 04/12/10 - 00:34
IPID: F4A988880D
Affronto un argomento che da queste parti stato molto spinoso e ha creato molte polemiche, ma mi auguro che questa volta gli animi siano pi placidi dando spazio al confronto, se non altro per rispetto verso una decisione presa per motivi sentiti e soggettivamente validi.
Sono ovviamente disponibile a rispondere a tutte le domande che volete in merito a ci che sto per raccontare, per dico fin da ora che non ho molta voglia di rispondere a commenti polemici e probabilmente non lo far.

Sono tante le cose che voglio dire e raccontare e spero di riuscire a mantenere un ordine logico, ma non garantisco nulla.

Esasperata da un periodo nero in cui varie cose non andavano come avrebbero dovuto, durante il quale non riuscivo pi a smettere di mangiare, ho deciso di ricorrere ad un rimedio drastico che potesse, quantomeno, limitare la lievitazione del mio corpo. Cos ho partecipato alla conferenza del dottor Cappello in cui illustrava il funzionamento del sondino naso-gastrico e rispondeva a tutte le domande dei partecipanti: tre ore di domande e risposte, alla fine ero sfinita ma convinta.

Il 5 ottobre, insieme alla mia amica ed a mia sorella, siamo andate ad iniziare tutte insieme questa avventura...ok, suona un po' melodrammatico ma, a fronte degli ottimi risultati, i 10 giorni di sondino sono veramente duri perch pur non soffrendo la fame, la voglia di mangiare e di sentire qualche sapore quasi sempre presente e posso senz'altro dire di avercela fatta perch non ero sola: ci siamo fatte forza l'un l'altra nei momenti pi difficili.

Il funzionamento del trattamento il seguente: viene inserito questo tubicino trasparente molto sottile dal naso fino allo stomaco; viene fatto passare sulla guancia (fermato con un cerotto) e poi dietro l'orecchio. All'altezza del collo c' un "raccordo" al quale verr attaccato il tubo pi grande collegato alla pompa e poi alla sacca che contiene la soluzione di acqua e proteine che sar la propria alimentazione 24 ore su 24 per 10 giorni.
L'esatta composizione della soluzione sieroproteine di origine bovina (proteine del latte; lecitina di soia); collagine idrolizzato di origine bovina; potassio cloruro, in quantit pari a circa 300 calorie al giorno. Questa alimentazione viene integrata da capsule di un gastroprotettore, da un integratore vitaminico e da un "purgone" che serve ad eliminare ogni traccia di zuccheri dall'intestino. Durante i 10 giorni non consentito mangiare alcunch: nulla di nulla, solo acqua (anche gassata) t, caff o camomilla, rigorosamente senza zucchero, n dolcificanti o latte.
Non sono in grado di dare spiegazioni tecnico-scientifiche, tuttavia succede che il corpo, durante i 10 giorni, viene alimentato esclusivamente da proteine che andranno a nutrire la massa magra e il corpo, bisognoso di zuccheri, andr a procurarseli dal grasso in eccesso; il prodotto del consumo dei grassi provocher chetoni nello stomaco che, anche se saranno la causa del saporaccio in bocca e dell'alito mortale, sono preziosissimi in quanto causa dell'assenza di fame per tutto il tempo. Alla conferenza qualcuno ha chiesto come mai la chetosi viene curata nei bambini e invece a noi non dovrebbe far male ed il dottor Cappello ha risposto che la quantit di chetoni prodotti dal ciclo di sondino notevolmente inferiore a quella che diventa nociva nei bambini.
Il fatto che la massa magra continui ad essere nutrita fa s che il dimagrimento si focalizzi solo sul grasso, ci vuol dire che non ci sono inflaccidimenti della muscolatura anche se in 10 giorni si arrivano a perdere molti chili.

Costo del trattamento: 230 euro fra impedenziometria e cibo. Altri 300 euro sono per la cauzione della pompa che possono essere dati anche sottoforma di assegno che verr restituito alla consegna dell'apparecchio.

