bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
List all the banners
  • italiano espa�ol

the WALL

  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣
  • Freeda: ... e a giudicare dalla presenza soverchiante e caparbia di visite maschili ai profili maschili... direi che quasi quasi togliamo definitivamente il disturbo... :D
  • ezanfi1980: ....ma guarda che capita spessissimo
  • Master70brescia: apoteosi 8 uomini zero fighe :-) w la qualit :-)
  • Freeda: buona serata a tutti :*
  • masino1967: sabi :*
  • sabisaby: Ciao Masino.. .:)
  • masino1967: Buon giorno naviganti senza bussola! baci abbracci e cornetti alla nutella :) ...eccetera eccetera eccenerentola...
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ciao!

Forums

Group: Visitors

Categories:  >  Canali Canali  >  Come Stai Come Stai  >  6878
Please Login
Please Login
952 Topics
10,774 Posts
<< 1  2  3  4  5  [10]  >>
Storia di una donna in ecceso

Author POFFF_1 05/03/03 - 20:24
IPID: F70AFCFB32
gia´..
perfettamente d´accordo con pt.......
. la risposta sbagliata.... il rapporto sbagliato con il cibo......unico contenitore-contenuto di emozioni...

Author Fatina 05/03/03 - 22:35
IPID: 1C22B7EA57
Che bella occasione di confronto....
allora veniamo alla mia lotta con il grasso
Sono ingrassata a 10 anni quando mia mamma preoccupata per le mie mestruazioni cos premature ha pensato di rimbottirmi di vitamine ed energizzanti e sono iniziata a gonfiare
Sono sempre stata una bimba bella, brava a scuola, ubbidiente e con un forte senso del dovere e tutto ci probabilmente mi ha schiacciato!
Al liceo nessun flirt, ma non me ne sono preoccupata ero impegnata a studiare e nella parrocchia anche se sotto sotto ne soffrivo quando le amiche parlavano delle prime esperienze.... ma a chi poteva interessare una tipa come me?
Universit 5 anni lontana da casa in un appartamento diviso con altre due amiche, ma in quel momento ho rimosso tutto... i ragazzi e una storia non mi interessava ero troppo impegnata a salvare il mondo :-)
Tantissimi amici che mi vogliono bene che dimostrano nei miei confronti stima per cui sono una ragazza fantastica, dolce, intelligente, sensibile ecc ecc e mi cercano per tutte le loro confidenze la migliore amica di tutti ma approcci sessuali NIENTE (sono cicciona non appetibile)
Una laurea, un lavoro di responsabilt ma in me fino a 27 anni non c´ mai stato nessun desiderio sessuale.... i primi miei impulsi li ho avuti a 27 anni!!!!!
Un periodo nero per la diagnosi di una malattia insidiosa che adesso latente ma potrebbe diventare aggressiva e la paura....
Ho deciso di dimagrire perche mi avrebbe fatto star meglio, visto che una anche malattia motoria avere meno peso avrebbe significato meno affaticamento
dimagrire per un uomo? NO, desideravo che un uomo mi amasse e accettase anche con i miei rotolini, con il mio carattere i miei capricci la mia dolcezza dimagrire per avere un uomo la consideravo quasi una sconfitta Mi si accetta in toto...
Nell´arco di due anni ho cambiato 4 diversi dietologhi...
tradizionale
dieta con le intolleranze alimentari e sono finita all´ospedale
naturopata quante tisane e addirittura misuravo i lt di pipi
dietologa che mi ha prescritto la sibutramina e il giorno successivo stata tolta dal commercio :-)
Non riesco a dimagrire, mangio ma ne pi ne meno di altre colleghe e amiche magre
cerco di limitarmi nei dolci, faccio moto 2-3 ore di piscina a settimana e 4-5 ore di trekking e non perdo peso
una lotta con questi kg di troppo, mi sono analizzata spesso ma non riesco a uscirne fuori
Incontro un ragazzo che si dice innamorato di me, sono diffidente ma pian pianino miconquista ma nel momento in cui io mi lascio finalmente andare lui si spaventa e scappa
ma ci mi ha aiutato a capire che non ho paura degli uomini o di una storia o di mettermi in gioco....e quindi probabilmente questi kg non sono di difesa
ed adesso sto qua a pensare e continuo a dare la colpa ai miei rotolini di troppo,
tutte le miei amiche appena son dimagrite si son trovate il fidanzato e si son sposate
e continuoa ripetermi che un bel fisico importante e la societ dell´immagine e dell´apparenza ha vinto!
</font></font>

Author O_tavros 06/03/03 - 10:40
IPID: 894A1FAA00
ma se foste nate zoppe?
Forse era meglio direte voi...c´ la rassegnazione all´inevitabile.

