bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!
  • seasparrow: ciao a tutte/i
  • metal91: ciao chi chatta?
  • Silver_Surfer: Ma la neve brutta... fredda 😂✌
  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • ezanfi1980: ....la neve, Silver....la neve
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • Silver_Surfer: ...chi era il latitante ezanfi?

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  6859
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
1  2  3  >>
COME IL GRASSO TI CONDIZIONA LA VITA.......

Author irishlife 11/01/03 - 19:57
IPID: 0C92DEDFC0
allora...premetto che anche se frequento il sito da 4 mesi nn so se cio che sto scrivendo lo dovrei mettere qui o in qualche canale particolare cmq io scrivo poi...
Per molto tempo ho cercato un sito come questo ,dove potermi confrontare con ragazze che hanno e hanno avuto la mia stessa croce o fisicita
Ogni persona incontra nella propria vita ostacoli, difficolta ma almeno personalmente la maggior parte sono stati legati al fisico che si sarebbero potuti tranquillamente evitare se ci fosse stata piu sensibilita e intelligenza da parte delle persone che mi sono ritrovata sulla strada
Viviamo in una societa che apparentemente lascia libero chiunque di scegliere come vivere la propria vita ma in realta nn cosi.Io "non" posso essere grassa quello che la vita mi ha insegnato o meglio puoi anche esserlo pero......Quel pero lho capito molto molto presto ,si comincia con i vistiti che nn si trovano,"amici"che ti guardano storto,ragazzi che nn vogliono uscire con te,sguardi e commenti da parte di tutti che piu o meno suonano cosi"ha il viso di una madonna peccato che..."
ovviamente tralascio le battutine cattive ,le prese in giro che sono state presenti nella mia infanzia e adolescenza ,penso che qui molte ragazze sanno a cosa mi sto riferendo...io ho un carattere molto forte e sono sempre stata un "peperino"e quei commenti e certe situazioni nn mi hanno mai fermato o impedito di fare o di dire cioche volevo.Ma nn sempre stato cosi facile e automatico dirsi "fai finta di niente che nn ne vale la pena".
Quante volte vi sara capitato di avere un feeling particolare con qualche ragazzo/a che vi piaciuto,dove entrambi sentivate che cera qualcosa in piu,che insieme sareste stati perfetti ma purtroppo per molti piu facile nascondere i propri sentimenti che affrontare il giudizio della societa.
B le cose cambiano,i ragazzi maturano e fanno, nel migliore dei casi,il loro"coming out" ....ehm....wow!si ma nessuno cancellera mai la sofferenza che provo e ho provato.
Sono incazzata nera che una ragazza/o ,perch in sovrappeso,deve affrontare tutto cio! E perch questo?quale lo scopo?Con questo nn voglio dire che la maggior parte delle persone si comporta cosi, molti nn hanno problemi ad esternare i loro gusti e preferenze ma vi assicuro che molto molto difficile incontrare ragazzi che a 20 anni fanno questo tipo di scelta.Magari prima o poi matureranno ma io intanto?forse saro stata sfortunata io a nn incontrare fa con le pa..e o che magari a me nn piacevano ma certi commenti o considerazioni li avrei evitati molto volentieri dato che consapevolmente o meno hanno condizionato la mia vita
scusatemi per lo sfogo ma io ancora certe cose nn le capisco e nn le accetto un bacio a tutti

Author Aleluja 11/01/03 - 20:31
IPID: 992C0BE53C
La penso come te...e non x niente confortante
Ma anche se queste cose mi danno fastidio, non importa...ci sono moltissimi altri aspetti della vita su cui concentrarsi :)

Author CicciFata CicciFata 12/01/03 - 00:53
IPID: 85FEB3F0AB
[FONT=comic sans ms]

Beh che dirti, la penso come te, esattamente come te...
solo che molti limiti della mia vita portati dal sovrappeso sono dovuti oltre all´insensibilit degli altri(e stupidit ) stato soprattutto ai problemi che mi sono fatta io.
Quando una persona profondamente insicura(come me) ogni sguardo lo vede come un occhiataccia e mette dei mattoni intorno a se pensando "non sono come gli altri, cos non mi vado bene e non andr bene per nessuno".
E spesso si fa finta di niente, si ride delle battute cattive degli altri facendo capire che non ci feriscono anche se non cos...e a volte basterebbe dirlo...
Accettarsi una soluzione, credo che sia vero che chi si piace piace anche agli altri....anche se non facile soprattutto per chi ha la mia et(io e irish siamo coetaneee) e sente che un certo tipo di bellezza stereotipato un obbligo.
Una volta che una persona si accetta impara a lasciar andare senza rancori chi nn ci accetta...in fondo non ci meritano...
non so se sono stata chiara
smack
^Fatina^
</font></font>
cercami e leggera come un bacio circonder il tuo corpo