La stima media di chili persi durante un ciclo del 7/10% del proprio peso corporeo. C' anche chi ne ha persi molti meno e mentre ero in sala d'attesa c'erano una signora con il figlio incazzati neri perch non avevano perso un etto...i motivi non li conosco, credo comunque dipenda da come funziona il corpo di ciascuno. Io ho fatto due cicli, intervallanti da una quarantina di giorni di dieta di mantenimento, e ne ho persi 10 al primo ciclo e 7 al secondo ciclo, appena terminato.

Sono stati 10 (+10) giorni non proprio facilissimi, un po' per la debolezza e la pressione bassa, ma anche per la rottura di dover avere sempre lo zainetto con macchinetta e sacca sempre sulle spalle ed il "GniiikGniiikGniiik" ogni 8,5 secondi giorno e notte, per non parlare del saporaccio in bocca e la voglia di sentire un qualunque sapore. Nel primo ciclo avevo voglia di leccarmi un cavolfiore lesso che avevano preparato in casa...questa volta ho ovviato annusando tutto ci che riuscivo, placando almeno un senso. Malgrado tutto ci ho potuto continuare a fare la mia vita: se il primo ciclo l'ho fatto semi-rintanata in casa, durante quest'ultimo ho continuato ad alzarmi ogni mattina alle 5,30 per andare a farmi 8 ore di lavoro e tornare...quindi per quanto fastidioso decisamente non stato debilitante.

Ci che fantastico, oltre al fatto di aver perso tanto peso (in tutto 17kg dal 5 ottobre scorso), sono le conseguenze sul mio modo di pormi verso il cibo: ho patito talmente tanto di non poter sentire nessun sapore, che una volta tolto il sondino mi sono sentita soddisfatta anche da un'insalatina scondita e cos sono riuscita a stare a dieta ed a mantenere il peso ed a perdere i 2-3 chili che si prendono fisiologicamente al termine del trattamento. Oltre a questo credo che sia stato molto motivante ritrovarsi in breve tempo con 10 chili in meno, con meno dolori dovuti al peso eccessivo: tutto ci mi ha fornito molta forza ed energia e voglia di fare: cinque piani di scale al giorno non mi spaventano pi e riesco di nuovo a camminare a lungo perch non ho pi i dolori lancinanti ai piedi ad ogni passo che facevo.
Raggiungo di nuovo il mio corpo perch riesco a piegarmi, riesco a cingermi, a raggiungere punti del mio corpo che erano anni che non ritrovavo.
Fisicamente mi sento benissimo, il sondino ha anche avuto un effetto purificante e "riposante" per tutti gli organi che per quel periodo lavorano a bassissimo regime.

Dovr perdere ancora qualche chilo per tornare finalmente ad un peso a due cifre e mi fermer solo quando avr raggiunto la taglia 50/52 dei miei sogni, ma per ora non ho ancora voglia di pensare ad un terzo ciclo di sondino, forse se ne parler in febbraio.

Ho finalmente ritrovato quella motivazione, di cui si parlava tempo fa, senza la quale difficile, se non impossibile, pensare di mettersi a dieta, ma non voglio cantare vittoria: continuer a cercare questa motivazione giorno per giorno, per ora continuer con la dieta e con le scale.

Questa la mia esperienza: spero possa essere utile.
Sono Donna Summer nel corpo di Ave Ninchi

Author unika67 04/12/10 - 02:32
IPID: D2FC3EDC2A
brava.....brava...brava....
sei una donna stupenda....da imitare.
complimenti....
unika
unika67

Author Maybe 04/12/10 - 03:41
IPID: 5A912EEAF2
un mio amico mi ha messo in contatto con un medico che mi ha parlato del sondino...per me sarebbe impossibile stare al bar con lo zainetto...pero' cavolo 17 chili in 20 giorni! io ne ho persi 23 in 4 mesi e mezzo.

chissa' pero' poi cosa succede al fisico quando si ricomincia a mangiare.

..........ma come hai fatto a non mangiare nulla per 10 giorni?????????che coraggio.