Forse vi ho letto male...tutte pronte a spergiurare che stata la reazione sbagliata...ma spiegado e calcando bene la corrispondenza tra causa ed effetto.

Date per scontato che certi avvenimenti sono accaduti per la vostra conformazione fisica...o per quanto siano stronzi gli uomini....stronzate... labili scuse da usare come attenuanti al processo che vi siete fatte sa sole...condannandovi in partenza...giudici e arbitri della vostra vita.

Sapete quante volte voi belle donzelle mi avete detto : certo se eri pi alto!...guarda solo 10 cm di pi...?

Con il dolore e la paura ci si convive...non si deve cercare una vita che ne sia priva...perch una vita cos indegna di essere vissuta.

Conosco un unico modo...siate superficiali...fegatevene di tutto...piangete e ridete con le emozioni degli altri...guardando telnovela o il grande fratello... fatevi ogni mese un corso diverso..di yoga...di rey ki...di boxdancing...non perdete un numero di donna affascinante... fatevi un nick finto...e segnatevi a www.donneporcelle.com ma fatevi anche una gita da Padre Pio.....e se siete pronte a pentirvi prima di morire...alla fine andrete anche in paradiso...con capelli biondi e avvolte in una tunica di seta Bianca.

Chi vuol venire...io lo aspetto all´inferno...l ci divertiremo.

Vins

Author elly 06/03/03 - 12:15
IPID: 1AD9D055AF
all´infernoooooo?
Amore.....ma non potremmmo divertirci un p in questa vita??????........se ti molli...........forse????
La vita un´opportunit, coglila.

La vita bellezza, ammirala.

La vita beatitudine, assaporala.

La vita un sogno, fanne una realt.

La vita una sfida, affrontala.

La vita un dovere, compilo.

La vita un gioco, giocalo.

La vita preziosa, abbine cura.

La vita una ricchezza, conservala.

La vita amore, godine.

La vita un mistero, scoprilo.

La vita promessa, adempila.

La vita tristezza, superala.

La vita un inno, cantalo.

La vita una lotta, accettala.

La vita un´avventura, rischiala.

La vita felicit, meritala.

La vita la vita, difendila.

Madre Teresa


chissa se si annoia in paradiso????non credo.....................
TI AMO
lelli

Author pteso 06/03/03 - 16:22
IPID: DA0B65A70C
arridaye vinssssssssssss
caro zio.
non ti preuccupare che sono in grado di scandalizzare il pi zozzo maniaco non solo in teoria.
mi spiace ma dire che scopando si risolve tutto ed il classico "ma lasciati andare"....mi sembrano unoffesa alla tua intelligenza....se poi questo il tuo problema, cheddire....verr a roma pi spesso

buona giornata
pteso

Author O_tavros 06/03/03 - 16:54
IPID: 894A1FAA00
ma guarda che...
Non hai capito una beata fava...Patr!

Mi dici dove avrei scritto che scopando si risolve tutto?
Innanzi tutto io parlavo in generale...perch non mi sembra il caso di processare nessuno...e visto che avete cercato di aprirvi in pubblico io ho dato una chiave di lettura diversa....non ho detto che sia giusta...solo che la mia.

La risposta ..invece ... che diedi proprio a te personalmente...riguarda proprio il caso che citi tu...infatti tu sei in grado di scoraggiare chiunque...anche il pi pazzo maniaco...ma secondo me non solo ... tu scoraggi chiunque.

Tranne me...forse perch vedo in te molte delle mie remore e paure...o forse perch a me non me ne frega una mazza di fotterti...sei brava a leggere le chiavi della paura del prossimo...a me ..per esempio ...cerca di spaventarmi minacciando di fare l´amore con me...perch io so che se te lo do una volta...tu non me ridai pi.

Purtroppo io sono fatto male Patr...non ti basta venire a Roma col rossetto della domenica per portarmi a letto...e non smetter di volerti bene come amica...ne di dirti che sei bella come donna e come persona.
Ma cazzo...lasciati amare da qualcuno...se un uomo ti desidera non per forza un depravato...

