bibivu :: Perche' i chili non definiscono una persona
http://www.bibivu.com
Visualizza tutti i Banners
  • english espa�ol

the WALL

  • ghiacciolo: Buonasera a tutti... ^_^
  • connemara: A parte qualcuno..... ^_^
  • seasparrow: e' meglio cosi' piuttosto che peggio di cosi'
  • jonny80: Va be, meglio pochi ma buoni 😜
  • Denix: Sempre il solito insomma @connemara
  • connemara: Rientro dopo un po'.. ed in effetti sempre gli stessi online.. e sempre tanti i visitatori.. sempre gli stessi montatori seriali...
  • Freeda: ... a foza di guardarmi sempre alle spalle XD
  • Freeda: rivolgo un disperato appello agli oltre 130 utenti online: REGISTRATEVI!! la lista dei loggati la stessa da giorni ed inquietante... il Montatore mi ha fatto venire il torcicollo, a forza di guard
  • seasparrow: yaawwwnnnn
  • ezanfi1980: Ahaaa....lo hai notato anche tu allora.... 🤣

Users Profiles

 tajo's
image.jpeg

image.jpeg
image.jpeg
Generico
Creato 02/02/11 - 14:04
Modificato 01/11/15 - 20:06
Ultimo Login 12/06/16 - 08:49
Visualizzato 469
Ultimo IPID 4FAC360931
Extras
Hobbies e Sports
... ex nuotatore, ex tuffatore, ex un sacco di cose...
Cibo Preferito
... ehm... carbonara?
Canzoni Preferite
... qualunque pezzo della Dave Matthews Band...
Libri Preferiti
... avete mai letto Jeffery Deaver?
Amo
... tutto ci che sa darmi piacere...
Odio
... l'ignoranza delle persone...
Pregi
... intransigente...
Difetti
... intransigente...
Spazio Libero
In quel momento apparve la volpe.
"Buon giorno", disse la volpe.
"Buon giorno", rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno.
"Sono qui", disse la voce, "sotto al melo."
"Chi sei?" domand il piccolo principe, " sei molto carino"
"Sono la volpe", disse la volpe.
" Vieni a giocare con me", disse la volpe, "non sono addomesticata".
"Ah! scusa ", fece il piccolo principe.
Ma dopo un momento di riflessione soggiunse:
" Che cosa vuol dire addomesticare?"
" Non sei di queste parti, tu", disse la volpe" che cosa cerchi?"
" Cerco gli uomini", disse il piccolo principe.
" Che cosa vuol dire addomesticare?"
" Gli uomini" disse la volpe" hanno dei fucili e cacciano. E' molto noioso!
Allevano anche delle galline. E' il loro solo interesse. Tu cerchi le galline?"
"No", disse il piccolo principe. " Cerco degli amici. Che cosa vuol dire addomesticare?"
" E' una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami"
" Creare dei legami?"
" Certo", disse la volpe. " Tu, fino ad ora per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma.se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sar per te unica al mondo."
" Comincio a capire", disse il piccolo principe. " C' un fiore. Credo che mi abbia addomesticato"
"E' possibile", disse la volpe "capita di tutto sulla terra"
"Oh! Non sulla terra", disse il piccolo principe.
La volpe sembr perplessa:
" Su un altro pianeta?"
" S"
" Ci sono dei cacciatori su questo pianeta?"
" No"
" Questo mi interessa! E delle galline?"
" No"
" Non c' niente di perfetto", sospir la volpe.
Ma la volpe ritorn alla sua idea:
" La mia vita monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me .Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio per ci. Ma se tu mi addomestichi la mia vita,
sar come illuminata. Conoscer il rumore di passi che sar diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi faranno nascondere sotto terra. Il tuo, mi far uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi, laggi in
fondo, dei campi di grano? Io non mangio il pane e il grano, per me inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo triste! Ma tu hai dei capelli color d'oro. Allora sar meraviglioso quando mi avrai
addomesticato. Il grano, che dorato, mi far pensare a te. E amer il rumore del vento nel grano"
La volpe tacque e guard a lungo il piccolo principe:
" Per favore ..addomesticami", disse.
" Volentieri", rispose il piccolo principe, " ma non ho molto tempo, per.