Author persefone persefone 04/12/10 - 10:16
IPID: 18D5F9B32C
unika67
brava.....brava...brava....
sei una donna stupenda....da imitare.
complimenti....
unika [] [] []

Grazie per i tuoi complimenti ma in realt non ho fatto molto: ho affrontato una sofferenza di 10 giorni e ne ho colto i frutti, ma pensa a chi fa una dieta con pazienza e costanza per mesi e mesi: quelli s che sono da elogiare! Io non ce l'avrei fatta ad accontentarmi di un lento dimagrimento...
Sono Donna Summer nel corpo di Ave Ninchi

Author persefone persefone 04/12/10 - 10:28
IPID: 18D5F9B32C
Maybe
un mio amico mi ha messo in contatto con un medico che mi ha parlato del sondino...per me sarebbe impossibile stare al bar con lo zainetto...pero' cavolo 17 chili in 20 giorni! io ne ho persi 23 in 4 mesi e mezzo.

Eh, tu sei stata brava!!!!
Non ce la faresti perch? Lo zainetto molto piccolo...forse l'unica cosa che al bar sarebbe poco "carina" il tubicino che ti esce dal naso, senza contare la continua tentazione di cibi e bevande...

Maybe
chissa' pero' poi cosa succede al fisico quando si ricomincia a mangiare..

Succede che si prendono un paio di chili fisiologici perch l'intestino non pi vuoto...
Sia a me che ad un mio amico successo che per i primi 10 giorni dopo il trattamento non si riuscisse pi a perdere peso, malgrado la dieta ferrea. E' stato un po' scoraggiante ma non bisogna perdersi d'animo e dopo quei 10 giorni il numero sulla bilancia ha ripreso a scendere.

Maybe
.......ma come hai fatto a non mangiare nulla per 10 giorni?????????che coraggio.

A parte che non ho sofferto la fame (anche se in questo secondo ciclo un po' l'ho sofferta), diciamo che ho avuto sempre davanti la meta del risultato. Certo, ho evitato di finire a tavola con persone che mangiavano e i colleghi mi fornivano la carta che avvolge i pocket coffee affinch potessi sniffarle e soddisfare un po' i sensi... Alla fine la mancanza di cibo una sofferenza relativa, la cosa pi scomoda lo zainetto, il cablaggio continuo, giorno e notte, il "GniiikGniiikGniiik" della macchinetta...per a fronte di un risultato cos, sono riuscita a sopportare tutto ci senza grossi problemi.
Sono Donna Summer nel corpo di Ave Ninchi

Author jsmahela 04/12/10 - 10:56
IPID: A92D8D50E2
persefone
Affronto un argomento che da queste parti stato molto spinoso e ha creato molte polemiche, ma mi auguro che questa volta gli animi siano pi placidi dando spazio al confronto, se non altro per rispetto verso una decisione presa per motivi sentiti e soggettivamente validi.
Sono ovviamente disponibile a rispondere a tutte le domande che volete in merito a ci che sto per raccontare, per dico fin da ora che non ho molta voglia di rispondere a commenti polemici e probabilmente non lo far.

Sono tante le cose che voglio dire e raccontare e spero di riuscire a mantenere un ordine logico, ma non garantisco nulla. :)

Esasperata da un periodo nero in cui varie cose non andavano come avrebbero dovuto, durante il quale non riuscivo pi a smettere di mangiare, ho deciso di ricorrere ad un rimedio drastico che potesse, quantomeno, limitare la lievitazione del mio corpo. Cos ho partecipato alla conferenza del dottor Cappello in cui illustrava il funzionamento del sondino naso-gastrico e rispondeva a tutte le domande dei partecipanti: tre ore di domande e risposte, alla fine ero sfinita ma convinta.

Il 5 ottobre, insieme alla mia amica ed a mia sorella, siamo andate ad iniziare tutte insieme questa avventura...ok, suona un po' melodrammatico ma, a fronte degli ottimi risultati, i 10 giorni di sondino sono veramente duri perch pur non soffrendo la fame, la voglia di mangiare e di sentire qualche sapore quasi sempre presente e posso senz'altro dire di avercela fatta perch non ero sola: ci siamo fatte forza l'un l'altra nei momenti pi difficili.