Vins
PS
Lo so ..lo so ....che qualcuna dir da che pulpito viene la predica

Author kekkas 06/03/03 - 19:47
IPID: B52B1396BE
Ci sono...ora lo so!
Non so proprio da dove cominciare, tutte le vostre storie pare ke abbiano un inizio...io non so proprio!
Da piccola sono sempre stata un po cicciotta, ma davvero poco; la mia famiglia sembra essere nella media, coi suoi disagi, ma non tutti diventano obesi! Diete su diete sin dalladolescenza, ma mai nessun risultato sufficiente o duraturo. Negli anni mi son gonfiata sempre di +. Le battutine aumentavano ovunque, ma ormai ci skerzavo io stessa... cos ke ho sviluppato un forte senso dellironia e dellautoironia! Naturalmente avevo un sacco di amici, qualke storiella occasionale (ho avuto la prima storia duratura a 12 anni, poi una cifra di storielle e poi unaltra storia duratura ma disastrosa a 24 anni). Dagli 11 ai 25 anni ho sviluppato ottime capacit introspettive ed intellettive, mi sono attaccata alla politica, al divertimento ad ogni costo, alla religione...di volta in volta a tutto quello ke mi facesse sentire viva, ma viva sempre in virt di qualcun altro, ero sempre + passiva nelle relazioni, ero sempre disponibile per tutti calpestando me stessa e le mie esigenze. Qualunque fossero le mie esigenze la risposta era sempre la stessa: cibo cibo e ancora cibo. Con landar del tempo ho scoperto ke il cibo un potentissimo ansiolitico e allora me ne rinfilzavo in presenza di qualunque stimolo ansiogeno. Cos la mia mole aumentava sempre + ed io scomparivo in maniera direttamente proporzionale. Non esistevo +, i miei desideri non esistevano +; avevo completamente annullato il mio corpo, fingevo ke non esistesse, magliettoni larghi da uomo, jeans e via...nessuna forma, nessun odore, nessun colore, niente!
Poi, non so perk non so percome, un giorno ho deciso di cambiare. Io ho studiato e lavoro in ambienti di salute mentale e ricordavo sempre ke, quando studiavo, un giorno in reparto skerzavo con un terapeuta a me molto simpatico anke professionalmente e lui mi disse: Ma tu vuoi dimagrire? Vieni da me, in 4 mesi diventi una top model!. Sapevo bene ke quello skerzo poi tanto skerzo non era, ma avevo sempre rifiutato lidea di riprendere quel discorso poik mi umiliava la sola idea di ammettere di voler dimagrire, il solo pensiero di ammettere di vivere lobesit come un problema. Eppure ad un certo punto, quando erano passati un paio danni da quella battuta, decisi di kiamarlo, contattai il buon vekkio terapeuta e cominciammo lavventura. Oggi passato un anno e sono una donna completamente diversa: sono visibilmente donna, mi piace ostentare le mie forme e curarmi, ho un bellissimo rapporto col mio corpo del quale non mi vergogno assolutamente +, se qualcuno mi guarda credo ke lo faccia per apprezzarmi e non per prendermi in giro, ho rapporti alla pari con ki mi circonda (pretendo rispetto e disponibilit cos come li offro e non ci sto + a calpestarmi e a lasciarmi calpestare), sono solare, ho tappezzato la mia stanza con foto mie e del mio amore (prima col cavolo ke guardassi una foto!).
Ma in questo anno successa una cosa fondamentale, anke grazie alla terapia: mi sono rimessa in gioco, mi sono aperta alle relazioni (mesi prima mi ero lasciata con quello dei miei 24 anni, col quale ero stata vittima di un rapporto in cui io mi sentivo meno ke niente ed in cui lui mai una volta ha neanke finto di amarmi) e ho conosciuto il mio tesssoro; ora sono innamorata matta di un uomo ke mi ama di + ancora e ke amo con tutta me stessa anke con quelle parti di me ke prima odiavo e ke ora adoro e ke anke lui adora. Grazie a me e alla terapia (cognitivo-comportamentale, quella ke trovo + adeguata a me) e grazie in gran parte al mio tesssoro sono venuta fuori e devo ammettere ke mi piace molto ci ke viene fuori ogni giorno (ora non siate malpensanti! :P).
Ma non tutto rose e fiori, i momenti di empasse ci sono, negli ultimi mesi mi sono lasciata prendere dalla pigrizia e dal nervosismo (purtroppo sono disoccupata da 9 mesi e negli ultimi 4 mesi ho finito fino allultimo spicciolo, cos ci sono momenti in cui proprio non reggo + e la depressione troverebbe strada facile se non ci fossero alcuni banali ma utili rimedi!) e cos ho ripreso quasi 10 kg sui 30 ke avevo perso; proprio nelle ultime settimane ho la bilancia ballerina, ma sono in via di ripresa.
Comunque sia oggi non sono magra e neanke plump, rimango ancora bbw; ma oggi mi piaccio e anke molto, ho messo uno spekkio a dimensioni umane nella mia stanza gi da un po e lo utilizzo spesso durante la giornata...io ke un anno fa non avevo neanke lo spekkietto per truccarmi!
Certo avere accanto un uomo a cui piaccio e ke mi ama mi aiuta molto, ma ancora + bello guardarmi allo spekkio e piacere a me stessa.
Mi fermo qui poik mi sa ke sto diventando ripetitiva.
Un abbraccio forte a tutti e :*** al mio moruccio.
[FONT=comic sans ms]
</font></font>
:* Kekkas :*