Author flower 12/01/03 - 02:30
IPID: 19803D51B3
eh si, ti capisco davvero bene! Una vita che lotto contro tutti questi kili di troppo. E´ sempre stata una battaglia con me stessa e anche con gli altri.
Credo di essere pi o meno tua coetanea (da quanto ho capito), ho 23 anni, e da sempre mi considero sfortunata.
Mi guardo allo specchio e non mi piaccio, esco e spesso cammino a testa bassa per evitare sguardi e commenti di disapprovazione. Da una vita, sepre la stessa storia. Nel tempo sono dimagrita (25 kili in un anno) e ho cominciato a guardarmi con altri occhi (anche se ne ho ancora tantissimi da smaltire! Accidenti) e automaticamente ho ripreso un po´ di fiducia in me stessa e ho cominciato a sentirmi un po´ pi a mio agio con gli amici e con l´altro sesso.
Ma ora ci sono ricaduta in pieno, complice un innamoramento!
Un anno e mezzo di tira e molla, il sentirsi tutti i giorni, il comportarsi come una coppia ma non esserlo! Io sento che, come dici tu, ci "prendiamo", insieme stiamo bene. Ma qualche cosa frena tutto...e questo qualche cosa credo che sia il mio aspetto fisico! Non lo dico con leggerezza, questo mi provoca un dolore immenso..
Forse lui bloccato dal mio aspetto, forse no, forse c´ altro. E ho ricomciato a stare male, anzi pi male di prima.
Insomma...per farla breve ho deciso di ricominciare la dieta e, anche se sbagliato, mi rendo conto che lo sto facendo pi per lui che per me!
Vorrei riuscire ad accettarmi come sono...ma non ci riesco...

S.
flo

Author arianna18 12/01/03 - 05:37
IPID: 4D67635A95
Sono daccordo in tutto quello che avete gia´ scritto voi,ma una cosa mi lascia perplessa,il fatto che nessuna si riesca ad accettare.
Io ho qualche anno in meno di voi e posso dire di accettarmi ad un buon 90% (100% penso che non ci riesca neanche la magra).Naturalmente qualche anno indetro facevo molta fatica a guardarmi allo specchio ma quando giravo x strada ero fiera di come ero, se un ragazzo mi guardava in una "certa maniera" io pensavo che lo stesse facendo xch gli piacevo,non il contrario.
Soffrivo quando mi sentivo dire dai medici che ero una ragazza quasi obesa e io non mi vedevo tale,o quando un medico sportivo mi disse che il mio peso era esagerato e non avrei piu´ potuto giocare a pallavolo se non mi fossi messa seriamente a dieta.
Furono gli unici motivi di crolli emotivi (tralasciando quelli amorosi),ma x il resto io mi Amo, Amo il mio corpo, sono consapevole che con qualche kilo in meno starei meglio ma x ora mi vedo bene cosi´,quando mi guardo allo specchio non vedo l´Arianna in sovrappeso ma una Donna con la D maiuscola.
Ary
***
"Se non ci amiamo nemmeno noi stesse, come pretendiamo di venire amate dagli altri?"

Author Aleluja 12/01/03 - 09:45
IPID: A6273CAC6D
amarsi

E diverso il discorso sullamarsi e quello sul piacere agli altri e sentirsi sicure di s. Almeno per me!

Io mi amo, ma non posso sapere se gli altri vedono di me quello che vedo io.

Quando mi guardo allo specchio mi piaccio ma la bellezza una cosa molto soggettiva quando si superano i 100 kg... a questo punto che diventa "vitale" (esagerazione assurda ^^) sapere se una persona o non FA (e se non lo sai ti fai le paranoie del tipo "ma perch cavolo mi guarda?!", e se sospetti che lo sia ti incazzi, "ma perch cavolo non ammette di esserlo??", come dice irish!).