Il funzionamento del trattamento il seguente: viene inserito questo tubicino trasparente molto sottile dal naso fino allo stomaco; viene fatto passare sulla guancia (fermato con un cerotto) e poi dietro l'orecchio. All'altezza del collo c' un "raccordo" al quale verr attaccato il tubo pi grande collegato alla pompa e poi alla sacca che contiene la soluzione di acqua e proteine che sar la propria alimentazione 24 ore su 24 per 10 giorni.
L'esatta composizione della soluzione sieroproteine di origine bovina (proteine del latte; lecitina di soia); collagine idrolizzato di origine bovina; potassio cloruro, in quantit pari a circa 300 calorie al giorno. Questa alimentazione viene integrata da capsule di un gastroprotettore, da un integratore vitaminico e da un "purgone" che serve ad eliminare ogni traccia di zuccheri dall'intestino. Durante i 10 giorni non consentito mangiare alcunch: nulla di nulla, solo acqua (anche gassata) t, caff o camomilla, rigorosamente senza zucchero, n dolcificanti o latte.
Non sono in grado di dare spiegazioni tecnico-scientifiche, tuttavia succede che il corpo, durante i 10 giorni, viene alimentato esclusivamente da proteine che andranno a nutrire la massa magra e il corpo, bisognoso di zuccheri, andr a procurarseli dal grasso in eccesso; il prodotto del consumo dei grassi provocher chetoni nello stomaco che, anche se saranno la causa del saporaccio in bocca e dell'alito mortale, sono preziosissimi in quanto causa dell'assenza di fame per tutto il tempo. Alla conferenza qualcuno ha chiesto come mai la chetosi viene curata nei bambini e invece a noi non dovrebbe far male ed il dottor Cappello ha risposto che la quantit di chetoni prodotti dal ciclo di sondino notevolmente inferiore a quella che diventa nociva nei bambini.
Il fatto che la massa magra continui ad essere nutrita fa s che il dimagrimento si focalizzi solo sul grasso, ci vuol dire che non ci sono inflaccidimenti della muscolatura anche se in 10 giorni si arrivano a perdere molti chili.

Costo del trattamento: 230 euro fra impedenziometria e cibo. Altri 300 euro sono per la cauzione della pompa che possono essere dati anche sottoforma di assegno che verr restituito alla consegna dell'apparecchio.

La stima media di chili persi durante un ciclo del 7/10% del proprio peso corporeo. C' anche chi ne ha persi molti meno e mentre ero in sala d'attesa c'erano una signora con il figlio incazzati neri perch non avevano perso un etto...i motivi non li conosco, credo comunque dipenda da come funziona il corpo di ciascuno. Io ho fatto due cicli, intervallanti da una quarantina di giorni di dieta di mantenimento, e ne ho persi 10 al primo ciclo e 7 al secondo ciclo, appena terminato.

Sono stati 10 (+10) giorni non proprio facilissimi, un po' per la debolezza e la pressione bassa, ma anche per la rottura di dover avere sempre lo zainetto con macchinetta e sacca sempre sulle spalle ed il "GniiikGniiikGniiik" ogni 8,5 secondi giorno e notte, per non parlare del saporaccio in bocca e la voglia di sentire un qualunque sapore. Nel primo ciclo avevo voglia di leccarmi un cavolfiore lesso che avevano preparato in casa...questa volta ho ovviato annusando tutto ci che riuscivo, placando almeno un senso. Malgrado tutto ci ho potuto continuare a fare la mia vita: se il primo ciclo l'ho fatto semi-rintanata in casa, durante quest'ultimo ho continuato ad alzarmi ogni mattina alle 5,30 per andare a farmi 8 ore di lavoro e tornare...quindi per quanto fastidioso decisamente non stato debilitante.