Author pteso 06/03/03 - 19:52
IPID: DA0B65A70C
avvinsss
santissima fava!
lo spero proprio che tu non ti svenda alla prima fessa inrossettata che ti scende dal pendolino...di mosca!
io non ne ho mai dubitato e se ti faccio le avances non sono certo per sfruttare le tue paure ma per ridere delle mie.
scoraggio chiunque? anvedi se viene clooney come lo scoraggio
riguardo "scopando si risolve"...lo lessi tra le righe. si vede che cannai. pardon, ho sbagliato ]

buona giornata
pteso

Author Lunita 07/03/03 - 02:24
IPID: C97D69B793
Collega di ciccia...davvero?
Io non posso capire molte delle vostre storie...si chiede il parere delle colleghe di ciccia...ed io di ciccia ne ho davvero molta, ma non mi sento collega.
I miei si sono amati tantissimo, non li ho mai sentiti discutere, ho ancora nell´orecchio sinistro le "foglie secche" dei racconti dei folletti che il mio pap mi sussurrava mettendomi a letto.
Io sono nata piccina, dopo 9 mesi di dieta della mamma (per le sorelle era ingrassata di 25 kg circa, sempre persi, e ora il ginecologo le aveva imposto la dieta).
Quella stata la prima dieta della mia vita.
Sono nata affamata, avevo sempre pi fame di quanto indicassero le tabelle e non smettevo di piangere finch non ero sazia.
Bambina paffutella, mangiona ma non golosa, non ho mai sentito il bisogno del fuori pasto. Io mangiavo a colazione a pranzo e a cena, tutto, verdure, carne, ecc...
A 8 anni il medico della scuola dice a mia mamma che sono troppo grassa (ma vi assicuro che ero solo paffutella, pesavo 38 kg per 1,42) e mia mamma mi porta dal dietologo. Questo un momento in cui mi arriva il messaggio che non vado bene cos, che non mi abandoner pi.
Da allora il cibo mi viene sottratto in casa e diventa un miraggio proibito da raggiungere appena possibile. Questo meccanismo stato indotto dalla privazione, perch prima di allora non ho mai cercato di alimentarmi se non a tavola.
Fino ai 16/17 anni mi mantengo all´interno del peso giudicato ORA dai medici di tutto il mondo giusto per me: 60-75 kg, ma mi sono sempre sentita grassa, pi che altro perch avevo "appreso" di essere grassa e vengo costretta o spinta a continue diete. A casa ho quotidianamente il messaggio che non sono bella e agli uomini, cos come sono, non potrei mai piacere.
A 15 anni faccio danza moderna, sono 1,70 di altezza e peso 70 kg, la mia insegnante di danza, stiamo parlando con altre di diete, approva una ragazza (ai miei occhi giusta cos) sul fatto che deve dimagrire, a me dice:"ma no, tu sei magra, non hai bisogno di dieta". E´ la prima volta nella mia vita che mi sorge il dubbio sul fatto che potrei non essere grassa.
Non ho mai chiesta se mi piaccio o meno, ho sempre solo avuto la consapevolezza che non vado bene.
Non ho avuto storielle coi ragazzi perch ero timida e pensavo di essere troppo giovane, ma ho avuto l´attenzione di molti coetanei, anche dei "fighi" di turno, sensazione quindi quella di piacere agli uomini che si mescola con il martellante messaggio che non possibile.