Ho da scoprire degli amici e da conoscere molte cose".
" Non si conoscono che le cose che si addomesticano", disse la volpe." gli uomini non hanno pi tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose gi fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno pi amici. Se tu vuoi un amico addomesticami!"
" Che bisogna fare?" domand il piccolo principe.
" Bisogna essere molto pazienti", rispose la volpe.
" In principio tu ti sederai un po' lontano da me, cos, nell'erba. Io ti guarder con la coda dell'occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un po' pi vicino."
Il piccolo principe ritorn l'indomani.
" Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora", disse la volpe.
" Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincer ad essere felice. Col passare dell'ora aumenter la mia felicit.
Quando saranno le quattro, incomincer ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprir il prezzo della felicit! Ma se tu vieni non si sa quando, io non sapr mai a che ora prepararmi il cuore Ci vogliono i riti".
" Che cos' un rito?" disse il piccolo principe.
" Anche questa una cosa da tempo dimenticata", disse la volpe.
" E' quello che fa un giorno diverso dagli altri giorni, un'ora dalle altre ore. C' un rito, per esempio, presso i miei cacciatori. Il gioved ballano con le ragazze del villaggio. Allora il gioved un giorno meraviglioso! Io
mi spingo sino alla vigna. Se i cacciatori ballassero in un giorno qualsiasi i giorni si assomiglierebbero tutti, e non avrei mai vacanza".
Cos il piccolo principe addomestic la volpe.
E quando l'ora della partenza fu vicina:
"Ah!" disse la volpe, "Pianger".
" La colpa tua", disse il piccolo principe, "Io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi"
" E' vero", disse la volpe.
" Ma piangerai!" disse il piccolo principe.
" E' certo", disse la volpe.
" Ma allora che ci guadagni?"
" Ci guadagno", disse la volpe, " il colore del grano".
soggiunse:
" Va a rivedere le rose. Capirai che la tua unica al mondo".
"Quando ritornerai a dirmi addio ti regaler un segreto".
Il piccolo principe se ne and a rivedere le rose.
"Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente" , disse.
" Nessuno vi ha addomesticato e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a centomila altre.
Ma ne ho fatto il mio amico e ne ho fatto per me unica al mondo".
E le rose erano a disagio.
" Voi siete belle, ma siete vuote", disse ancora. " Non si pu morire per voi. Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, pi importante di tutte voi, perch lei
che ho innaffiata. Perch lei che ho messa sotto la campana di vetro, Perch lei che ho riparato col paravento. Perch su di lei ho ucciso i bruchi (salvo due o tre per le farfalle). Perch lei che ho ascoltato
lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perch la mia rosa" E ritorn dalla volpe.
" Addio", disse.
"Addio", disse la volpe. "Ecco il mio segreto. E' molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale invisibile agli occhi".
" L'essenziale invisibile agli occhi", ripet il piccolo principe, per ricordarselo.
" E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cos importante".
"E' il tempo che ho perduto per la mia rosa" sussurr il piccolo principe per ricordarselo.
" Gli uomini hanno dimenticato questa verit. Ma tu non la devi dimenticare.
Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa"
" Io sono responsabile della mia rosa." Ripet il piccolo principe per ricordarselo. >>



Utenti Meno Visitati
ClauXXX
 ClauXXX
(22 hits)
Orso1967
 Orso1967
(46 hits)
Carmelos
 Carmelos
(49 hits)
falco74
 falco74
(53 hits)
Donlele
 Donlele
(53 hits)

Users On-Line

Abbiamo 107 utenti
4 registrati
103 visitatori

record il 13/09/17: 212

vedi lista completa
[+]

Donations

 €
Locations of visitors to this page (counting)
eXTReMe Tracker
  bibivu v.4.3.029
  Fabrizio Parrella © 1996 - 2017
 Page created in 0.1287 Secs
90.58% mysql, 9.42% php
 18 mysql queries