Ci che fantastico, oltre al fatto di aver perso tanto peso (in tutto 17kg dal 5 ottobre scorso), sono le conseguenze sul mio modo di pormi verso il cibo: ho patito talmente tanto di non poter sentire nessun sapore, che una volta tolto il sondino mi sono sentita soddisfatta anche da un'insalatina scondita e cos sono riuscita a stare a dieta ed a mantenere il peso ed a perdere i 2-3 chili che si prendono fisiologicamente al termine del trattamento. Oltre a questo credo che sia stato molto motivante ritrovarsi in breve tempo con 10 chili in meno, con meno dolori dovuti al peso eccessivo: tutto ci mi ha fornito molta forza ed energia e voglia di fare: cinque piani di scale al giorno non mi spaventano pi e riesco di nuovo a camminare a lungo perch non ho pi i dolori lancinanti ai piedi ad ogni passo che facevo.
Raggiungo di nuovo il mio corpo perch riesco a piegarmi, riesco a cingermi, a raggiungere punti del mio corpo che erano anni che non ritrovavo.
Fisicamente mi sento benissimo, il sondino ha anche avuto un effetto purificante e "riposante" per tutti gli organi che per quel periodo lavorano a bassissimo regime.

Dovr perdere ancora qualche chilo per tornare finalmente ad un peso a due cifre e mi fermer solo quando avr raggiunto la taglia 50/52 dei miei sogni, ma per ora non ho ancora voglia di pensare ad un terzo ciclo di sondino, forse se ne parler in febbraio.

Ho finalmente ritrovato quella motivazione, di cui si parlava tempo fa, senza la quale difficile, se non impossibile, pensare di mettersi a dieta, ma non voglio cantare vittoria: continuer a cercare questa motivazione giorno per giorno, per ora continuer con la dieta e con le scale.

Questa la mia esperienza: spero possa essere utile.



Io ti stimo per la forza di volont e la resistenza che devono essere notevoli per compiere una scelta del genere...BRAVA BRAVA BRAVA...
A te che se le bugie avessero le gambe corte cammineresti con il culo!!!

Author lila.t 04/12/10 - 10:56
IPID: 05F52A2FED
Ti ammiro tantissimo. Io non avrei il coraggio e la forza di volont per farlo. Bravissima.
Lidia
Lidia

Author Lilith 04/12/10 - 12:35
IPID: 9896BEEDEB
persefone
Affronto un argomento che da queste parti stato molto spinoso e ha creato molte polemiche, ma mi auguro che questa volta gli animi siano pi placidi dando spazio al confronto, se non altro per rispetto verso una decisione presa per motivi sentiti e soggettivamente validi.

(...)

Ho finalmente ritrovato quella motivazione, di cui si parlava tempo fa, senza la quale difficile, se non impossibile, pensare di mettersi a dieta, ma non voglio cantare vittoria: continuer a cercare questa motivazione giorno per giorno, per ora continuer con la dieta e con le scale.

Questa la mia esperienza: spero possa essere utile.



Conoscendoti, e sapendo quanto tu sia razionale e ferrea nella tua logica, so che non hai affrontato con superficialit questa esperienza e che se l'hai voluta fare (e ripetere) vuol dire che ti convinceva profondamente.

Hai trovato la "tua" strada, per te va bene, evidentemente, cos, ed questo l'importante.

Nel passaggio in cui hai scritto di quella donna e del figlio che non erano riusciti a dimagrire nemmeno un etto ritrovo un mio convincimento di fondo (posto che quei due abbiano seguito alla lettera le prescrizioni) e cio che ognuno di noi ha un suo equilibrio metabolico frutto di una selezione lunghissima e di abitudini di una intera vita e che la soluzione non pu essere uguale per tutti. Non solo: ognuno ha il suo equilibrio psichico che si fonda su una rete complessa di sensazioni, di reazioni, di istinti che non facile districare e comprendere appieno nemmeno per chi ne il protagonista principale. Ci vuole un compromesso fra corpo e psiche se no non si va da nessuna parte.

Tu riesci a trovarlo evidentemente solo in una situazione estrema e con un periodo intenso, ma breve, di sacrifici.
C' chi nasce centometrista, capace di dare tutto, generosamente, nell'arco di cento metri di corsa velocissima e chi, invece, pu dosare le sue riserve su percorsi lunghissimi, arrivando lo stesso al proprio traguardo. Da questo punto di vista io sono molto pi simile a te che a Maybe: non riesco a reggere le lunghe distanze, ho bisogno di grossi risultati subito. Sono capace di sforzi immensi ma per breve tempo. Perch poi mi sfianco, mi demotivo, mi annoio.