Non mi sento bella, perch sono un´adolescente nella norma e quindi copro il sedere ecc...come tutte le coetanee.
A 17 anni mi innamoro (diciamo pure mi infatuo) di un ragazzo, un colpo di fulmine per entrambi, e acquisisco la consapevolezza che posso far perdere la testa per la mia bellezza (perch cos nato).
Verso la fine del liceo ingrasso un po´ di pi: sui 90 kg circa per 1,72 (attivit sportive abbandonate per lo studio e voglia di ribellione che si manifesta con il fare ci che mi proibito: mangiare e passare il pomeriggio senza aprire libro), all´ultimo anno faccio la prima dieta convinta e ritorno sui 75/80 kg.
A 19 anni mi innamoro e mi metto con un uomo. Quando dopo un anno mi lascia soffro da morire, passo qualche anno di depressione, se cos si pu dire (piango anche davanti ad un documentario sulle foche, ho voglia di morire, non mi ineressa pi niente di niente) e mi lascio andare, non controllo pi la mia alimentazione, mi viene una tiroidite e comincio ad aumentare fortemente di peso.
Le diete continue hanno reso il mio metabolismo sempre affamato di calorie, perci se non sto a dieta ipocalorica ingrasso, quindi questo periodo di trascuratezza che ad un´altra avrebbe portato solo un po´ di irsutismo da astinenza da ceretta a me porta varie decine di kg.
Non ho mai vissuto il cibo in modo bulimico o come consolazione, anzi in questo periodo capisco che l´atteggiamento di mia madre mi nemico, lo combatto, a volte devo combattere lei per sconfiggere il suo messaggio.
Faccio un breve riepilogo del fascino che ho esercitato sugli uomini nella mia vita e valuto in modo ancor pi consapevole e razionale (in fondo gi lo sapevo) che per quanto il mondo (mamma in testa) mi dica che io NON POSSO PIACERE invece piaccio, a me innanzi tutto.
La mia battaglia per l´accettazione non l´ho dovuta fare con me stessa, ma con gli altri, soprattutto la mamma (avete mai provato a litigare con vostra madre per convincerla che il tal tizio al mare vi voleva portare a letto e lei che sostiene che scherzasse...peccato non averle detto allora che opss avete accettato!).
Vivo da sola ora e l´equilibrio che ho sempre sentito di avere dentro, non pi turbato, uscito con tutta la sua prepotenza (bello sentirselo dire anche dagli psicologi)
Io ho in casa una ciotola di cioccolatini da Natale ed ancora piena. (Io adoro il cioccolato). Non ci passo davanti con bramosia, non ci rinuncio con fatica, semplicemente non mi viene in mente.
So che cos come sono a molti uomini non piaccio, alcuni non sapranno passarci sopra, altri s, ad altri ancora potranno piacere alcuni aspetti del mio corpo, cos come sono. A me piacciono alcune cose, altre no. Vorrei riuscire a dimagrire soprattutto per essere pi "funzionale", pi sana.
Non credo che se mi svegliassi di 60 kg domani mattina mi ammirerei nel mio corpo bello, forse s godrei del suo effetto sugli altri.