<<se un ragazzo mi guardava in una "certa maniera" io pensavo che lo stesse facendo xch gli piacevo,non il contrario>]>]

Estranei a parte, quando sono gli amici o i compagni di scuola o gli insegnanti a guardarti in un certo modo, capisci subito che perch non gli piaci.
Questo non mi mai successo quando ero sugli 80, ma dopo che ho superato i 100 capitato un sacco di volte!

Anche se forse brutto da dire, credo sia una questione di cifre e penso che quando torner al semplice sovrappeso non avr proprio nessun problema, visto che gi adesso mi piaccio non mi fermer nessuno!

Baci

Author alice76 alice76 12/01/03 - 12:34
IPID: 1E7C00E73C
amare una donna abbondante
Amare una donna abbondante
tratto dal libro
BRAVA A LETTO di Jennifer Weiner

Non dimenticher mai il giorno in cui scoprii che la mia ragazza pesava pi di me. Era uscita in bicicletta e io ero rimasto a casa a guardare una partita di football. Infilato in una rivista che stavo distrattamente sfogliano trovai il suo programma Weight Watchers: una scheda grande quanto il palmo della mia mano con le annotazioni di ci che aveva mangiato a colazione, a che ora, cosa pensava di mangiare al pasto successivo, se aveva bevuto otto bicchieri dacqua, eccetera. Cera il suo nome. Il suo codice cliente. E il suo peso, che per delicatezza eviter di rivelare. Vi basti sapere che mi schiocc.
Ero consapevole che C. fosse una ragazza robusta. Sicuramente pi robusta di tutte le donne che si vedono alla televisione, pettorute ma sottili come giunchi, specialmente nelle sitcom e negli sceneggiati di ambiente ospedaliero. Indubbiamente pi robusta di qualsiasi donna con cui fossi uscito in passato. Non sono mai stato un estimatore della ciccia. Ma quando conobbi C. il suo spirito, la sua risata e i suoi occhi sfavillanti mi fecero innamorare. Con il suo corpo, pensai, avrei imparato a convivere. Aveva le spalle larghe quanto le mie, lo stesso valeva per le mani, e dal seno al ventre, dai fianchi alle cosce, era tutta una curva morbida e accogliente. Stringerla tra le braccia era come entrare in un porto sicuro. Era come tornare a casa. Tuttavia, uscire insieme a lei mi procurava un senso di disagio. Forse perch ho assimilato le aspettative del mondo in cui viviamo, secondo le quali gli uomini trovano desiderabile solo un certo tipo di donna. Pi probabilmente dipendeva dal suo modo di fare. C. era un soldato di fanteria sempre in prima linea nella guerra del corpo. Alta un metro e settantacinque, con la struttura di un linebacker e un peso adatto al membro di una squadra di football, C. non poteva sperare di passare inosservata. Ma io so che se fosse stato possibile, se le spalle chine, la schiena curva, gli informi maglioni neri che prediligeva avessero potuto cancellarla dal mondo, lei sarebbe stata felice di sparire allistante. Non traeva alcun piacere dal possesso delle caratteristiche che io tanto apprezzavo: la sua statura, la sua ampiezza, la sua mole succulenta e voluttuosa.
Mille volte le ho ripetuto che era bella, ma non mi ha mai creduto. Mille volte le ho detto che il suo peso non aveva alcun peso, ma so che per lei non era cos. Io ero una voce isolata, e la voce del mondo gridava pi forte. Il suo disagio era unentit palpabile che ci camminava accanto per strada, si sedeva davanti a noi al cinema, in attesa che qualcuno pronunciasse quello che per lei era linsulto peggiore: grassa. E sapevo che non si trattava di paranoia. Tutti sappiamo che leccesso di peso rimasto lultimo oggetto consentito di pregiudizio, che i grassi sono gli unici bersagli ammissibili della disapprovazione e dello scherno generali nel nostro mondo politicamente corretto. Provate ad uscire con una cicciona e scoprirete che vero. Noterete come la gente la guarda, e guarda voi che siete in sua compagnia. Se volete comprarle della biancheria sexy per il giorno di San Valentino, scoprirete che le taglie finiscono dove lei comincia. Ogni volta che la portate a cena fuori la vedrete agonizzare, annaspare alla ricerca di un difficile compromesso fra ci che desidererebbe, ci che disposta a concedersi, e ci che considera lecito consumare in pubblico. E ci che considera lecito dire..
Come se essere grassi fosse un crimine. Amare una donna grassa un atto di coraggio nel mondo in cui viviamo. Peggio, spesso si rivela inutile. Perch amando C. sapevo di amare una donna che si considerava indegna damore. E adesso che finita non so come sfogare la rabbia e il dolore. Non so se prendermela con il mondo che lha costretta a vergognarsi del suo corpo, anzi di se stessa, negandole il diritto di essere e sentirsi desiderabile; oppure con C., per non essere stata abbastanza forte da ignorare il giudizio del mondo. O con me stesso, per non averla saputa amare tanto da trasmetterle un po di fiducia in se stessa.