Per te va bene cos. A Maybe bastato seguire il suo istinto ed adeguare le quantit e le qualit dei cibi al suo stile di vita, mantenendo, per, una ferrea condotta. That-One ha il suo guru che ha azzeccato la cura giusta per lei e ne vede felicemente i frutti, alimentando ogni giorno, cos, la propria motivazione. Mordilla riesce a seguire solo una dieta costrittiva ed innaturale come quella di Lemme, perch l'unica che le da risultati concreti.

Ed io?
Ho davanti a me un percorso, eppure avrei tanta voglia di andarmene a pescare. Al mare.


In Sicilia, lavorare e sfottere sono attivit che stancano. Meglio farle a pancia piena...

Author spaziale spaziale 04/12/10 - 13:21
IPID: 4AD89919CF
Lilith
persefone
Affronto un argomento che da queste parti stato molto spinoso e ha creato molte polemiche, ma mi auguro che questa volta gli animi siano pi placidi dando spazio al confronto, se non altro per rispetto verso una decisione presa per motivi sentiti e soggettivamente validi.

(...)



Conoscendoti, e sapendo quanto tu sia razionale e ferrea nella tua logica, so che non hai affrontato con superficialit questa esperienza e che se l'hai voluta fare (e ripetere) vuol dire che ti convinceva profondamente.

[...]

Ed io?
Ho davanti a me un percorso, eppure avrei tanta voglia di andarmene a pescare. Al mare.




Concordo in toto con Lilith.. ognuno ha la sua strada e la difficolt principale trovarla.

Voglio fare anche complimenti a persefone per il coraggio che ha avuto a iniziare questa strada e a perseguirla col secondo ciclo.Io ancora non l'ho avuto (ma anche per altre ragioni).

giac
Blucher! ihhhhhh

Author persefone persefone 04/12/10 - 15:29
IPID: 18D5F9B32C
Lilith
Nel passaggio in cui hai scritto di quella donna e del figlio che non erano riusciti a dimagrire nemmeno un etto ritrovo un mio convincimento di fondo (posto che quei due abbiano seguito alla lettera le prescrizioni) e cio che ognuno di noi ha un suo equilibrio metabolico frutto di una selezione lunghissima e di abitudini di una intera vita e che la soluzione non pu essere uguale per tutti. Non solo: ognuno ha il suo equilibrio psichico che si fonda su una rete complessa di sensazioni, di reazioni, di istinti che non facile districare e comprendere appieno nemmeno per chi ne il protagonista principale. Ci vuole un compromesso fra corpo e psiche se no non si va da nessuna parte.

Bisogna innanzitutto vedere se vero che i due non hanno toccato cibo per tutto il ciclo perch non perdere nemmeno un etto con un tipo di alimentazione del genere penso sia quasi impossibile, ma non sono un medico, solo una mia supposizione. Per quel che mi riguarda, ci sono 3 chili di differenza fra primo e secondo ciclo e immagino sia perch prima del primo mangiavo tutto e rotta di collo, mentre prima del secondo avevo un'alimentazione con molte pi proteine che carboidrati quindi c' stata meno differenza fra il tipo di sostanze assimilate.

E' chiaro, comunque, che ognuno trova la propria strada in base alle richieste del proprio corpo e delle proprie esigenze e ho riportato la mia esperienza perch questo ci che facciamo qui, perch per me stata positiva e potrebbe esserlo anche per qualcun altro ma non mia intenzione, n mio interesse, fare proseliti.

Sono Donna Summer nel corpo di Ave Ninchi

^top^
previous topic  1  2  3  >>  next topic

Random Males
Rutger85
 Rutger85
(317 hits)
redifiori
 redifiori
(346 hits)
Tuco
 Tuco
(53 hits)
downinhell
 downinhell
(61 hits)
sweetstrong
 sweetstrong
(5,402 hits)

Users On-Line

We have 111 users
2 members
109 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.4502 Secs
96.65% mysql, 3.35% php
 21 mysql queries