Author Sissi59 14/04/03 - 13:04
IPID: BF7C08AF5B
Che bello leggervi qui..sentirvi cos vere!
Ho trascurato di leggere questo canale, perch pensavo che parlasse solo di problemi di salute, e nn ero incuriosita. Ma vedo che invece parla molto di noi, e ho visto molti pezzettini di me in ognuna di voi.
Sar logorroica come al solito..
E poi ho il maledetto vizio di fare la vittima e di piangermi addosso!! Sopportatemiiiiiiiiiiiiiiiiii Azzi vostri..non dovevate farmi scoprire anche questa!! Ora vi dovrete fare una pera di camomilla per rilassarvi!
Sono sempre stata un po´ magrolina e inappetente fino ai 5 anni, per via delle tonsille, cos diceva mia madre. A quell´et mi hanno operata e l comincia il primo cambiamento. Mia madre mi amava di un amore totale e possessivo e io la ricambiavo. Sono nata quando i miei fratelli erano gi grandi, quindi vi potete immaginare com´ero viziata eheh.
Torna l´appetito, vitamine a tutto spiano, e divento una bambina cicciottella. Vivevo in america.
Divento obesa a 10 anni, quando mia sorella torna in Italia e mi manca un casino. Mio fratello (altro grande mito della mia vita) non va d´accordo per niente coi miei e quindi non lo vedo mai.. :-( Mia madre, a vedermi sempre triste, mi fa la cura del cibo. Lei curava col cibo ogni male dell´anima e del corpo (la posso capire, aveva passato i tempi della fame durante la guerra eheh).
Ecco qua..ho avuto un´infanzia mediamente felice, dei genitori normali, la mamma troppo litigiosa, mio padre troppo debole, ma niente di straordinario, non siamo stati una famiglia agiata, ma non ci mai mancato il necessario.
Sono stata senza pap per due anni, quando siamo tornati in italia io e mia madre, che avevo 11 anni, quindi altro grande cambiamento.
Non so, credo che nell´et scolare i ragazzini debbano avere una vita tranquilla, con le loro abitudini, i loro amici, non sballottati a destra e sinistra.
Per non sono mai stata in analisi, anche se vorrei.
Ho perso 7-8 kili pochi mesi fa, ma adesso sto ricominciando a rimpinzarmi, non sono mai contenta, non sono mai soddisfatta, mi manca sempre la terra sotto ai piedi. Ho anche, vero, una situazione familiare traballante, ma mi sono cercata io l´elemento pi indecifrabile della terra da sposare! Con lo stesso carattere iroso e irascibile di mia madre, lo stesso modo di comprarmi cibo in abbondanza, pensando che questo colmi i vuoti..
Ora peso 95. Sono alta 1,68. Vorrei fermarmi qui. Perch mi sento bene. Cicciottella ma comoda nei movimenti quanto basta, mi vedo bene sia vestita che svestita, e con la salute non mi lamento.
Pero´ non so. Sto passando un periodi di crisi adesso, di incomprensioni in casa, e ieri non so quante volte mi sono seduta a mangiarmi qualcosa, tra un pasto e l´altro. Un pacchetto di cracker con il cafflatte, un piatto di verdura scondita (per ingannare me stessa), un altro cafflatte, un pezzo di cioccolato.. Anche a tavola, ho mangiato la carne ai ferri con la verdura e poi mi sono fiondata sul piatto che ha lasciato mio figlio.. Inganno su inganno.. Sono alcuni giorni gi che lo faccio..mangio leggero, poi mangio pesante, poi rimangio leggero.. Faccio finta con me stessa di essere ancora a dieta...ma mi sto punendo per qualcosa, o penso di punire qualcuno? Forse la seconda..
L´altro giorno al supermercato con mio marito, ho incontrato un´amica (una buona amica)che non vedevo da mesi e che mi ha detto! Ma guarda guarda, oggi ti vedo splendida! Cosa successo? E io..ho perso qualche chilo. Si vede sai? Stai da dio!
Beh, mi ha dato una soddisfazione tremenda!!
E "lui" ha detto ironicamente: "che soddisfazione eh? capirai.." Non esce mai un complimento da quella bocca cascasse il mondo. Ma anche questo colpa mia..me lo sono scelto io cosi´ eheh quindi.."magna e taz"

Il raccontino un po´ sconclusionato, come del resto lo sono anche io!!
L´unica psicologa con cui ho parlato stata quella di Piancavallo, dove sono stata una settimana. Non abbastanza per conoscermi bene, ma mi ha detto qualcosa di interessante.
Che dovrei trovarmi un´occupazione pi a contatto con la gente, e che devo cambiare un po´ il mio carattere passivo in famiglia.
Ma se ogni volta che alzo la cresta qui finisce in tragedia!! Che devo f, lo devo ammazz? Ma ieri non ho ceduto. Si trattava dell´educazione dei miei babies.. Lui vuole avere il controllo su tutto, ma su quella no! Pretendo la mia parte e m´impunto!! Risultato? Mi sento soddisfatta da una parte, e impotente a far capire le mie ragioni dall´altra, perci frustratissima..
Ammiro molto le persone che hanno un carattere forte, e hanno la capacit di reagire, e di critica. Ci che manca a me.

If you cant be good, be careful!

^top^
previous topic  << 1  2  3  4  5  [10]  >>  next topic

Least Visited Users
ClauXXX
 ClauXXX
(21 hits)
Orso1967
 Orso1967
(46 hits)
Carmelos
 Carmelos
(49 hits)
alemi72
 alemi72
(53 hits)
falco74
 falco74
(53 hits)

Users On-Line

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.4550 Secs
96.69% mysql, 3.31% php
 21 mysql queries