Author didi 12/01/03 - 12:52
IPID: 460AA8F8E5
R: constatazioni da una bbw attempata
E´ vero quello che dice Irish: io avevo 20 anni 25 anni fa e le cose stavano gi cos. L´unica consolazione che posso dare che invecchiando gli uomini cambiano gusti e in linea di massima ora ho pi ammiratori oggi che un p di tempo fa!
un´altro vantaggio ad essere bbw anche quello che non ho mai pianto per il mio corpo che perdeva smalto! Intanto ho meno rughe di altre quarantacinquenni, e poi non ho vissuto la perdita della giovinezza come perdita della bellezza: grassa ero e grassa sono rimasta, quindi sono sempre pi o meno uguale
Attente solo voi ventenni al sottomento! quello tende a subire la forza della gravit soprattutto in chi ha un bel viso tondo e solare!
Baci baci! </font></font>

Author Lunita 12/01/03 - 13:54
IPID: 2C447D9DC4
Sono in sovrappeso dalle scuole medie, quanto basta per ricevere battute e commenti cattivi. Questi sono stati per pareggiati dalle dimostrazioni di interesse per me. Gli stessi che mi davano della culona mi hanno chiesto prima o poi di diventare la loro ragazza (che tenerezza quei ricordi...i bigliettini, le telefonate...), dopo il mio rifiuto magari ricominciavano a prendermi in giro...ma la consapevolezza che non facevo poi tanto schifo mi ha sempre accompagnato. Ma alle medie chi si salva dalle cattiverie? In classe mia ce n´era una per tutti: quello che era il figlio dell´arrotino, quello olivastro detto "negro" e poi da l "schiavo", quella che non si lavava i capelli e la chiamavano "sguish" perch untuosa, quello del collegio perch in condizioni famigliari disastrate che ne subiva pi di tutti, quella pallida con le occhiaie blu che era "scheletro"/"ghost", c´era anche "collo", un ragazzo dal collo molto lungo e grosso...questo per dire che anche i difetti fisici pi impensati vendono presi di mira ad una certa et, figuriamoci uno facile facile come la ciccia.
Se sono estranei che per strada ci apostrofano d pi fastidio, spesso lascio perdere, ma quando sono di buon umore rispondo a tono, e vi assicuro che per un ragazzetto che fa lo spavaldo perch circondato dagli amici una disgrazia incappare nella mia allegra ferocia, con un sorriso faccio fare a loro la figura dei coglioni davanti al gruppo, io che ero grassa gi lo sapevo...loro rimangono decisamente pi feriti di me.
Altre persone pi o meno consapevolmente tendono a farti sentire inferiore, ma sta a te lasciarglielo fare o meno...le commesse che danno per scontato che l´unica cosa a cui aspiriamo mascherare i difetti, per cui cercano di intunicarti, certo loro sono inguainate in pantaloni di pelle e top minimali, ma tu devi sembrare un frigorifero...oppure cerchi un completo intimo un po´ carino e cominciano:
-"Questo regge bene e non si vede sotto i vestiti" (armatura color carne)
-"Si ma ne volevo uno colorato, un po´ pi carino" (non si vedr sotto i vestiti ma quando te li levi sembri la sora Lella)
-"Ecco, questo di uno splendido color avorio, e poi cos comodo..." (spallaccio da zaino, fascia a destra, sotto, al centro, sembra studiato da un ingeniere russo pi che da uno stilista francese)
-"No, pensavo a qualcosa di pi femminile" (ma non l´hai capito che io non devo andare in ospedale, devo SCO-PA-RE!!!!!)
Alla fine te lo tirano fuori, grigio, rosso, nero, giallo oro, di pizzo, ricamato, a balconcino, la tua taglia ce l´hanno, ma perch sono cos restie a vendertelo? Costa anche il doppio di quelle imbragature da speleologo che ti volevano rifilare...perch danno per scontato che una come me non ha da mostrare la biancheria?
A volte sono le amiche a ferirti, non ti considerano mai, non sono gelose dei loro fidanzati solo se si tratta di te...le altre invece non si possono neanche avvicinare, oppure se si sospetta che un ragazzo si avvicini al gruppo per interesse di qualcuna non si fa mai il tuo nome...
Per quanto riguarda i rapporti sentimentali devo dire che ho notato nei vostri interventi l´idea che chi vi guarda deve essere per forza un FA, magari inconsapevole. Io non sono assolutamente d´accordo. Io non sono mai stata con un FA, ma con uomini attratti da me, ed eventualmente dalla mia bellezza, che non risiede nella mia ciccia, anzi in genere mi avrebbero preferito pi snella.
Anche a me capitato che un ragazzo attratto da me non volesse iniziare una storia seria perch non ero abbastanza presentabile (per fortuna non ero innamorata), ma quante di noi (magari non noi, ma pensate ai ragionamenti di nostre amiche e conoscenti) non si mettono con ragazzi perch non presentabili? (troppo bassi, lavoro troppo umile, straniero di un paese non chic tipo Per, Marocco, Egitto, Albania, ecc...).
Se un sentimento vero invece alberga in loro ma il nostro aspetto proprio non li attrae una colpa? Io credo di no.

"Io sento che, come dici tu, ci "prendiamo", insieme stiamo bene. Ma qualche cosa frena tutto...e questo qualche cosa credo che sia il mio aspetto fisico! [...] Insomma...per farla breve ho deciso di ricominciare la dieta e, anche se sbagliato, mi rendo conto che lo sto facendo pi per lui che per me!"

Ecco, il fare la dieta per lui sicuramente sbagliato a livello egoistico, per noi legare il dimagrimento ad un uomo sicuramente dannoso a livello psicologico, ma non uno splendido gesto di altruismo?
Se possiamo facilitare le cose ad un uomo che ci vuole bene, ma fa fatica all´idea di scegliere una donna che non trova eccitante, di legarsi unicamente a lei, di non provare pi la sensazione di guardare e spogliare una donna per lui attraente, perch nn farlo? E´ davvero cos sbagliato? Ricordiamoci che per quanto qui ci siano uomini che ci trovano bellissime per la maggior parte abbiamo un aspetto davvero poco attraente.
Anch´io ho sempre aspirato ad un amore cos forte che il mio peso non avesse peso, non ho mai voluto dimagrire per piacere ad un uomo, ma mi chiedo se sarei capace di essere altrettanto grandiosa nei miei sentimenti. Io non sono una FFA, e devo dire che gli uomini obesi ai miei occhi sono privi di qualunque attrattiva,per nulla virili, e se mi dovessi innamorare di uno cos non so quanto facile mi sarebbe accettare l´idea di fare l´amore per il resto dei miei giorni con un uomo di cui non sento i pettorali guizzarmi sotto le mani, le natiche sode con cui bearmi. Mi mancherebbe ammirarlo avvolto in uno slip sexy, in un paio di jeans aderenti, con una felpa sportiva...
Insomma non cos facile, rendiamocene conto e non sentiamoci ferite se non tutti ci riescono...
Io sento costantemente il limite che il peso pone alla mia vita, ma quanto pi grande la felicit che ti d la consapevolezza che sei amata per tutto ci che sei: ti fa sentire talmente preziosa da valere molto pi del tuo peso.

Author Mammola 12/01/03 - 15:24
IPID: 460AA8F8E5
condivido e sottoscrivo :) (m.v)

"Om ad pansa, om ad sustansa" (Nonna Lina)

^top^
previous topic  1  2  3  >>  next topic

Random Females
carrieb
 carrieb
(600 hits)
Lyza
 Lyza
(20,408 hits)
ortensia
 ortensia
(8,728 hits)
lamialori
 lamialori
(699 hits)
margybbw
 margybbw
(7,099 hits)

Users On-Line

We have 103 users
8 members
95 guests

record on 13/09/17: 212

view complete list
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.3636 Secs
95.81% mysql, 4.19% php
 21 mysql queries